Box Office USA: Frozen 2 da record con il miglior weekend d’apertura di sempre per un film d’animazione

Box Office Cinema USA weekend 22-24 novembre
Box Office Cinema USA: Frozen 2 da record segna il miglior weekend d'apertura di sempre per un film d'animazione

Box Office Cinema USA: Frozen 2 vola con un esordio record da 350 milioni di dollari nel mondo. Sul podio Le Mans ’66 e Un amico straordinario con Tom Hanks

Incredibile esordio al Box Office USA per Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle che batte l’originale con ben 127 milioni di dollari durante il weekend, miglior esordio di sempre per un film d’animazione fuori dal periodo estivo e quarto miglior esordio di tutti i tempi dietro Il Re Leone (2019) con 191,8 milioni di dollari, Gli Incredibili 2 (2018) con 182,7 milioni e Finding Dory (2016) con 135,1 milioni di dollari. Il film di Jennifer Lee e Chris Buck segna inoltre il miglior esordio di sempre su IMAX per un film d’animazione, sequel attesissimo che ha attirato in maniera prevalente le famiglie (70%) ed il pubblico femminile.

All’estero Frozen 2 incassa 223 milioni di dollari e con l’esordio globale record da 350 milioni di dollari registra il miglior weekend d’apertura di sempre per un film d’animazione all’uscita nelle sale. Il successo di Frozen nel 2013 è stato rappresentato anche da una grande longevità del titolo nelle sale cinematografiche, non è dunque così scontato che Frozen 2 riesca a battere l’originale che ha incassato nel mondo 1,274 miliardi di dollari, ed è in ogni caso troppo presto per avere dati sufficienti da studiare per analizzare i trend degli incassi, che ad eccezione di Avengers: Endgame non mentono mai.

Scende al secondo posto Le Mans ’66 dopo l’ottimo esordio della scorsa settimana, flessione quasi del -50%, 16 milioni di dollari in patria e quasi 15 milioni all’estero per un box office globale che supera già i 100 milioni attestandosi a 103,8 milioni di dollari e certificando il successo della pellicola diretta da James Mangold.

Scaricate la nostra esclusiva infografica sul Box Office USA:

Box Office Cinema USA weekend 22-24 novembre
Infografica sul Box Office Cinema USA weekend 22-24 novembre a cura di MadMass.it

Un amico straordinario (A Beautiful Day in the Neighborhood) con Tom Hanks nei panni dell’icona televisiva americana Fred Rogers si piazza al terzo posto con 13,5 milioni e una critica estremamente positiva, attirando principalmente ed inevitabilmente un pubblico over 25 per un titolo di difficile esportabilità all’estero, essendo la figura e l’influenza di Mister Rogers rivolta prettamente al mondo televisivo e alla cultura statunitense.

Al quarto posto il poliziesco 21 Bridges con Chadwick Boseman (T’Challa di Black Panther), Taylor Kitsch, Sienna Miller e J.K. Simmons, che raccoglie soltanto 9,2 milioni e con i 2,7 milioni dall’estero raggiunge i 12 milioni di dollari totali, per un esordio decisamente sottotono che non riesce ad attirare il pubblico under 25 e rischia di aggravarsi ulteriormente alla seconda settimana di programmazione.

Scende al quinto posto con una flessione del -45% Midway, con 4,7 milioni nel weekend e un box office globale che supera gli 85 milioni di dollari. Il war movie di Roland Emmerich punta adesso a raggiungere il club dei film da 100 milioni di dollari nonostante le performance in Europa non siano esaltanti, in attesa dell’uscita in Italia che, numeri alla mano, potrebbe rivelarsi determinante per raggiungere l’ambita cifra tonda.

Scende dal quarto al sesto posto Playing with Fire, la commedia familiare con John Cena che con 4,6 milioni nel weekend e 37 milioni di dollari globali ha ampiamente superato il budget di produzione di 25 milioni di dollari.

Rimane saldamente al settimo posto con 3,3 milioni di dollari incassati nel weekend L’inganno perfetto, il thriller con Helen Mirren e Ian McKellen che perde il -40% con una piccola, controproducente espansione nelle sale e raggiunge i 17 milioni di dollari globali.

Dopo il pessimo esordio crolla dal terzo all’ottavo posto Charlie’s Angels, terribile flessione del -62% per il film diretto da Elizabeth Banks con Kristen Stewart, Naomi Scott e Ella Balinska che raccoglie 900 dollari scarsi per sala, 3,1 milioni di dollari nel weekend ed un magrissimo box office in Nord America di 14 milioni, parzialmente recuperato all’estero per un incasso globale di 43,5 milioni di dollari.

Scende dal quinto al nono posto Last Christmas, la commedia natalizia con Emilia Clarke scritta da Emma Thompson sulle note di George Michael: 3 milioni nel weekend, 28 in patria e quasi 52 nel mondo per l’ennesimo successo al botteghino di Daenerys.

in Top 10 da 8 settimane chiude Joker, che saluta la classifica con 2,8 milioni nel weekend, 327 milioni in Nord America e 1,035 miliardi totali al botteghino per il film con Joaquin Phoenix che ha segnato la rinascita dell’universo cinematografico DC Comics.

Tra le uscite limited spicca Dark Waters, 110k in soli quattro cinema e migliore media per sala della classifica (27,5k) per il legal thriller di Todd Haynes con Mark Ruffalo, Anne Hathaway e Tim Robbins.

Se amate gli approfondimenti sul Box Office USA, continuate a seguirci e non mancate la prossima settimana, sempre sulle pagine di MadMass.it.