Midway

Midway recensione

Midway recensione del film di Roland Emmerich con Ed Skrein, Patrick Wilson, Luke Evans, Mandy Moore, Aaron Eckhart, Dennis Quaid e Woody Harrelson

Da molti ritenuto uno dei più importanti registi del cinema catastrofico, Roland Emmerich vanta una filmografia molto variegata, con tonfi epocali (leggasi Godzilla) e progetti atipici come Anonymous e Stonewall. Dopo il sequel di uno dei suoi prodotti di maggior successo, Independence Day, il cineasta tedesco torna con un film fortemente voluto, anche di fronte al rifiuto degli Studios, basato su uno dei momenti cruciali della Seconda Guerra Mondiale, la battaglia di Midway, tassello fondamentale per la riscossa degli Stati Uniti e per il cambiamento delle sorti del conflitto. Un controcampo di Pearl Harbor, se vogliamo, non a caso diretto nel 2001 da un regista a lui affine come Michael Bay.

Roland Emmerich parte da una costruzione storica che sembra tutto sommato credibile per mettere in scena quello che sa fare meglio: interminabili sequenze d’azione che si svolgono prevalentemente a bordo di aeroplani impegnati in continue evoluzioni. Uno schema a cui siamo abituati e che rientra nel modo di concepire il cinema del regista tedesco. Forse memore della lezione di Nolan (Dunkirk), Emmerich sceglie di sposare diversi punti di vista nel racconto della battaglia, abbracciando persino quello giapponese negli unici spezzoni in cui il film abbandona quella retorica e quel patriottismo tipici di molta produzione americana.

Ed Skrein e Mandy Moore
Ed Skrein e Mandy Moore

Midway recensione
Nick Jonas in Midway

L’idea è ben precisa: celebrare e riportare alla memoria una serie di eroi che con il coraggio hanno contribuito alla grandezza degli Stati Uniti (e non è casuale che il protagonista sia forse quello più dimenticato dalla Storia). Nella ricostruzione del conflitto, Midway si sofferma sugli episodi chiave, partendo da un iniziale momento di pace tra i due Paesi per arrivare a mettere in scena Pearl Harbor e a raccontare quel sentimento di rivalsa che cominciò a pervadere i soldati americani. Di fatto, la battaglia nel Pacifico rappresentò uno dei casi più emblematici di come il coraggio e la strategia militare possano ribaltare un esito che appare inevitabile.

Potendo contare su un mix di attori affidabili come Woody Harrelson, Patrick Wilson, Luke Evans, Aaron Eckhart e Dennis Quaid, e giovani promesse quali Ed Skrein e Nick Jonas, Emmerich sacrifica la psicologia dei personaggi e punta sulla loro fisicità, riducendoli a caratteri molto basilari. Ne risulta evidentemente penalizzata la sceneggiatura, che soffre terribilmente soprattutto nelle scene di raccordo, quando l’azione lascia spazio al dialogo e all’approfondimento del background dei protagonisti. Questo aspetto porta inevitabilmente chi guarda a disinteressarsi della trama e ad attendere con impazienza le sequenze action che, sebbene non particolarmente innovative, riescono a tenere a livello di suspense e spettacolarità.

Dennis Quaid
Dennis Quaid è l’Ammiraglio William “Bull” Halsey in Midway

Woody Harrelson in Midway
Woody Harrelson in Midway

È quindi molto complicato dare un giudizio esaustivo su Midway. Da una parte, infatti, accontenterà i fan di Emmerich e chi è alla ricerca di un war movie frenetico e senza fronzoli. Dall’altra, invece, deluderà chi si aspetta un racconto stratificato e in grado di analizzare con precisione le psicologie di personaggi che si trovano a vivere situazioni limite. In un genere in cui i film di qualità sono molti, e alcuni anche recenti, riteniamo fosse lecito sperare in un qualcosa di migliore o quanto meno non rassegnarsi all’esagerata retorica patriottica di qualche scena madre.

Sergio

Sintesi

Roland Emmerich celebra e riporta alla memoria una serie di eroi che con il loro coraggio hanno contribuito alla grandezza degli Stati Uniti, attraverso la messa in scena di un war movie frenetico e ricco di interminabili sequenze d’azione, puntando sulla fisicità di attori affidabili e giovani promesse ridotti tuttavia a caratteri molto basilari da una sceneggiatura esile.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...