Cinema News del 4 dicembre [Rassegna Stampa]

  1. Warner Bros. fa il grande passo
  2. La Fatale Hilary Swank
  3. Si arricchisce il cast di Hawkeye
  4. Cynthia Erivo e la Regina Vittoria
  5. La vita elettrica di Benedict Cumberbatch
  6. La vendetta di Mads Mikkelsen
  7. Il trailer di The Dig

Cinema News 4 dicembre

Warner Bros. fa il grande passo

Dopo aver inquietato le sale cinematografiche americane con la notizia che Wonder Woman 1984 arriverà contemporaneamente al cinema e su HBO Max, Warner Bros. ha deciso di dare un ulteriore colpo all’industria dell’intrattenimento, speculando sull’emergenza COVID per spingere il proprio servizio di streaming: pur se attesi per la fine del 2021 – quando, incrociando le dita, buona parte della popolazione avrà avuto accesso al vaccino – Dune e Matrix 4 (e tutti gli altri film in uscita l’anno prossimo) seguiranno lo stesso modello del film di Patty Jenkins, venendo distribuiti per 31 giorni agli utenti HBO Max in contemporanea all’arrivo in sala.
A parziale giustificazione, bisogna ammettere che Warner Bros. è stata l’unica major a provare ad affrontare la pandemia portando Tenet al cinema (fosse anche solo per la testardaggine di Christopher Nolan), ma evidentemente i risultati sono stati tali da spingere lo Studio a diventare il vero e proprio villain della situazione, aprendo la strada ad una mossa simile da parte altre case di produzione.

La Fatale Hilary Swank

Lionsgate ha diffuso il trailer di Fatale, nel quale l’inquietantissima detective Hilary Swank è incaricata di investigare su una violenta effrazione subita da Michael Ealy, devoto marito che però potrebbe avere compiuto un errore fatale qualche tempo prima, quando si è lasciato andare ad una notte di passione con una donna conosciuta in un locale… e che si rivela essere un’inquietantissima detective.
Fatale è diretto da Deon Taylor da una sceneggiatura di David Loughery (Lakeview Terrace), ed il suo cast include Kali Hawk e Mike Colter (il protagonista della serie tv Marvel/Netflix Luke Cage).

Si arricchisce il cast di Hawkeye

Dopo la conferma di ieri di Hailee Steinfeld nel ruolo di Kate Bishop in Hawkeye, è arrivato un consistente aggiornamento sul cast della serie Marvel dedicata a Clint Barton/Jeremy Renner: l’aggiunta che desta più attenzione è quella di Florence Pugh, che riprenderà il ruolo di Yelena Belova, alias la sorellina di Black Widow, che dovremmo conoscere al cinema l’anno prossimo. Visto il rapporto che legava Natasha Romanoff (Romanova?) all’arciere, immaginiamo che Yelena sarà un alleato sul quale Hawkeye può contare. O forse no.
Un altro nuovo arrivo di alto profilo è Vera Farmiga, che dovrebbe interpretare Eleanor Bishop, madre del personaggio di Hailee Steinfeld.
Gli altri nomi annunciati sono Tony Dalton (terribilissimo Lalo Salamanca nell’ultima stagione di Better Call Saul), Fra Fee, Alaqua Cox e Zahn McClarnon. Variety associa questi ultimi a personaggi dei fumetti, i cui nomi potrebbero esservi familiari se siete ultra fan Marvel (ma per evitarci ed evitarvi possibili spoiler, vi lasciamo investigare oltre se l’argomento vi stuzzica).

Cinema News: Cynthia Erivo
Cynthia Erivo (Credits: MAKERS/Conference)

Cynthia Erivo e la Regina Vittoria

L’entourage multi etnico della Regina Vittoria continua ad attirare l’attenzione del cinema, che cerca di dare un aspetto più umano al discusso colonialismo dell’Impero Britannico.
Dopo il Vittoria e Abdul di qualche tempo fa, è in preparazione un film incentrato sulla figura di Omoba Aina, principessa dell’Impero Oyo (oggi parte della Nigeria), catturata e resa schiava a cinque anni dopo una guerra con il limitrofo Regno di Dahomey (oggetto di The Woman King, annunciato qualche mese fa), e portata nel Regno Unito due anni dopo, ‘regalo’ del Re Ghezo alla regnante britannica, che ne fece la sua figlioccia. Omoba, ribattezzata Sara Forbes Bonetta, visse poi da donna libera, tra l’Inghilterra e l’Africa.
Cynthia Erivo, britannica di origini nigeriane (già vincitrice di Emmy, Tony e Grammy e due volte candidata all’Oscar), sente evidentemente una particolare legame emotivo con la storia di Omoba Aina, e ne interpreterà il ruolo, oltre a produrre. La sceneggiatura sarà tratta da una biografia della donna, At Her Majesty’s Request, scritta da Walter Dean Myers.
Tra i co-produttori, anche Benedict Cumberbatch. (Deadline)

La vita elettrica di Benedict Cumberbatch

Ancora in epoca vittoriana, l’ex Sherlock sarà il protagonista di The Electrical Life of Louis Wain, che racconterà la storia dell’artista britannico noto per i suoi dipinti raffiguranti principalmente gatti antropomorfizzati.
Benedict Cumberbatch interpreterà una versione particolarmente ottimista e piena di vita del pittore (sospettato di essere affetto da schizofrenia), ed avrà al suo fianco Clare Foy nel ruolo della moglie Emily.
Completano il cast Andrea Riseborough e Toby Jones, per la regia di Will Sharpe, che firma la sceneggiatura finale a partire da una precedente versione di Simon Stephenson. (Cineuropa)

La vendetta di Mads Mikkelsen

Avversario di Cumberbatch in Doctor Strange, il nostro beniamino Mads Mikkelsen è il protagonista animato dalla sete di vendetta in Retfærdighedens ryttere (titolo in inglese: Riders of Justice), film dell’autore danese Anders Thomas Jensen (premio Oscar per il Miglior Cortometraggio nel 1999, e autore della sceneggiatura di Dopo il matrimonio di Susanne Bier).
La pellicola, che segue un’altra collaborazione tra i due Danesi (Men & Chicken del 2015) racconta di Markus, militare di carriera che ritorna a casa dopo che la morte della moglie in un incidente ferroviario. Parlando con i superstiti del disastro, l’uomo intuisce che l’evento non è avvenuto per caso, e decide di trovarne i responsabili. (Variety)

Il trailer di The Dig

Torniamo in Inghilterra con il trailer di The Dig, il film nel quale Ralph Fiennes e Carey Mulligan, con la collaborazione di Lily James, si rendono fautori del rinvenimento delle navi vichinghe sepolte a Sutton Hoo, in Suffolk.
The Dig, scritto da Moira Buffini e diretto da Simon Stone, arriverà su Netflix (con il titolo italiano La nave sepolta) il 29 gennaio.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli