After Life

After Life recensione serie TV prima stagione

After Life: recensione della prima stagione della serie televisiva britannica creata, diretta, prodotta e interpretata da Ricky Gervais

Ottimo concept distribuito da Netflix e creato dal carismatico Ricky Gervais che di questa miniserie non è solo protagonista ma anche il regista e sceneggiatore. Il rapporto tra l’attore e Hollywood è sempre stato un po’ conflittuale poiché il suo inconfondibile senso dell’umorismo ha spesso avuto la tendenza alla misantropia, sottolineando sempre i difetti propri e degli altri.

Con Netflix ha da tempo un rapporto di collaborazione proficuo – stand-up Humanity e il film Special Correspondents – e torna ora sulla piattaforma con After Life, una serie di sei episodi in cui unisce umorismo e dolore, affrontando il tema della perdita di una persona cara.

After Life non è una serie particolarmente divertente: è la vita quotidiana di Tony, un uomo con una grande depressione dopo la morte di sua moglie, che decide di vivere questa situazione a proprio modo, diventando un essere triste e spiacevole che non tace per niente e per nessuno, che promette a se stesso di dire sempre e solo la verità e di agire come gli pare perché nulla è più sufficientemente importante.

After Life
Ricky Gervais in After Life

Al di là della dicotomia nella personalità del protagonista, tutto ciò che lo circonda è concepito per enfatizzare la propria solitudine. Per Tony, il mondo è ora un posto monotono, grigio e privo di interesse. E la verità è che la serie riesce a catturare quella sensazione di nonsense costruendo un universo lento e malinconico con un ritmo triste e doloroso ma che, a sua volta, è stranamente vicino e confortante.

La tragedia va di pari passo con le storie ridicole che deve scrivere per il suo giornale – una tattica per additare un certo giornalismo odierno – e con i personaggi secondari che offrono una scialuppa di sollievo umoristico. Gervais evita l’arte del patetico, del morboso e dell’uso della morte come un gancio per sperimentare le situazioni più bizzarre o lamentose. Riesce invece – ad onta dei capricci del suo personaggio – a rendere empatica la sua lotta personale per andare avanti, affrontando ogni giorno uno per volta.

Anche se rende difficile la vita dei suoi familiari e dei colleghi, Tony regala piccoli gesti affettuosi che fanno capire come non sia uno sciocco egoista ma un essere umano così ferito che la sua prima reazione è quella di allontanare tutti, soprattutto quelli che vogliono aiutarlo.

After Life
Ricky Gervais e Kerry Godliman in After Life

Vale la pena vivere? È questo il leitmotiv che pervade tutta la serie, invitandoci tutti a riflettere senza cadere nel cliché del “andrà tutto bene”.

After Life è una scommessa interessante che brilla per il suo coraggio. La grazia non è nei colpi di scena ma nel viaggio che porta avanti il protagonista. L’odissea emotiva di un uomo sarcastico, maleducato, brusco e disfattista che crede di aver perso tutto e ripudia la sua vita ma che, a ben vedere, è solo il grido muto di qualcuno alla ricerca di uno scopo, che spera ancora di ricominciare, ma ha dimenticato come amare. Se stesso in primis.

Gabriela

Sintesi

After Life è una scommessa interessante che brilla per il suo coraggio. La grazia non è nei colpi di scena ma nel viaggio che porta avanti il protagonista. Il grido muto di qualcuno che spera ancora di ricominciare, ma ha dimenticato come amare. Se stesso in primis.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...

Strange Days recensione film di Kathryn Bigelow [Flashback Friday]

Strange Days recensione del film di Kathryn Bigelow con Ralph Fiennes, Angela Bassett, Juliette Lewis, Vincent D'Onofrio, William Fichtner e Tom Sizemore Dopo Point Break -...

Cinema News del 27 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a Daria Nicolodi I progetti di Alex Garland Álex de la Iglesia e la Veneciafrenia La Radioscopie di Claire Denis Les promesses...

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...

Black Friday Amazon 2020: LEGO offerte Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney e Batman

Black Friday Amazon 2020: in offerta i set LEGO di Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney, Batman, The Mandalorian, Harry Potter e Fast &...

Cinema News del 26 novembre [Rassegna Stampa]

Mads Grindelwald Clifford il grande cane rosso The Mauritanian Amore e malattia in Life in a Year Amore e malattia in Little Fish ...

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...

Black Friday Amazon 2020: film e serie TV Blu-ray e DVD in offerta

Black Friday Amazon 2020: film Blu-ray e DVD in offerta tra saghe cinematografiche, cofanetti, serie TV, anime e i migliori titoli Disney in steelbook Ci...