Sempre più bello

Sempre più bello recensione film di Claudio Norza con Ludovica Francesconi [Anteprima]

Sempre più bello recensione film di Claudio Norza con Ludovica Francesconi, Giancarlo Commare, Gaja Masciale, Jozef Gjura, Jenny De Nucci e Drusilla Foer

Sempre più bello, presentato in anteprima nella sezione Alice nella Città – Panorama Italia della 16° edizione della Festa del Cinema di Roma, chiude la trilogia iniziata con Sul più bello e proseguita con Ancora più bello. L’opera, sempre diretta da Claudio Norza (Un posto tranquillo, Alex & Co., Marta & Eva), vede ancora una volta protagonista Ludovica Francesconi nei panni di Marta, alle prese con un importante trapianto di polmoni che le permetterebbe di ritornare finalmente a condurre una vita normale e la sua storia d’amore che procede a gonfie vele.

Questo terzo e ultimo capitolo si apre con Marta (Ludovica Francesconi) che ha subito un trapianto di polmoni con ottimi risultati, supportata da Gabriele (Giancarlo Commare), che ha deciso di restare a Torino, rinunciando alla sua carriera artistica, accettando un posto di insegnante di storia dell’arte in un liceo privato, e dai suoi migliori amici, Federica (Gaja Masciale) e Jacopo (Jozef Gjura), che non l’hanno mai lasciata sola neanche un minuto. Inoltre, Marta e Gabriele hanno preso la decisione di andare a convivere, ma la ragazza non riesce a non pensare al burrascoso rapporto con sua nonna (Drusilla Foer), una donna dal carattere duro che le ha fatto vivere un’infanzia terribile, dopo la morte dei suoi genitori.

Ludovica Francesconi e Giancarlo Commare
Ludovica Francesconi e Giancarlo Commare (Credits: Eagle Pictures)
Sempre più bello recensione film con Ludovica Francesconi e Giancarlo Commare
Jenny De Nucci e Diego Giangrasso (Credits: Eagle Pictures)

Non seguendo la linea narrativa dei due film precedenti, Sempre più bello, questa volta, sembra concentrarsi su un aspetto poco conosciuto della vita della protagonista: il rapporto conflittuale con sua nonna, una figura importante per la sua infanzia, essendo il suo unico parente in vita. Si torna a parlare del suo rapporto con la mucoviscidosi, attraverso un delicatissimo intervento che le offre la possibilità di poter tornare a respirare liberamente. Ma, soprattutto, viene mostrato il suo rapporto con Gabriele, il ragazzo che le ha rubato il cuore e che è diventato una figura importante per lei. La scelta di andare a vivere insieme è un ulteriore passaggio che segna l’evolversi del loro rapporto, cresciuto giorno dopo giorno.

Ludovica Francesconi, attrice esordiente che deve la sua notorietà proprio al personaggio di Marta, riesce a dare anima e corpo a una ragazza che lotta giorno dopo giorno con la sua malattia, affrontando con coraggio e determinazione le sfide che le si presentano davanti. Da adolescente desiderosa di vivere le gioie dell’amore, fino ad arrivare al suo rapporto con Gabriele, dopo aver chiuso una storia d’amore con Arturo (Giuseppe Maggio), Marta si butta a capofitto per realizzare i propri obiettivi. Ma dentro di lei soffre per il rapporto che non è mai riuscita a instaurare con sua nonna.

Drusilla Foer
Drusilla Foer (Credits: Eagle Pictures)
Jenny De Nucci
Jenny De Nucci (Credits: Eagle Pictures)

Drusilla Foer, spumeggiante personaggio inventato da Gianluca Gori, veste i panni dell’algida nonna di Marta, mentre Gaja Masciale (Fino all’ultimo battito) e Jozef Gjura vestono nuovamente i panni degli amici e coinquilini di Marta. Giancarlo Commare (Il paradiso delle signore, Maschile singolare, Blackout Love) è riuscito fin dal secondo capitolo a non far rimpiangere allo spettatore l’uscita di scena di Arturo.

Sempre più bello, per certi versi, sembra prendere le distanze dai primi due capitoli, perdendo la verve irresistibilmente comica che li contraddistingueva, lasciando spazio ad una trama dai toni più drammatici. Il finale strappalacrime è abbastanza frettoloso, lasciando poco tempo allo spettatore di congedarsi dai protagonisti della trilogia, ed è davvero un peccato perché le premesse per chiudere in gran bellezza c’erano tutte.

Sintesi

Sempre più bello prende le distanze dai due capitoli precedenti, concentrandosi su una trama dai toni drammatici, perdendo la verve comica che aveva contraddistinto le vicende passate e arrivando ad un finale frettoloso e poco soddisfacente.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Sempre più bello recensione film di Claudio Norza con Ludovica Francesconi [Anteprima]Sempre più bello prende le distanze dai due capitoli precedenti, concentrandosi su una trama dai toni drammatici, perdendo la verve comica che aveva contraddistinto le vicende passate e arrivando ad un finale frettoloso e poco soddisfacente.