I migliori film ambientati a New York da vedere [Throwback Thursday]

Sono stati tanti i registi che hanno scelto New York come sfondo delle loro storie. Riscopriamo insieme 5 film ambientati nella Grande Mela da vedere assolutamente

New York è sicuramente una delle città più scelte dai registi per ambientare le loro pellicole. Sono tantissimi i film ambientati nella Grande Mela, grazie alla sua essenza frenetica, ma al tempo stesso romantica e lievemente retrò.

Tra storie d’amore senza tempo, storie di violenza e musical da sogno, New York diventa protagonista e non solo un mero sfondo per le storie raccontate. Riscopriamo allora 5 film ambientati a New York da vedere assolutamente.

Colazione da Tiffany (1961)
Colazione da Tiffany (1961)

Colazione da Tiffany (1961)

Colazione da Tiffany è un film del 1961, diretto da Blake Edwards e tratto dall’omonimo romanzo del 1958 di Truman Capote.
Il film racconta la storia di Holly Golightly (interpretata da una meravigliosa Audrey Hepburn), una giovane ragazza che si mantiene facendo l’accompagnatrice. Una delle sue passioni è quella di guardare le vetrine del negozio Tiffany sulla Quinta Strada, dove solitamente consuma una rapida colazione. La sua è una vita dissoluta, finché non conosce Paul Varjak (George Peppard), suo nuovo vicino di casa.
Prima dell’incontro con Paul, Holly organizzava spesso dei party esclusivi a casa sua, invitando gente facoltosa, alla ricerca di un uomo ricco da sposare e da cui farsi mantenere. Ma l’incontro con Paul cambia radicalmente la sua vita, facendola riflettere sul suo passato e sulla sua vita, alla continua ricerca di una felicità fatua.
Colazione da Tiffany è sicuramente uno dei film più famosi del Novecento, soprattutto grazie alle panoramiche di una New York da favola e all’interpretazione di Audrey Hepburn, diventata una vera e propria icona di stile, grazie al suo tubino nero e alla lunga sigaretta fumata nel film.
Il film modifica leggermente il romanzo di Capote, rendendo lo stile più leggero e trasformando la storia in una commedia sofisticata.

West Side Story (1961)
West Side Story (1961)

West Side Story (1961)

Passiamo ad uno dei musical più famosi di sempre: West Side Story, diretto da Jerome Robbins e Robert Wise e ispirato dall’omonimo musical di Broadway.
La trasposizione cinematografica del famoso musical non fu affatto facile: dopo quattro anni di repliche ininterrotte a Broadway, i due registi avevano paura di non riuscire a riportare su pellicola la freschezze e l’intensità di questa storia.
In West Side Story vediamo una trasposizione dell’opera Romeo e Giulietta, ambientato nell’Upper West Side. I due protagonisti sono Maria e Tony, appartenenti a due bande rivali, gli Squali e i Jets. La loro sarà una storia d’amore tragica, come quella dei più famosi amanti della letteratura.
West Side Story rimane uno dei musical più amati e apprezzati di sempre, grazie ad una storia che lo spettatore riconosce come familiare, ma anche per l’ambientazione popolare, le coreografie realizzate perfettamente dal cast e le musiche di Bernstein e Sondheim.
Sicuramente parliamo di un caposaldo in campo di musical, che porta tematiche importanti come la violenza tra i giovani nella New York degli anni Sessanta, così come le differenze razziali.
Il film riscosse un enorme successo e vinse ben 10 Oscar su 11 nomination, tra cui quelli per Miglior Film e Migliore Regia.
New York è lo sfondo perfetto per questa storia classica/moderna, ricca di colori e musica.

