Spy x Family Code: White

Spy x Family Code: White recensione film anime di Takashi Katagiri [Anteprima]

Una nuova trasposizione del manga Spy × Family di Tatsuya Endo

Spy x Family Code: White recensione film anime di Takashi Katagiri [Anteprima]

Spy x Family Code White di Takashi Katagiri (Credits: Tatsuya Endo/Shueisha)
Spy x Family Code White di Takashi Katagiri (Credits: Tatsuya Endo/Shueisha)

Se c’è un problema che spesso affligge le operazioni come Spy × Family Code: White è la difficoltà nel far sentire ben accolti coloro che non conoscono il materiale di partenza. Il film infatti non è una nuova trasposizione del manga Spy × Family di Tatsuya Endo, ma si presenta come un lungo episodio della serie anime tratta dallo stesso.

Non è un’idea nuova nel panorama dell’animazione giapponese. Anime di grandissimo successo hanno ripetutamente sfornato prodotti del genere, potendo sfruttare la propria grande popolarità per poter glissare sulla loro mitologia pregressa.

Tuttavia il prodotto in questione non gode dello stesso impatto culturale di suoi “colleghi” ben più famosi (Dragon Ball, Naruto, One Piece, solo per citarne alcuni) che sono conosciuti almeno di fama anche da chi non segue il mondo dell’animazione giapponese. Pertanto lo spettatore che non sia già fan di manga e/o anime rischia di sentirsi estraneo a ciò che sta vedendo.

Fortunatamente gli autori si dimostrano consapevoli di questo limite e il film inizia con una voce narrante che ci introduce al mondo in cui si svolge la vicenda e ai protagonisti. Veniamo così a sapere che la famiglia di spie del titolo è composto da Loid (agente segreto infiltrato in un paese nemico), la moglie (per convenienza) Anya (letale sicario a insaputa di lui), la figlia adottiva Yor (che conosce la verità sui genitori adottivi perché segretamente telepate) e il loro cane (dotato del potere della preveggenza).

Spy x Family Code White di Takashi Katagiri (Credits: Tatsuya Endo/Shueisha)
Spy x Family Code White di Takashi Katagiri (Credits: Tatsuya Endo/Shueisha)

Una presentazione indubbiamente bulimica di informazioni ma in grado di fornire a chiunque guardi il film un bagaglio di conoscenze necessario per poter comprendere quanto sta per vedere. Il resto della vicenda intreccia una vacanza di famiglia del quartetto (in realtà necessaria a Loid per proseguire la sua missione segreta) con le vicende militari e politiche dei due fittizi paesi attorno a cui ruota la serie. Grazie a questa intuizione, il film può imbastire una storia che sia chiara a tutti.

Il resto dell’avventura prosegue alternando scene di vita familiare, equivoci, gag da commedia e sequenze di combattimento, esagerate e fisicamente impossibili, tipiche di questo genere di anime. Lo spettacolo che ne risulta è indubbiamente gradevole, grazie a un’ottima animazione e personaggi simpatici, carismatici e con un design efficace.

La problematica maggiore risiede nel ritmo eccessivamente dilatato: appare chiaro che una storia che poteva durare una sessantina di minuti (risultando così in un episodio della serie diviso in tre parti) sia spalmata in un minutaggio di poco meno di due ore per poter arrivare in sala come lungometraggio.

Nonostante questo, Spy × Family Code: White si lascia comunque vedere con piacere. E potrebbe far venire voglia ad alcuni profani di approfondire questo universo narrativo. In fin dei conti, è proprio questo lo scopo principale di film come questi.

Spy x Family Code White di Takashi Katagiri (Credits: Tatsuya Endo/Shueisha)
Spy x Family Code White di Takashi Katagiri (Credits: Tatsuya Endo/Shueisha)

Sintesi

Il film di Spy × Family è una commedia d'azione ben animata, che riesce a intrattenere nonostante sia palesemente dilatato. Riesce inoltre a coinvolgere anche chi non conosce la serie originale grazie a una ben studiata introduzione

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da sei anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli