I Wanna Dance With Somebody, la biografia di Whitney Houston

Whitney Houston, leggenda musicale degli anni ’80 e ’90, approdata al cinema grazie a The Bodyguard e al suo brano portante I Will Always Love You (trasformata dalla quieta malinconia dell’originale di Dolly Parton in struggente inno R&B – e non litighiamo, sono belle canzoni entrambe, tanto lo sappiamo che sullo stesso tema Insieme a te non ci sto più di Paolo Conte nell’originale di Caterina Caselli è impareggiabile), Whitney Houston, dicevo, passata come nelle migliore favole dal coro della chiesa alla vittoria di sei Grammy e due Emmy Awards, e poi come nelle peggiori tragedie precipitata dai gala alla Casa Bianca all’abuso di droghe, ha avuto decisamente una vita sufficientemente movimentata da poter essere adattata per un film.

A meno di dieci anni dalla sua morte, avvenuta a soli quarantanove anni nel 2012, già due documentari si sono occupati della sua biografia: Whitney: Can I Be Me del 2017 e Whitney del 2018.
È stato ora annunciato un vero e proprio adattamento cinematografico della vita dell’artista, I Wanna Dance With Somebody. Come avvenuto per uno dei capostipiti della rinascita del music-biopic di questi anni, Bohemian Rhapsody, il progetto ha il pieno supporto della famiglia del soggetto, tanto che il principale promotore del film, l’amico fidato di Houston e produttore discografico Clive Davis ha arruolato Anthony McCarten (sceneggiatore proprio del film su Freddie Mercury, nonché responsabile di altri film biografici come La teoria del tutto, L’ora più buia ed I due Papi) per portare sullo schermo ‘quelle performance indimenticabili, quelle canzoni tanto amate, e quel viaggio incredibile’ (come dichiarato dallo stesso McCarten a Deadline).

Visto il prestigio del soggetto ed il pedigree dell’autore (i cui quattro film citati hanno fruttato tre premi Oscar e tre candidature ai loro protagonisti, più tre nomination a Miglior Film e svariati altri Academy Awards), il progetto si preannuncia di grande richiamo per il potenziale cast artistico e tecnico.

Per ora, ci sono solo voci sulla possibile regista: si tratterebbe della Canadese Stella Meghie, che ha al suo attivo quattro film, tra i quali i romantici Noi siamo tutto (Everything, Everything) e The Photograph.

Vi lasciamo con una nota più leggera, la I Wanna Dance With Somebody che dà il titolo al film e ci riporta ad una Whitney spensierata, sorridente e assai anni ’80. Don’t you wanna dance? Say you wanna dance! Don’t you wanna dance?

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli