Aquaman trailer italiano

Trailer italiano esteso di Aquaman di James Wan con Jason Momoa e Amber Heard

Sei il ponte tra Terra e Mare (Atlanna, Nicole Kidman)

Aquaman mostra i muscoli in un trailer esteso di oltre 5 minuti, che contiene intensi piani sequenza della fuga di Arthur Curry (Jason Momoa, Aquaman) e Mera (Amber Heard) da un feroce nemico degli abissi, imparentato con Big Daddy di Bioshock, il noto arci-nemico dalle origini misteriose Black Manta.

Al di là dei facili proclami di Mark Millar che afferma che Aquaman farà impallidire i film prodotti da Marvel Studios, l’ultimo superhero movie Warner Bros. mette in campo una squadra prestigiosa per salvare il DC Comics Extended Universe dalla débâcle, con il maestro Geoff Johns autore della storia, il candidato all’Oscar Don Burgess alla fotografia, il compositore di Wonder Woman Rupert Gregson-Williams e James Wan alla regia, dopo i clamorosi successi commerciali di Fast & Furious 7, le saghe The Conjuring, Insidious e l’originale Saw.

Dopo aver lasciato le cariche di Presidente e Chief Creative Office (CCO) di DC Entertainment, Geoff Johns ritorna dunque ad un ruolo più creativo come autore e sceneggiatore in prima linea e produttore esecutivo con la sua Mad Ghost Productions. Aquaman, Green Lantern Corps. e Wonder Woman 1984 sono le prime creature del nuovo corso cinematografico di DC Comics, con l’esperto Walter Hamada come Presidente ed il fumettista Jim Lee nuovo CCO.

Aquaman
Jason Momoa è Aquaman con il costume classico nel nuovo trailer esteso italiano

Per quanto Batman v Superman possa, per dirla alla Millar, affrontare ad armi pari il meglio di casa Marvel e perdere forse solo contro il true villain Thanos, e Wonder Woman sia un bellissimo film, l’enorme passo falso di Justice League, l’incapacità di Joss Whedon di proporsi come alternativa valida al grande lavoro di Zack Snyder, la sopraggiunta stanchezza di Ben Affleck che ha fatto venir meno Batman nel momento in cui più sarebbe servito, il terribile Joker di Suicide Squad, la mancanza di un solido costrutto che portasse alla formazione della Justice League in modo coerente ed appassionante, gli attacchi perenni da parte del fandom Marvel all’oscurità e solennità di Snyder, hanno minato nelle fondamenta l’Universo Esteso DC, evidentemente non pianificato ed interconnesso come l’Universo Marvel, le loro Fasi e sopra ogni altra cosa l’immensa programmazione creativa e commerciale che Disney sa mettere in campo per costruire il successo di una pellicola sin dalla sua pre-produzione.

Anche la mancanza di chiarezza circa il futuro di Henry Cavill come Supes mostra una debolezza francamente inaccettabile ed un grossolano errore da parte di Warner Bros.

Aquaman
Amber Beard e Jason Momoa

Ad Aquaman l’ingrato compito di non inginocchiarsi sotto il peso delle cannonate Marvel, sopravvivere a Natale 2018 ed aspettare che la luce torni ad illuminare i volti dei personaggi DC, i nuovi Batman e Joker in primis.

Il trailer esteso a 5 minuti e 18 secondi, controcorrente rispetto alle strategie di marketing di settore, è evidentemente un grido di battaglia del triumvirato James Wan – Geoff Johns – Jim Lee per la sopravvivenza dell’universo DC, che passerà anche attraverso l’empatia del pubblico per Jason Momoa e Amber Heard.

Seppur avvincente e decisamente promettente, già dal trailer è difficile inquadrare temporalmente Aquaman nell’Universo DC, in una manovra di allontanamento da Justice League e riassestamento delle narrazioni che non può ripartire esclusivamente da Aquaman o Wonder Woman 1984, o assistere passivamente alla nascita di un nuovo Joker dall’esterno, soprattutto se è il miglior attore auspicabile – Joaquin Phoenix – a ricoprirne il ruolo. Ma questa forse è un’altra storia.

Aquaman
Jason Momoa cambia il costume
Aquaman
L’arci-nemico Black Manta