Box Office Italia: Le Mans ’66 taglia per primo il traguardo anche in Italia

Box Office Cinema Italia weekend 14-17 novembre
Box Office Cinema Italia: Le Mans '66 è primo al traguardo anche in Italia, seguono Le ragazze di Wall Street e Parasite

Box Office Cinema Italia: Le Mans ’66 taglia per primo il traguardo anche in Italia, mentre Le ragazze di Wall Street incantano il Bel Paese e Parasite sfiora il milione di euro. Male Zombieland – Doppio Colpo

Il Box Office Italia rimane saldamente in positivo rispetto all’anno scorso segnando il +14.47% rispetto al 2018, nonostante una battuta d’arresto del -21.37% rispetto allo stesso weekend dello scorso anno che vide l’esordio di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, con Le Mans ’66 che, in vetta al Box Office USA, primeggia all’esordio anche in Italia con 1,2 milioni di euro nel weekend lungo in quasi 500 schermi e 2,5k di media.

Scende al secondo posto Le ragazze di Wall Street, che regge benissimo alla seconda settimana di programmazione con 1,15 milioni di deuro, si espande in un’altra quarantina di schermi per un totale di 389, raggiunge i 3,17 milioni di euro e segna soprattutto la migliore media per schermo del weekend, quasi 3k, con una flessione del solo -27%.

Segue la nostra esclusiva infografica sul Box Office Italia:

Box Office Cinema Italia weekend 14-17 novembre
Infografica sul Box Office Cinema Italia weekend 14-17 novembre a cura di MadMass.it

Sul gradino più basso del podio all’esordio Sono solo fantasmi, l’horror comedy con Christian De Sica, Carlo Buccirosso e Gianmarco Tognazzi che incassa 812mila euro su ben 469 schermi e la terza peggiore media per schermo della Top 10, 1732€.

Scende al quarto posto La famiglia Addams, che dopo tre settimane di programmazione si avvia verso i 6 milioni di euro di incassi, con 684mila euro nel weekend e una flessione del -41%.

Scende quinto posto la commedia diretta ed interpretata da Alessandro Siani Il giorno più bello del mondo, 629mila euro alla terza settimana di programmazione, -51% rispetto allo scorso weekend e 5,72 milioni di euro di incasso totale.

Scende al sesto posto Joker, -36% alla settima settimana di programmazione, 476mila euro e 28,7 milioni di euro totali, a caccia del secondo posto per maggiori incassi totali del 2019 in Italia detenuto da Avengers: Endgame, a quota 30,2 milioni di euro grazie al maggior costo delle proiezioni in 3D, già superato da Joker in termini di presenze.

Rimane stabile al settimo posto nella Top 10 il vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes, Parasite, flessione minima del -17%, espansione in altri 52 schermi e seconda migliore media per sala del weekend lungo con 2629€, secondo soltanto a Le ragazze di Wall Street, 449mila euro nel weekend e il milione di euro sfiorato al botteghino.

Bruttissimo esordio all’ottavo posto per Zombieland – Doppio Colpo, peggiore media per sala della Top 10 con 1561€ su poco meno di 300 schermi, soltanto 446mila euro per un film con il Premio Oscar Emma Stone, Woody Harrelson, Jesse Eisenberg e Rosario Dawson, seguito di un piccolo cult forse non notissimo in Italia, non rilanciato sul piccolo schermo se non con poca visiblità in seconda e terza serata su Rai 4 in prossimità dell’uscita. Zombie, risate e fascino per un film colpevolmente ignorato in Italia, Warner Bros. poteva fare solo meglio di così.

Stabile al nono posto La Belle Epoque distribuito da I Wonder Pictures, 432mila nel weekend lungo e 871mila euro totali per un’ottima media per sala di 2,4k in meno di 100 schermi e flessione del -25%. Il milione di euro non è lontanissimo per il film di Nicolas Bedos con Daniel Auteuil, Fanny Ardant e Guillaume Canet.

Chiude la classifica Maleficent – Signora del Male, 395mila euro alla quinta settimana di programmazione (-43%), raggiunti i 12 milioni totali al botteghino, circa 500mila euro meno del primo Maleficent alla quinta settimana per un franchise che in Italia regge benissimo il confronto con il successo del suo precedessore.

Il Box Office Italia vi aspetta la settimana prossima, sempre sulle pagine di MadMass.it.