Il viaggio di Fanny

Il viaggio di Fanny recensione [CheTVedi]

Il viaggio di Fanny recensione del film di Lola Doillon con Léonie Souchaud, Fantine Harduin e Juliane Lepoureau basato sul romanzo di Fanny Ben-Ami

Stasera in TV: Il viaggio di Fanny

La scelta cinematografica di questa settimana per la rubrica CheTVedi ricade su Il viaggio di Fanny, dramma diretto da Lola Doillon che andrà in onda stasera alle 21:27 su Rete 4, interpretato dai giovani attori Léonie Souchard (Fanny), Fantine Harduin (Erika), Juliane Lepoureau (Georgette) e Cécile De France (Madame Forman).

MadMass.it consiglia (by Amazon)

Durante la Seconda Guerra Mondiale Fanny, le sue sorelle e un gruppo di bambini sono costretti a scappare da soli dalla furia nazista. L’unica salvezza sembra la possibilità di superare il confine ed arrivare in Svizzera. L’impresa, dura e sfiancante, li costringerà a passare attraverso la gentile custodia di qualche adulto disposto ad aiutarli.

Léonie Souchard
Léonie Souchard (Fanny), Fantine Harduin (Erika), Juliane Lepoureau (Georgette) e Cécile De France (Madame Forman)

MadMass.it consiglia (by Amazon)

La regista Lola Doillon riesce a trasformare nel suo terzo lungometraggio il romanzo autobiografico di Fanny Ben-Ami. La donna, sopravissuta ai fatti narrati, ha deciso di scriverne un libro e successivamente di incontrare la regista con lo scopo di rendere la sua storia un film. Viene trasmessa la dolcezza e la fragilità dei bambini che in tempo di guerra, se sopravvissuti, devono badare quasi da soli a se stessi. Ma allo stesso tempo, come voluto dalla stessa protagonista della vicenda, il vero scopo è la sensibilizzazione dei giovani di oggi ad un tema grave e drammatico come quello delle persecuzioni razziali nella Germania nazista.

Il viaggio di Fanny recensione
Il viaggio di Fanny

Nel Giorno della Memoria

La pellicola, nelle sale dal Giorno della Memoria del 2016, trova la sua forza principale sia nella capacità della regista sia nelle capacità attoriale dei giovani protagonisti. Sin dai primi minuti il dramma è presente, silenzioso nel sottofondo, sul punto di esplodere durante la narrazione. I bambini si assumono un carico gravoso non semplice da comprendere appieno. Sono costretti alla fuga, a cambiare identità, ad essere costantemente allerta, pronti ad essere trovati o traditi da un momento all’altro. L’immedesimazione e la vicinanza con i piccoli protagonisti è massima. Si trattiene il fiato per tutto il tempo nella speranza di un “lieto fine”, dove di lieto non ci sarebbe comunque poi così tanto.

Opera capace di commuovere e creare suspense narrativa, ci lascia sperare in un futuro migliore per Fanny e i suoi compagni di viaggio, con il monito di non dimenticare.

Valentina

Il viaggio di Fanny recensione
Il viaggio di Fanny

Il viaggio di Fanny recensione
Il viaggio di Fanny

Sintesi

Lola Doillon porta sul grande schermo il romanzo autobiografico di Fanny Ben-Ami, dramma silenziozo capace di commuovere e creare suspense narrativa, lasciandoci sperare in un futuro migliore per Fanny e i suoi compagni di viaggio, con il monito di non dimenticare.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Lovecraft Country recensione Episodi 1-5 [Anteprima]

Lovecraft Country recensione della serie TV di Misha Green con Jurnee Smollett, Jonathan Majors, Courtney B. Vance, Aunjanue Ellis, Abbey Lee, Jada Harris, Wunmi Mosaku,...

Cine Rassegna Stampa 11 agosto

Cine Rassegna Stampa 11 agosto: Jared Leto protagonista del terzo capitolo di Tron e del biopic su Andy Warhol, Madonna e Diablo Cody per...

Cine Rassegna Stampa del 10 agosto

Cine Rassegna Stampa del 10 agosto: Ben Affleck alla regia di The Big Goodbye sulla storia della realizzazione di Chinatown, Jonas Cuarón dirige un...

Caleb recensione [Anteprima]

Caleb recensione del film diretto ed interpretato da Roberto D'Antona con Annamaria Lorusso, Francesco Emulo, Alex D'Antona, Nicole Blatto e Natalia Moro Quello di Roberto D'Antona...

Il buono, il brutto, il cattivo recensione

Il buono, il brutto, il cattivo recensione del terzo capitolo della Trilogia del Dollaro di Sergio Leone con Clint Eastwood, Lee Van Cleef ed Eli...

Mio zio recensione [Flashback Friday]

Mio zio recensione del film diretto e interpretato da Jacques Tati con Alain Bécourt, Jean-Pierre Zola e Adrienne Servantie Il cinema di Jacques Tati (Giorno di...

Cine Rassegna Stampa del 7 agosto

Cine Rassegna Stampa del 7 agosto: i trailer di Sto pensando di finirla qui di Charlie Kaufman e di Judas and the Black Messiah...

Coffee and Cigarettes recensione (versione restaurata)

Coffee and Cigarettes recensione film di Jim Jarmusch in edizione restaurata con Roberto Benigni, Steven Wright, Joie Lee, Tom Waits, Cinqué Lee, Steve Buscemi,...

Buon compleanno M. Night Shyamalan: i suoi migliori film [Throwback Thursday]

M. Night Shyamalan compie 50 anni: ripercorriamo i migliori successi del regista dai finali a sorpresa Il 6 agosto del 1970 nasceva M. Night Shyamalan,...

Cine Rassegna Stampa del 6 agosto

Cine Rassegna Stampa del 6 agosto: Tom Hanks Geppetto per Pinocchio di Robert Zemeckis, Ryan Reynolds a caccia di mostri in Everyday Parenting Tips,...