V per Vendetta

V per Vendetta recensione [CheTVedi]

V per Vendetta recensione del film di James McTeigue con Hugo Weaving, Natalie Portman, Stephen Rea, Stephen Fry e John Hurt tratto dalla graphic novel del maestro Alan Moore e David Lloyd

Stasera in TV: V per Vendetta

La rubrica CheTVedi torna anche questa settimana con una scelta presa direttamente dal nostro palinsesto televisivo, V per Vendetta diretto da James McTeigue, in onda stasera alle 21:18 sul Canale 20. L’adattamento cinematografico del romanzo grafico V per vendetta del maestro Alan Moore è interpretato da Hugo Weaving (V), Natalie Portman (Evey), Stephen Rea (Eric Finch) e John Hurt (Adam Sutler).

MadMass.it consiglia by Amazon

La vicenda è ambientata in una distopica versione della Gran Bretagna, basata sul potere di un regime totalitario che controlla e governa la vita di ogni cittadino promuovendo l’idea di farlo per il bene della nazione. È in questa atmosfera che la giovane Evey, infrangendo il coprifuoco, viene assalita dai cosiddetti castigatori (che invece di proteggerla e rimandarla a casa tentano di stuprarla). Viene salvata da un uomo mascherato che si presenta col nome V. Sarà proprio conoscendo V, che si rivelerà essere un terrorista pronto a far saltare il Parlamento, che la vita di Evey sarà completamente stravolta.

V per Vendetta recensione
V e Evey

Natalie Portman in V per Vendetta
Natalie Portman in V per Vendetta

Le idee sono a prova di proiettile

La storia sembra rifarsi molto al romanzo 1984 di George Orwell, somiglianze che si mostrano nella visione distopica della Gran Bretagna: la censura, la lista nera, il coprifuoco, i castigatori, il controllo totale delle notizie e dei media e la propaganda attraverso i poster sono riferimenti calzanti all’opera di Orwell. La pellicola di McTeigue, misto di azione, dramma e fantascienza, esprime una critica sociale e politica non indifferente. Ciò che nasce dal personaggio di V, per poi espandersi ad Evey e al resto della popolazione inglese, è tanto potente quanto intangibile: un’idea. L’idea è che il popolo, attraverso un gesto simbolico ma violento, possa impadronirsi nuovamente del proprio Paese, spodestando i potenti che lo hanno reso corrotto.

Il grido di V vuole risvegliare gli animi di un popolo assopito a causa delle bugie, della violenza e della paura, in un’opera intrisa della drammaticità di una vicenda narrata con toni fantascientifici ed esasperati che funzionano e risultano potenti. L’interpretazione della protagonista femminile Natalie Portman risulta impattante, seppur sottovalutata rispetto ad altri suoi ruoli. Pellicola dal ritmo incalzante e dalla tensione crescente man mano che il mistero di V si dipana davanti ai nostri occhi, V per Vendetta si rivela una piccola perla capace di commuovere ed esaltare le menti.

Valentina

Natalie Portman è Evey
Natalie Portman è Evey

V per Vendetta recensione
V e Evey

Natalie Portman è Evey
Natalie Portman è Evey

Sintesi

Tra azione, dramma e fantascienza, la pellicola di James McTeigue tratta dalla celeberrima opera del maestro Alan Moore esprime una potente critica sociale e politica, rivelandosi una piccola perla capace di commuovere ed esaltare le menti.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...