Jurassic World: Il Regno Distrutto

Jurassic World: Il Regno Distrutto recensione

Il cambiamento è come la morte.
Non sappiamo cos’è finchè non ce la troviamo di fronte.
(Jeff Goldblum, Jurassic World: Il Regno Distrutto)

Il filmmaker Juan Antonio Bayona, sponsorizzato dall’amico Guillermo Del Toro e reduce dai successi di The Orphanage e The Impossible, mette il suo talento creativo e le sue notevoli inclinazioni verso l’horror ed il disaster movie dai toni drammatici al servizio della saga Jurassic Park con un intenso sequel di Jurassic World, che apre nuovi ed inaspettati scenari allo sviluppo del franchise.

La deliziosa Bryce Dallas Howard ritorna nelle vesti di Claire Dearing, strenua paladina dei diritti dei dinosauri alla sopravvivenza e tutela dopo la loro de-estinzione.
Contro di lei la cupidigia e la bramosia di potere dell’uomo, intento a sfruttare i dinosauri a proprio vantaggio e piacere, sia esso economico, bellico o di intrattenimento.

Jurassic World: Il Regno Distrutto
Bryce Dallas Howard, Chris Pratt e Isabella Sermon

Ma non è stata forse la stessa Claire a promuovere la creazione dell’Indomitus Rex, sfruttando specie viventi tenute in gabbia per generare profitti nel parco divertimenti Jurassic World su Isla Nublar?

Ed Owen Grady (Chris Pratt), addestratore dei Velociraptor ed in particolare di Blue, il Raptor dall’intelligenza e sensibilità evoluta addomesticato ed educato a ricevere ordini, ha agito solo per passione e amore nei confronti di quegli animali, senza davvero mai pensare ai possibili risvolti delle sue ricerche di controllo sui dinosauri?

Nessuno è innocente in Jurassic World, sottile è la linea di confine tra il salvatore ed il tiranno, ed è su queste basi e sul dilemma morale della resurrezione biologica dei dinosauri che Jurassic World: Il Regno Distrutto sviluppa e ribalta la sua storyline.

Jurassic World: Il Regno Distrutto
Jurassic World: Il Regno Distrutto

La morale del film è impersonificata in Jeff Goldblum, che ritorna nei mitici panni di Ian Malcolm, stavolta rigidi e seriosi, a sottolineare le motivazioni più oscure delle de-estinzione dei dinosauri e la minaccia di un cambiamento cataclismatico causato da noi stessi.

Bayona eccelle nella costruzione della suspense, dall’avvincente prologo alle scene horror ad alta tensione che vedono protagonista l’Indoraptor, e nell’artistica e muscolare gestione della macchina da presa, con alcune inquadrature, come il ritorno di Claire e Owen su Isla Nublar, che emozionano ricordando lo Spielberg di Indiana Jones.

Ma Jurassic World: Il Regno Distrutto è anche e soprattutto un film d’intrattenimento destinato al grande pubblico e ai giovanissimi, obiettivo al quale il talentuoso regista spagnolo si adatta senza particolari patemi firmando il suo primo blockbuster da un miliardo di dollari.

Jurassic World: Il Regno Distrutto
Bryce Dallas Howard e Justice Smith

Jurassic World: Il Regno Distrutto
Recensione di Jurassic World: Il Regno Distrutto di Juan Antonio Bayona

Sintesi

Il filmmaker Juan Antonio Bayona mette il suo talento creativo e le sue notevoli inclinazioni verso l'horror ed il disaster movie al servizio della saga Jurassic Park aprendo nuovi ed inaspettati scenari allo sviluppo del franchise.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un [TFF 38]

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un, Yang Heung-ju, Park Hyeon-yeong e Park Seung-jun in concorso al Torino Film Festival 38 Crescere, cambiare,...

Elegia americana recensione film di Ron Howard con Amy Adams e Glenn Close [Netflix Anteprima]

Elegia americana recensione film Netflix di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Haley Bennett, Freida Pinto e Owen Asztalos Tu non sai un...

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria [TFF 38]

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria con Antonio Pitanga e Ana Flavia Cavalcanti al Torino Film Festival 38 Memory...

Cinema News del 24 novembre [Rassegna Stampa]

Luca Guadagnino produce un biopic su Tennesee Williams Mark Ruffalo papà di Ryan Reynolds in The Adam Project Anthony Mackie in versione Liam...

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini [TFF 38]

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini, Marcelo Alonso, Davide Iacopini, Anita Caprioli e Paolo Pierobon al Torino Film Festival Parla...

Antidisturbios recensione serie TV di Rodrigo Sorogoyen e Isabel Peña Episodi 1-2 [TFF 38]

Antidisturbios recensione miniserie TV di Rodrigo Sorogoyen e Isabel Peña con Vicky Luengo, Raúl Arévalo e Álex García al Torino Film Festival 38 Sono stati presentati...

Mi chiamo Francesco Totti recensione film documentario di Alex Infascelli [Sky Now TV]

Mi chiamo Francesco Totti recensione documentario di Alex Infascelli scritto da Francesco Totti con Paolo Condò disponibile su Sky e Now TV Alex Infascelli nella sua...

Il talento del calabrone recensione film di Giacomo Cimini con Sergio Castellitto e Anna Foglietta [Amazon Prime Video]

Il talento del calabrone recensione film di Giacomo Cimini con Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, Anna Foglietta e Marina Occhionero su Prime Video La storia raccontata da...

Logan – The Wolverine recensione film di James Mangold con Hugh Jackman

Logan - The Wolverine recensione del film di James Mangold, con Hugh Jackman, Patrick Stewart, Dafne Keen, Boyd Holbrook e Stephen Merchant Da un paio d'anni il...

Cinema News del 23 novembre [Rassegna Stampa]

Black Panther 2 inizierà le riprese a luglio Weekend su Amazon Prime Video a dicembre L’Associazione delle Film Commission Europee mette in palio...