Joker

Joker recensione [Venezia 76]

Joker recensione del film di Todd Phillips con Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Zazie Beetz e Frances Conroy

Quand’è che un film è bello? E quando è riuscito?
Compito forse della critica (persa spesso in mille rivoli inutili e inutili diatribe) rispondere. Meglio se si può fare con un film.
Com’è Joker? È bello, è brutto, è necessario, è un cinecomic?

Atteso in maniera spasmodica in un preciso momento storico dove i fumetti hanno colonizzato (a torto o a ragione) l’immaginario cinematografico, ma soprattutto atteso al varco dai vari fan ansiosi di vedere come e se la Warner – che detiene i diritti degli eroi DC – sia riuscita a portare sul grande schermo un personaggio che è diventato una vera e propria icona, Joker si gioca il tutto per tutto mostrandosi in anteprima mondiale durante Venezia 76, addirittura nella selezione ufficiale.

Joaquin Phoenix
Joaquin Phoenix sotto il trucco da Joker

Il fuoco incrociato della stampa al Lido si sa, non sempre è obiettivo e non sempre centra l’obiettivo. Certo è che il film di Todd Phillips, già autore della trilogia Una Notte Da Leoni (The Hangover) nasce bicefalo: da una parte un film strutturalmente esile, con una trama fin troppo lineare e uno svolgimento che segue in maniera calligrafica e pedissequa un percorso verso la dannazione, dall’altra una prova d’attore magistrale, un monumento ad un interprete fenomenico.

Joker recensione
Il Joker di Joaquin Phoenix

Joaquin Phoenix polarizza letteralmente tutto il film, lo carica di energia e lo demonizza ed esorcizza in continuazione: in scena dalla prima all’ultima sequenza, letteralmente, Phoenix è mostruoso nel costruire un personaggio di per sé banale e banalizzante ma che invece già dalla primissima inquadratura riporta echi letterari e nobili e mostra una profondità non comune. L’Arthur Fleck di Phoenix, ovvero il ragazzo frustrato che vive con una mamma padrona passiva-aggressiva e che subisce i calci (letterali) della vita mentre una volta a settimana va ai servizi sociali per poter avere i suoi psicofarmaci, è un paradigma di paranoia e brutalità sopita, un simbolo suburbano, uno specchio scuro nel quale riflettere le nostre peggiori incarnazioni.

Robert De Niro e Joaquin Phoenix in Joker
Robert De Niro e Joaquin Phoenix in Joker

E non sarà un caso, o forse è proprio il destino, che Phoenix si incontri e si scontri proprio con lo stesso De Niro scorsesiano (da Taxi Drivers a Re Per Una Notte) che nel secolo scorso aveva dato vita al prototipo da psicodramma maniacale invaso dalla follia della città moderna: perché sarà un colpo di pistola ad unirli, e quasi a passare il testimone ad un Phoenix che con il suo Joker mette un punto ad un certo tipo di personaggio al cinema.

Joker recensione
Joker recensione del film di Todd Phillips con Joaquin Phoenix in Concorso alla 76. Mostra di Venezia

Pieno di inventiva, corrosivo, acido, bestiale, patetico: Joaquin attraversa tutte le sfumature del dolore e le risputa fuori in un verso tragico e spaventoso (geniale, a metà strada tra risata e pianto), non si limita ad interpretare un Joker ma ne indossa letteralmente panni e trucco, reinventando il personaggio e allo stesso tempo rimanendo fedele al suo nucleo pieno di magma ribollente nei fumetti.

Sorpassando in un volo tragico, e in un colpo solo, i precedenti: dal grottesco Cesar Romero al fin troppo caricaturale Jack Nicholson fino al mimetico Heath Ledger, anche se ognuno di loro ha dato un peso specifico al personaggio, solo Phoenix ha saputo renderlo realmente sano portatore di caos e anarchia, nel rispetto dei paradigmi fumettistici (stabiliti, una volta per tutte, dal The Killing Joke di Alan Moore e Brian Bolland).

E la sua andatura trasognata, traballante e danzante è già cult.

Gianlorenzo

Sintesi

L'attesissimo Joker di Todd Phillips si rivela da una parte un film strutturalmente esile, con una trama fin troppo lineare e uno svolgimento che segue in maniera calligrafica e pedissequa un percorso verso la dannazione, dall’altra una prova d’attore magistrale, un monumento ad un interprete fenomenico. Joaquin Phoenix polarizza letteralmente tutto il film, lo carica di energia e lo demonizza ed esorcizza in continuazione, mostruoso nel costruire un personaggio di per sé banale e banalizzante ma che invece già dalla primissima inquadratura riporta echi letterari e nobili e mostra una profondità non comune.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Over the Moon – Il fantastico mondo di Lunaria recensione film d’animazione di Glen Keane [Netflix]

Over the Moon - Il fantastico mondo di Lunaria recensione film d'animazione Netflix di Glen Keane con Cathy Ang, Phillipa Soo, Robert G. Chiu e...

Bastardi senza gloria recensione del film di Quentin Tarantino

Bastardi senza gloria recensione del film di Quentin Tarantino con Brad Pitt, Christoph Waltz, Mélanie Laurent, Diane Kruger, Michael Fassbender ed Eli Roth Dall'epica in due...

Hollywood Party recensione film con Peter Sellers [Flashback Friday]

Hollywood Party recensione del film di Blake Edwards con Peter Sellers, Claudine Longet, J. Edward McKinley e Steve Franken Il decennio di cinema moderno americano...

Dovlatov – I libri invisibili recensione film di Alexey German Jr. [Anteprima]

Dovlatov - I libri invisibili recensione del film di Alexey German Jr. con Milan Marić, Danila Kozlovksy, Helena Sujecka, Artur Beschastny e Svetlana Khodchenkova Il vincitore...

Cinema News del 23 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 23 ottobre: il trailer di Notizie dal mondo con Tom Hanks, la prima immagine di Tom Holland in Uncharted, il trailer...

La regina degli scacchi recensione serie TV con Anya Taylor-Joy [Netflix Anteprima]

La regina degli scacchi recensione serie TV Netflix creata da Scott Frank e Allan Scott, basata sul romanzo di Walter Tevis con Anya Taylor-Joy,...

Ricordiamo la saga di Indiana Jones in occasione dell’anniversario de I predatori dell’arca perduta [Throwback Thursday]

In occasione dell’anniversario dell’uscita italiana de I predatori dell’arca perduta, ricordiamo insieme la saga di Lucas, Spielberg e Ford Indiana Jones Il 22 ottobre del...

Cinema News del 22 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 22 ottobre: il trailer del nuovo film d'animazione Disney Raya e l’ultimo drago, ancora Mank, lo sciagurato Joker di Jared Leto...

Lo squalo recensione film di Steven Spielberg

Lo squalo recensione del film di Steven Spielberg con Roy Scheider, Richard Dreyfuss, Robert Shaw, Lorraine Gary e Murray Hamilton Come nelle grandi sceneggiature, la prima...

Borat 2 Subsequent Moviefilm recensione film con Sacha Baron Cohen [Amazon Prime Video Anteprima]

Borat Subsequent Moviefilm (Borat - Seguito di film cinema) recensione film di Jason Woliner con Sacha Baron Cohen e Irina Nowak il sequel di...