Godzilla vs. Kong: il trailer italiano del quarto capitolo del MonsterVerse con Alexander Skarsgård e Millie Bobby Brown

Godzilla vs. Kong: il trailer italiano del quarto capitolo del MonsterVerse con Alexander Skarsgård, Millie Bobby Brown e Rebecca Hall, sequel dei due Godzilla e di Kong: Skull Island

Kong non si piega a nessuno!
(Godzilla vs. Kong)

Godzilla vs. Kong: l’altezza di Godzilla e Kong a confronto
Godzilla vs. Kong: la trama del film
Godzilla vs. Kong: il cast

MadMass.it consiglia by Amazon

In tempi pericolosi in cui i Titani si riaffacciano pericolosamente sulla Terra, le due creature più forti della natura, Godzilla e Kong, si ritrovano l’uno di fronte all’altro nello scontro più epico e spettacolare della storia dell’umanità, mentre l’organizzazione scientifica segreta Monarch cerca di scoprire l’origine dei Titani.

Quarto capitolo del MonsterVerse, sequel dei due Godzilla e di Kong: Skull Island, Godzilla vs. Kong è il 32esimo film su Godzilla ed il 12esimo su King Kong, ed il secondo della storia del cinema che farà scontrare i due kaiju, dopo King Kong vs. Godzilla del 1962, dal titolo italiano da spoiler che qui non riporteremo.

Godzilla vs. Kong: l'altezza di Godzilla e Kong a confronto
Godzilla vs. Kong: l’altezza di Godzilla e Kong a confronto (Credits: Warner Bros./Legendary Pictures)

Godzilla vs. Kong: l’altezza di Godzilla e Kong a confronto

Subito dopo la visione delle prime fatidiche immagini, appare chiara la massiccia cura ricostituente di Kong, che in Kong: Skull Island era alto “appena” 31,7 metri, contro i colossali 119,8 metri di altezza di Godzilla in Godzilla II – King of the Monsters, ulteriormente cresciuto rispetto ai 108,9 metri di altezza del Godzilla del 2014.

Se da un lato la versione di Kong che appare era già stata annunciata come più anziana e robusta, la crescita smisurata del primo kaiju della storia del cinema meriterà un’adeguata risposta nello sviluppo della narrazione, come a suo tempo fece King Kong vs. Godzilla nel 1962 giustificando la crescita di Kong grazie alla continua ingestione di bacche radioattive.

Dal fermo immagine che vi proponiamo, appare evidente che questo Kong sarà il più colossale della storia del cinema!

Godzilla vs. Kong: la trama del film

Mentre l’organizzazione scientifica Monarch cerca di riportare Kong in un territorio della Terra sconosciuto e pericoloso, alla ricerca dell’origine dei Titani e della vera casa del re di Skull Island, grazie all’operato del geologo Nathan Lind (Alexander Skarsgård), della dottoressa Ilene Andrews (Rebecca Hall) e della piccola Jia (Kaylee Hottle) con la quale Kong ha stretto un legame di amicizia unico, la missione prende una piega spaventosa ed inaspettata.

Si ritroveranno infatti sul cammino l’infuriato Godzilla, che come nei peggiori incubi dell’uomo sta seminando panico e distruzione nel mondo ed è pronto alla resa dei conti con Kong: l’epico scontro tra i due Titani ha inizio, mentre forze invisibili tramano per distruggere per sempre le due maestose creature e seppellire il mistero delle loro origini che giace nel profondo della Terra.

Godzilla vs. Kong: il cast

I miti esistono, c’è stata una guerra e loro sono gli ultimi rimasti: si apre così l’attesissimo quarto capitolo del MonsterVerse prodotto da Warner Bros. e Legendary Pictures, atteso il 26 marzo 2021 su HBO Max e nelle sale americane, mentre in Italia, come Wonder Woman 1984, le uscite Warner Bros. sembrano sospese in un infelice limbo.

Oltre Alexander Skarsgård e Rebecca Hall, Godzilla vs. Kong vede il ritorno di Millie Bobby Brown, Zhang Ziyi e Kyle Chandler, con inoltre Eiza González, Demián Bichir, Brian Tyree Henry, Lance Reddick, Shun Oguri e Julian Dennison.

Dirige Adam Wingard (The Guest, Blair Witch), su sceneggiatura di Eric Pearson, proveniente dal mondo Marvel con Thor: Ragnarok e Black Widow, e Max Borenstein che scritto tutti i precedenti capitoli del MonsterVerse.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli