Blocco 181

Blocco 181 recensione serie TV con Laura Osma e Salmo [Sky NOW Anteprima]

Blocco 181 recensione serie TV Sky di Giuseppe Capotondi, Ciro ViscoMatteo Bonifazio con Laura Osma, Alessandro Piavani, Andrea Dodero, Salmo, Alessandro Tedeschi e Alessio Praticò

Dopo due serie cult ambientate rispettivamente a Roma (Romanzo Criminale) e Napoli (Gomorra), un nuovo prodotto targato Sky e con tematiche legate al crimine approda a Milano. Blocco 181 riporta la città del Biscione sulla cartina geografica del crimine italiano, una veste che al capoluogo lombardo mancava da un po’: se nei polizieschi degli anni ’70 Milano era protagonista assoluta – anche nei titoli stessi dei film, pensiamo a Milano calibro 9 o Milano odia: la polizia non può sparare – negli ultimi anni aveva perso quell’appeal a favore di storie più legate alla finanza o alla moda.

Come svela il produttore Nils Hartmann nel corso della conferenza stampa di presentazione, durante la produzione della serie le due parole chiave sono state: diversa e originale. Un obiettivo mantenuto nel prodotto finale che già nel primo episodio si smarca dalle serie e film ambientati nel mondo criminale che ormai siamo abituati a vedere; Blocco 181 incuriosisce fin dal primo spunto narrativo, uno strano triangolo amoroso composto da Bea (Laura Osma) appartenente a una gang latina, Mahdi (Andrea Dodero) nato e cresciuto nel quartiere che dà il titolo alla serie e infine Ludo (Alessandro Piavani) ragazzo benestante nella borghesia milanese e amico fraterno di Mahdi.

Laura Osma
Laura Osma (Credits: Gabriele Micalizzi/CESURA/Sky)
Blocco 181 recensione serie TV Sky con Laura Osma e Alessandro Piavani
Laura Osma e Sergio Andrade Saavedra in Blocco 181 (Credits: Gabriele Micalizzi/CESURA/Sky)

“Un Romeo e Giulietta e Romeo”, scherzano i registi Giuseppe Capotondi, Ciro Visco e Matteo Bonifazio. Lo scontro fra la durezza della vita nel quartiere e la forza del rapporto a tre dei protagonisti dà vita a una serie dal grande potenziale e capace di esprimere una propria personalità ben distinta. Da un lato l’idea molto ampia di amore, che esso sia sentimentale, verso un amico o verso il proprio quartiere, dall’altro la prigione senza sbarre in cui i personaggi sono costretti a muoversi. Ed è proprio il concetto del blocco ad essere uno dei temi cardine, i registi hanno scelto di non concentrarsi nel racconto di una sola periferia, ma nel racconto di una periferia ideale: difatti la serie non è ambientata in luoghi specifici della città ma in più zone che formano una periferia verosimile ma non vera.

Blocco 181 non osserva la strada con occhio neorealistico bensì la ricostruisce per arrivare a nuovi stimoli visivi e concettuali, un esempio su tutti sono alcune inquadrature che mostrano il quartiere non molto lontano dai grattacieli centrali della città, un piccolo particolare (ottenuto dalla computer grafica) ma molto simbolico.

Laura Osma e Alessandro Piavani
Laura Osma e Alessandro Piavani (Credits: Gabriele Micalizzi/CESURA/Sky)
Blocco 181 recensione serie TV Sky con Laura Osma e Alessandro Piavani
Blocco 181 serie TV Sky con Laura Osma, Alessandro Piavani, Andrea Dodero e Salmo (Credits: Gabriele Micalizzi/CESURA/Sky)

L’elemento che forse più di tutti incuriosisce è la presenza di Salmo, celebre rapper che qui per la prima volta si cimenta con la recitazione. Il suo ruolo davanti alla macchina da presa è quello di Snake, metodico braccio destro dello spacciatore Lorenzo (Alessandro Tedeschi). Questo ruolo arriva dopo diversi flirt del rapper di Olbia con il mondo del cinema, facile pensare ai molti riferimenti cinematografici nella sua discografia o al videoclip di Lunedì con protagonista Alessandro Borghi; per quanto il suo non sia un ruolo primario, se la cava bene davanti alla macchina da presa e, scherzando, definisce l’esperienza di attore come “traumatica”.

In ogni caso, Salmo si è occupato personalmente di tutto il reparto delle musiche all’interno della serie. Non solo delle canzoni non originali ma anche producendo un intero album (Blocco 181 – Original Soundtrack, in uscita il 27 maggio) del tutto dedicato al film e in cui sono coinvolti molti cantanti di spicco della scena italiana come Noyz Narcos, Ernia, Rose Villain, Lazza, Gué e rapper emergenti come El Dicy Boy e Isaias LM. Lo stesso Salmo si è definito un direttore d’orchestra per quanto riguarda il disco e ha raccontato il lungo lavoro dietro al personaggio. Il mondo del cinema sembra averlo convinto del tutto poiché ha annunciato che sta scrivendo un film di cui sarà regista ma, probabilmente, non attore protagonista. Un progetto per ora top secret.

Cruda ed erotica, violenta e credibile, costantemente in bilico fra la desolazione del quartiere e lo spaccio di cocaina nei quartieri alti, Blocco 181 convince grazie, tra le altre cose, ad un’idea di messa in scena ben precisa e a un comparto attoriale del tutto in parte tanto nei protagonisti quanto nei comprimari. La serie arriverà dal 20 maggio su Sky Atlantic e in streaming su NOW, inoltre siamo già sicuri di una seconda stagione confermata dai produttori.

Sintesi

Cruda ed erotica, violenta e credibile, costantemente in bilico fra la desolazione dei sobborghi e lo spaccio di cocaina nei quartieri alti, Blocco 181 convince grazie ad un’idea di messa in scena ben precisa e a un comparto attoriale del tutto in parte tanto nei protagonisti quanto nei comprimari, smarcandosi dalle serie e film ambientati nel mondo criminale che siamo abituati a vedere e ricostruendo la periferia per arrivare a nuovi stimoli visivi e concettuali.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Cruda ed erotica, violenta e credibile, costantemente in bilico fra la desolazione dei sobborghi e lo spaccio di cocaina nei quartieri alti, Blocco 181 convince grazie ad un’idea di messa in scena ben precisa e a un comparto attoriale del tutto in parte tanto nei protagonisti quanto nei comprimari, smarcandosi dalle serie e film ambientati nel mondo criminale che siamo abituati a vedere e ricostruendo la periferia per arrivare a nuovi stimoli visivi e concettuali.Blocco 181 recensione serie TV con Laura Osma e Salmo [Sky NOW Anteprima]