Mario salta al cinema

Qui a MadMass siamo in buona parte fan di Nintendo, e pensavamo che Mario + Rabbids Kingdom Battle fosse la cosa più vicina possibile ad un incontro tra i Super Mario Bros e i Minion.

Le nostre certezze vacillano alla notizia che Shigeru Miyamoto, il creatore di Mario e Chris Meledandri, il creatore per Illumination Entertainment della sterminata progenie dei Minion (e realizzatore dei Cattivissimo Me e Pets – Vita da Animali), co-produrranno un film animato con i personaggi di Super Mario Bros come protagonisti (non sappiamo se i cosi gialli faranno una comparsata).

Il progetto è ancora in fase preliminare, e verrà realizzato, come gli altri film Illumination, negli studi Mac Guff di Parigi.

Ci vorrà ancora qualche anno prima che il film sia completato, ma abbiamo fiducia che, anche se Illumination non è Pixar, il risultato sarà migliore del precedente tentativo di portare sul grande schermo Mario e Luigi, il famigerato Super Mario Bros che raccontava l’avventura dei due fratelli (interpretati Bob Hoskins e John Leguizamo) e della Principessa Daisy (Samantha Mathis) in una dimensione parallela, nella quale i dinosauri si sono evoluti in umanoidi governati dal dittatore King Koopa (Dennis Hopper). Il film venne diretto nel 1993 (quando Mario era più popolare di Topolino tra i giovani americani) da Rocky Morton e Annabel Jankel (la cui carriera cinematografica terminò seduta stante), sceneggiato da Parker Bennett e Terry Runte (la cui carriera cinematografica terminò seduta stante) oltre che da Ed Solomon (la cui carriera cinematografica proseguì floridamente con Men In Black e continua con Now You See Me e i suoi sequel).

Credo di aver guardato Super Mario Bros ad un certo punto della mia esistenza in VHS. Se non siete stati altrettanto (s)fortunati, potete farvi un’idea con il trailer rimasterizzato, che mette in evidenza gli spettacolari (ahem) effetti speciali che caratterizzavano il film.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli