L'ultimo samurai

L’ultimo samurai recensione [CheTVedi]

L’ultimo samurai recensione del film di Edward Zwick con Tom Cruise, Ken Watanabe, Koyuki Katō, Billy Connolly, Hiroyuki Sanada, Tony Goldwyn e Timothy Spall

Stasera in TV: L’ultimo samurai

Questa settimana la rubrica CheTVedi consiglia un film firmato dal regista Edward Zwick nel 2003, L’ultimo samurai, in onda stasera alle ore 21.00 sul canale 20 Mediaset.
Il cast, magistrale, include Tom Cruise, Ken Watanabe, Billy Connolly, Hiroyuki Sanada e Timothy Spall.

Il capitano americano Algren (Tom Cruise), un reduce di guerra profondamente traumatizzato e perennemente ubriaco, viene ingaggiato per servire l’imperatore giapponese con lo scopo di eliminare i samurai ribelli. Uomini ben addestrati e carichi di onore capeggiati dall’ex consigliere dell’imperatore Katsumoto (Ken Watanabe). Algren verrà reso prigioniero dai samurai ma scoprirà ben presto di avere molto da imparare da loro e molto da poter apprezzare nella loro cultura.

Tom Cruise e Koyuki Katō
Tom Cruise e Koyuki Katō

L'ultimo samurai
Tom Cruise ne L’ultimo samurai

La pellicola di Edward Zwick è un’opera dai toni solenni, spettacolari, epici. Fa entrare il pubblico nell’atmosfera di un’epoca ormai estinta, ma capace di mantenere un enorme fascino. Dopo aver osservato il capitano Algren senza alcuna speranza nel futuro ed un impero giapponese diviso, dilaniato tra tradizione e modernità, il mondo e la cultura dei samurai appare come un miraggio. Una piccola oasi di pace e onore in un mondo che ormai ha perso ogni valore. E lo stesso capitano se ne rende conto ben presto. Per quanto sia difficile ricavarsi uno spazio in una società fatta di uomini forgiati ben diversamente dal protagonista, il capitano decide di essere parte di questo “ecosistema”. Affascinato da Katsumoto e dai suoi uomini (come il pubblico) Algren tenta ogni mossa e ogni cambiamento per prendere parte alla vita dei samurai. Vede quella via come unica salvezza.

Ken Watanabe e Tom Cruise
Ken Watanabe e Tom Cruise

Ken Watanabe
Ken Watanabe

Il protagonista, un personaggio psicologiamente devastato, trova pace nei valori condivisi da uomini che (almeno inizialmente) risultano ben diversi da lui. Katsumoto, il “capo” dei samurai, si rivela l’unica voce in grado di salvarlo dalla sua anima annerita, sul punto di marcire. Il paesaggio è rappresenato minuziosamente, affiancato all’ineguagliabile malinconica e drammatica colonna sonora composta dal maestro Hans Zimmer. Un’intepretazione veramente da lasciare a bocca aperta soprattutto da parte di Tom Cruise e Ken Watanabe. La regia non eccelle particolarmente per originalità ma rende la narrazione molto scorrevole, senza cambiamenti repentini e senza scelte registiche “invadenti” da parte di Zwick.

Pellicola commovente e drammatica, L’ultimo samurai è un film da vedere almeno una volta nella vita. Carico di valori che sono capaci di colpire veramente chiunque per la loro purezza: amore, fratellanza ed onore. Assolutamente da recuperare.

Valentina

Sintesi

Zwick dirige un film dai toni solenni, spettacolari, epici, accogliendoci nell'atmosfera di un'epoca ormai estinta dall'enorme fascino. Opera commovente sull'amore, la fratellanza e l'onore, L'ultimo samurai è impreziosito dalle straordinarie interpretazioni dei suoi protagonisti Tom Cruise e Ken Watanabe e dalla malinconica e drammatica colonna sonora del maestro Hans Zimmer.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...