Shrunk – Tesoro, mi si sono ristretti i nipoti

Una scena da'Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi'
Una scena da 'Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi'

Nel 1989, il geniale scienziato Wayne Szalinski inventò una macchina in grado di miniaturizzare gli oggetti… e le persone, come scoprirono loro malgrado i suoi figli Nick ed Amy (per non parlare dei figli dei vicini), ridotti inavvertitamente ad Ant Boys e costretti a sopravvivere agli incredibili pericoli che un giardino domestico può riservare quando si è alti pochi millimetri.

Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi
La locandina originale di ‘Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi’

Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi (Honey, I Shrunk the Kids) fu uno dei più grandi successi dell’epoca, raccogliendo 222 milioni di dollari e diventando così il film live-action più redditizio per Disney (altri tempi…), grazie all’intrigante (per quanto non originalissima) idea di base, agli effetti speciali e alla partecipazione di Rick Moranis, forse all’apice della sua popolarità nello stesso anno di Ghostbusters 2 e a due anni da Spaceballs.
Il film, che diede origine a due ulteriori lungometraggi (Tesoro, mi si è allargato il ragazzino e Tesoro, ci siamo ristretti anche noi), una serie TV ed un cortometraggio 4D proiettato nei parchi Disney (Honey, I Shrunk the Audience), fu l’esordio alla regia di Joe Johnston, che avrebbe poi firmato avventure come Captain America: The First Avenger (nel 2011) e, nel 1995, Jumanji.

È stato forse il successo della nuova versione di quest’ultimo film, combinato con il frugare negli archivi Disney alla ricerca di vecchie idee, il fattore che, secondo Slashfilm, ha messo in moto la realizzazione di un sequel/reboot di Honey, I Shrunk The Kids.
Questa nuova versione, intitolata semplicemente Shrunk, sarà ambientata nello stesso universo dei film originali e avrà come protagonista proprio il miniaturizzato originale Nick Szalinski, che già trent’anni fa dimostrava l’inclinazione a seguire le orme paterne ma forse non avrebbe mai pensato di farlo così pedissequamente.

Il candidato ad interpretare Nick sarebbe Josh Gad, visto in Pixels e Murder on the Orient Express, ed in questi giorni presente a Cannes per la presentazione di Angry Birds 2 (che arriverà nelle nostre sale il 12 settembre).

Josh Gad a Cannes con uno dei suoi amici pennuti

Il film non ha ancora ufficialmente uno sceneggiatore o un regista.
Ma per noi l’informazione più importante sarebbe sapere se Shrunk finalmente riuscirà a convincere Rick Moranis a tornare sui nostri schermi: uno degli attori simbolo degli anni ’80 (interprete, oltre ai già citati Ghostbusters e Spaceballs, anche de La Piccola Bottega degli Orrori e di Parenti, amici e tanti guai), Moranis si è ritirato a vita privata (con sporadiche apparizioni come doppiatore di film animati) nel 1997, proprio dopo il terzo film della serie, per stare più vicino ai figli dopo la morte della moglie Ann Belsky.

Rick Moranis nel 2017

Nei nostri sogni, la nuova missione di Nick sarebbe proprio ritrovare il padre, sparito misteriosamente qualche anno prima, ma in realtà volontariamente esiliatosi in miniatura in qualche angolo di casa Szalisnki.