American Horror Story: 1984

American Horror Story: 1984 recensione

American Horror Story: 1984 recensione serie TV di Ryan Murphy e Brad Falchuk con Emma Roberts, Billie Lourd, Leslie Grossman e Dylan McDermott

Si è conclusa la nona stagione di American Horror Story, American Horror Story: 1984, interpretata da Emma Roberts, Billie Lourd, Leslie Grossman, Leslie Jordan, John Carroll Lynch, Cody Fern, Lily Rabe, Tanya Clarke, Dylan McDermott, Finn Wittrock, Angelica Ross, Zach Villa, Gus Kenworthy e Matthew Morrison.

Nell’estate del 1984, cinque amici decidono di lavorare come animatori a Camp Redwood scappando dalla propria città. Quello che sembra essere un lavoro divertente si trasformerà però in un vero e proprio incubo. Un serial killer che si fa chiamare Mr. Jingles (John Carroll Lynch) è intenzionato a ucciderli tutti, ma il problema più grande è che ognuno di loro ha un segreto da nascondere.

Billie Lourd in AHS: 1984
Billie Lourd in AHS: 1984

American Horror Story: 1984 recensione
Emma Roberts

La serie antologica creata da Ryan Murphy  alla sua nona stagione decide di omaggiare gli anni ’80. Proprio nel 1980, è uscito uno dei capisaldi del cinema slasher, Venerdì 13 di Sean S. Cunningham. AHS: 1984 si ispira parecchio – riprendendola anche chiaramente in diverse circostanze – alla pellicola del 1980, virando però verso il paranormale. AHS:1984 presenta un sottotesto di accompagnamento: tutte le azioni negative fanno parte di te non lasciandoti mai andare. C’è anche un messaggio di speranza, perché si può sempre migliorare invertendo la rotta. Questo non significa che tutto il passato si cancella, ma senz’altro si possono creare le basi per trasformare il futuro in un mondo migliore.

John Carroll Lynch è Mr. Jingles
John Carroll Lynch è Mr. Jingles

American Horror Story: 1984
American Horror Story: 1984

Gli anni ’80 sono immortali e nessun periodo può eguagliarli, nel bene e nel male. Si prendono anche in giro i cliché degli horror, come ad esempio nella sequenza in cui Donna Chambers (Angelica Ross) spiega a Brooke Thompson (Emma Roberts) che nei film horror i neri muoiono per prima. Ryan Murphy inserisce tra i protagonisti Richard Ramirez (Zach Villa), serial killer americano realmente esistito, soprannominato dai media “Night Stalker” e autore di almeno 13 omicidi nel 1985. Ramirez introduce le tematiche del satanismo, affiancandosi dunque a Mr. Jingles nella rappresentazione del male, risultando tuttavia personaggio non particolarmente memorabile né originale.

AHS ha da sempre avuto la forza di scegliere un cast artistico di prim’ordine, e 1984 si conferma sulla stessa scia nonostante le assenze Evan Peters, Sarah Paulson, Kathy Bates e Jessica Lange, in particolar modo grazie alle performance di Emma Roberts e John Carroll Lynch. Quest’ultimo con Mr. Jingles è probabilmente il personaggio più interessante di questa stagione che si rivela avvincente e dalla suspense ben calibrata, soprattutto nei primi episodi incentrati sul massacro di Camp Redwood.

Dylan McDermott in AHS: 1984
Dylan McDermott in AHS: 1984

Cody Fern in American Horror Story: 1984
Cody Fern in American Horror Story: 1984

American Horror Story: 1984 non è tuttavia esente da difetti: le sequenze d’azione sono realizzate mediocremente e appaiono confusionarie, così come la dimensione del paranormale viene spinta eccessivamente, virando verso il trash e lo straniamento dello spettatore. Alcuni personaggi secondari sono privi di spessore e, come scritto pocanzi, la narrazione perde di appeal dopo la conclusione delle vicende di Camp Redwood.

Non siamo dunque ai livelli dei primi tre fantastici racconti, ma comunque in ascesa rispetto alle ultime stagioni grazie ad una buona storia e ad una rinnovata dose di idee e cuore. Per non parlare poi del personaggio destinato a diventare nuova icona di AHS, Mr. Jingles.

Sintesi

Pur non essendo ai livelli dei primi tre fantastici racconti, American Horror Story: 1984 si rivela in ascesa rispetto alle ultime stagioni grazie ad una buona storia e ad una rinnovata dose di idee e cuore.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un [TFF 38]

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un, Yang Heung-ju, Park Hyeon-yeong e Park Seung-jun in concorso al Torino Film Festival 38 Crescere, cambiare,...

Elegia americana recensione film di Ron Howard con Amy Adams e Glenn Close [Netflix Anteprima]

Elegia americana recensione film Netflix di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Haley Bennett, Freida Pinto e Owen Asztalos Tu non sai un...

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria [TFF 38]

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria con Antonio Pitanga e Ana Flavia Cavalcanti al Torino Film Festival 38 Memory...

Cinema News del 24 novembre [Rassegna Stampa]

Luca Guadagnino produce un biopic su Tennesee Williams Mark Ruffalo papà di Ryan Reynolds in The Adam Project Anthony Mackie in versione Liam...

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini [TFF 38]

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini, Marcelo Alonso, Davide Iacopini, Anita Caprioli e Paolo Pierobon al Torino Film Festival Parla...

Antidisturbios recensione serie TV di Rodrigo Sorogoyen e Isabel Peña Episodi 1-2 [TFF 38]

Antidisturbios recensione miniserie TV di Rodrigo Sorogoyen e Isabel Peña con Vicky Luengo, Raúl Arévalo e Álex García al Torino Film Festival 38 Sono stati presentati...

Mi chiamo Francesco Totti recensione film documentario di Alex Infascelli [Sky Now TV]

Mi chiamo Francesco Totti recensione documentario di Alex Infascelli scritto da Francesco Totti con Paolo Condò disponibile su Sky e Now TV Alex Infascelli nella sua...

Il talento del calabrone recensione film di Giacomo Cimini con Sergio Castellitto e Anna Foglietta [Amazon Prime Video]

Il talento del calabrone recensione film di Giacomo Cimini con Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, Anna Foglietta e Marina Occhionero su Prime Video La storia raccontata da...

Logan – The Wolverine recensione film di James Mangold con Hugh Jackman

Logan - The Wolverine recensione del film di James Mangold, con Hugh Jackman, Patrick Stewart, Dafne Keen, Boyd Holbrook e Stephen Merchant Da un paio d'anni il...

Cinema News del 23 novembre [Rassegna Stampa]

Black Panther 2 inizierà le riprese a luglio Weekend su Amazon Prime Video a dicembre L’Associazione delle Film Commission Europee mette in palio...