Edison - L'uomo che illuminò il mondo

Edison – L’uomo che illuminò il mondo recensione

Edison – L’uomo che illuminò il mondo: recensione del film di Alfonso Gomez-Rejon con Benedict Cumberbatch, Michael Shannon, Nicholas Hoult, Tom Holland e Katherine Waterston

Quando non si ha voglia di pulire la propria casa, la propria stanza o semplicemente quando non si ha voglia di fare qualcosa, si cerca sempre l’espediente o la scorciatoia che possa liberare dalle incombenze se non addirittura eliminarle come per magia. Si nasconde la polvere sotto il tappeto, si buttano i panni nell’armadio, le cianfrusaglie finiscono in fretta e furia sotto al letto e affiora il sorriso di chi pensa di averla fatta franca con il minimo sforzo.

Edison - L'uomo che illuminò il mondo
Tom Holland e Benedict Cumberbatch in una scena del film

Non c’è metafora migliore per raccontare cosa sia Edison – L’uomo che illuminò il mondo. Il film diretto da Alfonso Gomez-Rejon, come spesso succede nell’adattamento italiano, già dal titolo rischia di mandare fuori strada i possibili avventori delle sale cinematografiche, non lasciando presagire nulla di buono. Ancora una volta è stata operata la scelta di intraprendere la strada più facile, legando l’intero film alla figura interpretata da Benedict Cumberbatch, tagliando fuori i protagonisti di quella che a conti fatti è invece la guerra per l’utilizzo sistematico della corrente elettrica su larga scala.

Michael Shannon e Katherine Waterston
Michael Shannon e Katherine Waterston in Edison – L’uomo che illuminò il mondo

Edison – Cumberbatch diventa così il tappeto, mentre lo scorrimento della narrazione diventa il famoso sporco da far scomparire in fretta e furia. Rifugiarsi dietro le spalle larghe dell’attore britannico, sfruttare la bravura e la presenza di Michael Shannon, l’ormai in rampa di lancio Tom Holland si trasforma presto in un paracadute scadente per un evento storico che non decolla mai. Non basta semplicemente dare ad episodi reali e verificabili una fotografia all’avanguardia e un ritmo forsennato per creare credibilità e appeal. Non c’è tempo per lo spettatore di rendersi conto sul serio della materia trattata, come se nemmeno il contenuto informativo del film fosse centrato in pieno.

Considerati tutti questi elementi, è facile puntare il dito contro la sceneggiatura che tiene insieme il tutto. Lo spettatore viene lasciato solo e spaesato, ma allo stesso tempo nemmeno messo in condizione di trovare una coerenza a tutta la costruzione e arrivare a scoprire l’obiettivo del regista / sceneggiatore o il messaggio latente nascosto dietro alla storia.

Tom Holland in Edison - L'uomo che illuminò il mondo
Tom Holland in Edison – L’uomo che illuminò il mondo

È proprio quest’ultima a non essere narrata, ma soltanto esibita in un esercizio di stile. Sicuramente innovativo con interpreti che la metà dei registi probabilmente si sogna, ma a conti fatti vuoto e fine a sé stesso. In un cartellone che cerca di dimostrare come il cinema non sia una chimera estiva, sembra di essere alle prese con una furba reclame pubblicitaria: abbiamo il fior fiore degli attori, abbiamo un budget milionario e una storia che difficilmente non ti riguarda, come fai a non vederlo?

La stanza a prima vista è scintillante ma, guardando meglio, dalle zone d’ombra esce fuori un sacco di polvere.

Sintesi

Non basta legare ad episodi reali e verificabili una fotografia all’avanguardia e un ritmo forsennato per dare credibilità e appeal ad una storia che non decolla mai. Edison - L'uomo che illuminò il mondo si poggia sulle spalle larghe di Benedict Cumberbatch e sulla bravura del cast, cercando di compensare le mancanze nella costruzione e narrazione dell'opera.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Sound of Metal recensione film di Darius Marder con Riz Ahmed [Amazon Prime Video]

Sound of Metal recensione film di Darius Marder con Riz Ahmed, Olivia Cooke, Mathieu Amalric, Lauren Ridloff e Paul Raci Intenso e tragicamente reale Sound of...

Raya e l’ultimo drago recensione film di Don Hall e Carlos López Estrada [Disney+ Anteprima]

Raya e l’ultimo drago recensione del 59esimo film d'animazione Disney di Don Hall e Carlos López Estrada in uscita nelle sale e su Disney+ Raya...

Golden Globe 2021 vincitori: vince Nomadland e Chloe Zhao migliore regista, Borat 2 migliore commedia e Sacha Baron Cohen miglior attore

Golden Globe 2021 vincitori: vince Nomadland con Chloe Zhao migliore regista, Borat 2 migliore commedia con Sacha Baron Cohen miglior attore Netflix mette a frutto...

Golden Globe 2021: Chadwick Boseman Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico

Golden Globe 2021: Chadwick Boseman Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico per Ma Rainey's Black Bottom Premio postumo tanto atteso quanto meritato allo sfortunato...

Golden Globe 2021: Anya Taylor-Joy e La regina degli scacchi migliore attrice e miniserie TV

Golden Globe 2021: Anya Taylor-Joy e La regina degli scacchi migliore attrice e miniserie TV Trionfo di Anya Taylor-Joy e La regina degli scacchi rispettivamente...

Golden Globe 2021: The Crown vince Migliore Serie TV Drammatica

Golden Globe 2021: The Crown vince Migliore Serie TV Drammatica The Crown si afferma come migliore serie TV drammatica del 2021 ai Golden Globes, prevalendo...

Golden Globe 2021: Rosamund Pike Migliore Attrice Protagonista per I Care A Lot

Golden Globe 2021: Rosamund Pike Migliore Attrice Protagonista per I Care A Lot Vittoria a sorpresa per Rosamund Pike con I Care A Lot rispetto...

Golden Globe 2021: Laura Pausini vince migliore canzone originale per La vita davanti a sé

Golden Globe 2021: Laura Pausini vince la migliore canzone originale per La vita davanti a sé In una categoria combattutissima contro Judas and the Black...

Golden Globe 2021: Aaron Sorkin Miglior Sceneggiatura con Il processo ai Chicago 7

Golden Globe 2021: Aaron Sorkin Miglior Sceneggiatura con Il processo ai Chicago 7 Aaron Sorkin si aggiudica uno dei premi più pesanti della serata, quello...

Golden Globe 2021: Soul miglior film d’animazione

Golden Globe 2021: Soul miglior film d'animazione Non c'è storia nella categoria miglior film d'animazione, dove Soul e Pixar si dimostrano innovatrice e game changer...