The Deep

The Deep recensione

The Deep recensione del film di Baltasar Kormákur con Ólafur Darri Ólafsson, Stefan Hallur Stefánsson, Joi Johannsson e Thora Bjorg Helga

Pellicola drammatica girata in Islanda, tratta da una storia vera e sconvolgente, The Deep ruota intorno a quella che sembra essere più una leggenda che un evento reale. Nelle isole Vestmann in una notte del gelido inverno del 1984, un peschereccio si inabissa lontano dalla costa. I membri dell’equipaggio, nonostante i molti tentativi per cercare di salvarsi, muoiono nelle acque congelate dell’oceano. Solo un uomo riesce a salvarsi: Gulli (Ólafur Darri Ólafsson). Nuotando e camminando per ore ed ore nel clima rigido dell’Islanda, Gulli riesce a tornare a casa e a scatenare la sorpresa di tutti. La comunità scientifica tenta quindi di giungere ad una risposta, seppur tale obiettivo risulti quasi impossibile.

Ólafur Darri Ólafsson
The Deep recensione del film di Baltasar Kormákur con Ólafur Darri Ólafsson

Joi Johannsson e Thora Bjorg Helga
Joi Johannsson e Thora Bjorg Helga

La regia di Kormákur è carica di mezzi primi piani e di molti dettagli, soprattutto nella prima parte della pellicola. La macchina da presa cerca di rimanere molto vicina ai personaggi che vuole presentare al pubblico e man mano che la storia si evolve la visuale si allontana. Durante la terribile disavventura di Gulli le inquadrature lo ritraggono come un piccolo puntino immerso in acque gelide ed ostili.

La realtà che viene rappresentata, quella delle isole Vestmann, è una realtà fredda, piccola, scura e per questo soffocante. La fotografia chiaramente non punta ad avere colori accesi ma vira verso colori scuri e spenti, capaci di rappresentare perfettamente l’atmosfera. I ritmi della narrazione sono lenti, apatici. Un po’ per favorire un’idea reale della vita dei marinai e della terribile esperienza del protagonista, un po’ perché il film non alleggerisce in alcun modo una storia che di dinamico già non ha molto. Forse questa è la vera pecca di The Deep, una narrazione che tende a tediare a lungo andare.

Thora Bjorg Helga
Thora Bjorg Helga

The Deep recensione
The Deep di Baltasar Kormákur

Gulli, l’unico superstite della tragedia, è stato sei ore in mare in pieno inverno ed è riuscito a camminare per più di due ore a piedi scalzi, sul terreno ghiacciato. Tutti sono sorpresi da un evento così unico, definibile come impossibile. Persino la televisione si avvicina al caso. Nessuno riesce a spiegare come un fatto del genere sia fisicamente possibile. La comunità scientifica inizia a studiare Gulli per comprendere un fenomeno tanto singolare. Il corpo del sopravvissuto sembra poter nascondere qualcosa che spieghi quello che appare come un “miracolo”. Tutti intorno a lui lo ritengono “qualcuno di speciale”, ma l’uomo si sente una persona qualsiasi. Una persona comune che ha tentato con tutta se stessa di combattere per la sua vita.

Valentina

Sintesi

Tratto da una storia vera e sconvolgente, The Deep narra quella che sembra essere più una leggenda che un evento reale, unico e apparentemente impossibile, la storia di una persona comune che ha tentato con tutta se stessa di combattere per la sua vita sopravvivendo sei ore in mare in pieno inverno. La regia di Kormákur è dettagliata e carica di mezzi primi piani, la realtà delle isole Vestmann è rappresentata come fredda, scura e soffocante, in una narrazione lenta e apatica che tende a tediare a lungo andare.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...