Taxi Driver (1976)
Taxi Driver (1976)

Taxi Driver (1976)

Tra i migliori film ambientati a New York, troviamo sicuramente Taxi Driver, cult del 1976, diretto da Martin Scorsese ed interpretato da un immenso Robert De Niro.
Travis Bickle è un reduce del Vietnam e, soffrendo di insonnia, si fa assumere come tassista per i turni di notte. Girovagando per le strade di New York, incontra Betsy, una ragazza che lavora per la campagna politica del senatore Palantine, ma Travis non riesce ad uscire dalla sua routine e  decide di portarla in un cinema a luci rosse durante la notte, provocando la fuga della ragazza. Dopo aver acquistato delle pistole, Travis si mette in testa l’idea di uccidere il senatore Palantine.
Nelle ore notturne, Travis esplora l’umanità che popola New York, rendendosi conto di essere solo e di non avere alcuna relazione sociale importante, nonostante sia un uomo bisognoso di amore. Questa sua solitudine lo porta a cercare comunque un contatto umano, nonostante le strade della New York notturna brulichino di umanità corrotta e alla deriva. Ed è proprio così che Travis si rende conto di non poter sopportare più la corruzione della natura umana, ponendosi come obiettivo quello di ripulire questa “sporcizia” che macchia l’umanità.
Lo sguardo esistenzialista di Scorsese su Travis Bickle mostra la fragilità umana e di quanto la solitudine e la mancanza di rapporti sociali possano portare alla deriva della mente, piegandola ogni giorno.
In questo caso, Scorsese ci mostra una New York meno sfavillante, ma più consumata e sporca, caratterizzata dalla droga, dalla prostituzione e dalla violenza.
Il film, nonostante fosse nominato a quattro Oscar, non ne ha vinto nemmeno uno, nonostante Scorsese e De Niro ci mostrino la grandezza del cinema, in appena 113 minuti.

I migliori film ambientati a New York da vedere
Manhattan (1979)

Manhattan (1979)

Se parliamo di New York, uno dei film che ci viene subito in mente è sicuramente Manhattan, film del 1979, scritto e diretto da Woody Allen.
La pellicola, totalmente in bianco e nero, è ambientata a New York, dove vive lo scrittore di commedie Isaac (Woody Allen). La sua vita non lo soddisfa, soprattutto dopo il divorzio dalla prima moglie e dopo essere stato lasciato dalla seconda, per un’altra donna. Decide, quindi, di licenziarsi, nonostante sia funestato dai debiti, a causa del pagamento per il mantenimento delle sue due mogli e del figlio. Isaac, che ha una visione romantica della città, decide di intrecciare una relazione con una diciassettenne.
Manhattan è la lettera d’amore di Allen per New York, città spesso scelta come sfondo per diverse pellicole del famoso regista.
In molti considerano Manhattan come il capolavoro di Allen, proprio per il suo forte legame con la città, sfondo di questa pellicola. Allen è un po’ come New York: non solo è uno dei simboli del cinema della Grande Mela, ma è anche frenetico e spesso nevrotico.
Come in tutti i film di Allen, in Manhattan vediamo la commistione di commedia e tragedia, condita dalla sua solita pungente ironia e dai dialoghi brillanti.

I migliori film ambientati a New York da vedere
C’era una volta in America (1984)

C’era una volta in America (1984)

Chiudiamo la nostra lista di film ambientati a New York, con un cult senza paragoni: C’era una volta in America, film del 1984, diretto da Sergio Leone.
Il film è tratto dal romanzo The Hoods di Harry Grey del 1952 ed è il terzo capitolo della “trilogia del tempo” del regista, preceduto da C’era una volta il West e Giù la testa.
Il film racconta le drammatiche vicissitudini del criminale David “Noodles” Aaronson (interpretato da Robert De Niro) e dei suoi amici, dal ghetto ebraico alle vette della malavita organizzata nella New York del proibizionismo e del post-proibizionismo.
Sergio Leone ha scritto la sceneggiatura del film in un arco di tempo di circa 12-13 anni, con l’intento di realizzare un gangster movie ambientato nell’America dei primi del Novecento.
C’era una volta in America si pone come pilastro dei gangster movie, da cui molti registi venuti dopo (ma anche lo stesso Scorsese) hanno preso spunto per pellicole successive. Questa pellicola monumentale, nonostante una tiepida accoglienza da parte del pubblico al momento della sua uscita, è diventato col tempo uno dei film più amati del regista, nonché del cinema moderno.
Lo scorcio del Manhattan Bridge nel quartiere di Dumbo di Brooklyn è diventato una delle immagini più famose e iconiche del cinema.

E voi quale film ambientato a New York preferite?

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli