Firestarter

Firestarter recensione film di Keith Thomas con Zac Efron e Ryan Kiera Armstrong

Firestarter recensione film di Keith Thomas con Zac Efron, Ryan Kiera Armstrong, Sydney Lemmon, Michael Greyeyes, Kurtwood Smith e Gloria Reuben

Firestarter è arrivato al cinema decisamente in punta di piedi, facendosi notare poco rispetto alle aspettative che i fan del genere avrebbero potuto coltivare nei riguardi della nuova trasposizione cinematografica. La storia è tratta dalla penna di Stephen King, romanzo già portato sul grande schermo nel 1984 dal regista statunitense Mark L. Lester con al centro del cast una piccola Drew Barrymore, insieme a Martin Sheen, David Keith e George C. Scott.

La trasposizione attuale è diretta dal regista di The Vigil, Keith Thomas, e prodotta da Universal Pictures. Nel cast troviamo Zac Efron nei panni del padre Andy e Sydney Lemmon, la giovane mamma Vicky. La piccola Charlie viene interpretata da Ryan Kiera Armstrong, classe 2010, precedentemente conosciuta in Black Widow, la serie cult American Horror Story, La guerra di domani, IT – Capitolo 2 e The Glorias.

Ryan Kiera Armstrong è Charlie in Firestarter
Ryan Kiera Armstrong è Charlie in Firestarter (Credits: Universal Pictures)
Sydney Lemmon e Zac Efron
Vicky (Sydney Lemmon) e Andy (Zac Efron) in Firestarter (Credits: Universal Pictures)

La storia diretta da Keith Thomas potrebbe risultare sommariamente già masticata per il pubblico della grande sala. Divisa tra i generi horror e thriller, sembra scritta a tavolino per fini meramente commerciali, destinata ad un pubblico principalmente adolescenziale. Per fortuna, abbatte con umiltà questi pregiudizi scena dopo scena, con piccoli guizzi soprattutto sul finale, pur rimanendo un prodotto d’intrattenimento senza grandi ambizioni.

Charlie ricorda una giovane Eleven ma somiglia anche alla protagonista di Carrie – Lo sguardo di Satana, altro romanzo di Stephen King trasposto sul grande schermo da Brian De Palma (1976) e Kimberly Peirce (2013). Cresciuta in un clima potenzialmente represso, è poco socievole, scontrosa e taciturna con i suoi pari. Tutti la reputano strana e pazza. Ciò non fa che alimentare la sua rabbia.
Per la piccola protagonista di questo thriller fantascientifico la conseguenza è un tipo di energia interiore che non ha ancora imparato a gestire del tutto, sebbene suo padre le abbia insegnato a “disinnescare la bomba”.

Una rabbia divampa all’improvviso corrodendo qualsiasi cosa le intralci la strada. Charlie rischia infatti di uccidere i suoi stessi genitori. Un brutto incidente e le parole di papà Andy (Zac Efron) la porteranno a maturare una nuova consapevolezza e a saper gestire l’enorme potere. Affinché ciò sia possibile deve superare un rito d’iniziazione nel bosco come nelle migliori fiabe che si rispettino.

Zac Efron e Sydney Lemmon
Zac Efron e Sydney Lemmon (Credits: Universal Pictures)
Ryan Kiera Armstrong è Charlie in Firestarter
Ryan Kiera Armstrong è Charlie in Firestarter, diretto da Keith Thomas (Credits: Universal Pictures)

Con Firestarter Keith Thomas dirige un thriller ben ritmato che non manca di colpi di scena intrisi di nostalgia per le pellicole anni ’80 del genere, con buoni tecnicismi registici ed effetti speciali essenziali. Complici di questa vena malinconica sono soprattutto le melodie firmate da John Carpenter (Halloween, Christine, The Fog) e i compositori del franchise Halloween Cody Carpenter e Daniel Davies.

Zac Efron smette i panni del giovane americano palestrato, anche se con difficoltà, per indossare vesti più dark assumendo una peculiare verosimiglianza rispetto ai toni del romanzo. Vero fiore all’occhiello è invece l’interpretazione della piccola Armstrong e del personaggio secondario, l’agente segreto interpretato da Michael Greyeyes, forse il più interessante nella sceneggiatura curata da Scott Teems. Poco riusciti  sono i villain, quasi assenti, deboli e non verosimili. Si tratta di una misteriosa agenzia federale, che vorrebbe sfruttare il dono della piccola Charlie, ci riuscirà? La risposta è quasi scontata.

Sintesi

Nuova trasposizione cinematografica dal genio di Stephen King, già cult con Fenomeni paranormali incontrollabili, Firestarter non manca di colpi di scena intrisi di nostalgia per le pellicole anni '80 del genere, tra piccoli guizzi e villain sbiaditi, valorizzato dall'interpretazione notevole della piccola protagonista Ryan Kiera Armstrong.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Nuova trasposizione cinematografica dal genio di Stephen King, già cult con Fenomeni paranormali incontrollabili, Firestarter non manca di colpi di scena intrisi di nostalgia per le pellicole anni '80 del genere, tra piccoli guizzi e villain sbiaditi, valorizzato dall'interpretazione notevole della piccola protagonista Ryan Kiera Armstrong.Firestarter recensione film di Keith Thomas con Zac Efron e Ryan Kiera Armstrong