Tutti per 1 - 1 per tutti

Tutti per 1 – 1 per tutti recensione film di Giovanni Veronesi con Pierfrancesco Favino [Sky Anteprima]

Tutti per 1 – 1 per tutti recensione film di Giovanni Veronesi con Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Margherita BuyRocco Papaleo, Giulia Michelini, Guido Caprino e Anna Ferzetti

In Tutti per 1 – 1 per tutti la regina Anna (Margherita Buy), nonostante si renda conto dei loro acciacchi, decide di affidare agli anziani tre moschettieri rimasti (Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo) un’ultima missione: affiancati dalla veggente Tomtom (Giulia Michelini), dovranno scortare la piccola principessa Ginevra (Sara Ciocca).

Era appena un anno fa quando Giovanni Veronesi decise di travolgere un cinema italiano popolare in debito perenne di ossigeno girando un feuilleton in costume, seguendo la moda dei cinecomics ma variando con intelligenza sul tema, prendendo quindi in prestito un romanzo più che celebre ma pieno di suggestioni attuali come quello di Dumas. Ma soprattutto, puntando tutto sulla forza dei suoi interpreti: infatti Moschettieri del re – La penultima missione si portò a casa quattro candidature ai Nastri d’Argento, una candidatura ai David di Donatello e 5,2 milioni di euro al box office. Smentendo chi credeva che un cinema così fastoso nella concezione produttiva nella nostra Penisola non fosse possibile, il buon Giovanni ha portato alla luce una sorta di vena d’oro: mettendo a buon frutto la lezione di quei cinecomics di sopra, che flirtano con la serialità televisiva mentre portano sul grande schermo una macrostoria divisa in tanti capitoli, facendo leva sull’affezione del pubblico in un cinema ri-trovato come rito collettivo.

Pierfrancesco Favino in Tutti per 1 - 1 per tutti
Pierfrancesco Favino in Tutti per 1 – 1 per tutti (Credits: Tullio Deorsola/Sky)

Valerio Mastandrea
Valerio Mastandrea (Credits: Tullio Deorsola/Sky)

Probabilmente perfetto per un utilizzo casalingo (il film sarà disponibile in streaming il 25 dicembre 2020, primo film di Sky Original), anche Tutti per 1 – 1 per tutti punta molto sull’estro di un cast nutrito fin dai tre protagonisti: e se nel film precedente il D’Artagnan di Favino svettava su tutti, qui Mastandrea e Papaleo sembrano prendere la rincorsa per affiancarlo in una storia corale  anche nella recitazione. È quindi ancora una volta, e sempre di più, nel calembour lessicale che Tutti per 1 – 1 per tutti ritrova la sua cifra comica, in un primo capitolo per la verità un po’ appannata: le interazioni verbali della sceneggiatura dello stesso Veronesi e di Nicola Baldoni sono congegnate per incastrarsi alla perfezione con quell’improvvisazione che sembra prorompente in alcune delle sequenze più riuscite, senza dimenticare stavolta la storia che ha pure una sua compiutezza in sé. Risultato ottenuto probabilmente deviando quasi radicalmente dalla traccia di Dumas, per scorrazzare anarchicamente in un territorio che Giovanni conosce bene – la commedia pura – , eliminando quelle forzature e quei raccordi di trama che stonavano e sfiatavano il ritmo.

Arrivando ad azzardare una somiglianza con L’armata Brancaleone, capolavoro irraggiungibile che fondava la sua bellezza su una creatività linguistica che passava dai dialoghi alle canzoni, il diciottesimo film del regista sembra trovare il suo equilibrio in una sorta  di grammelot narrativo che va di pari passo con il pastiche di spagnolo, italiano e francese parlato da Favino, che si lancia in incandescenti duelli comici con Mastandrea.

Giulia Michelini
Giulia Michelini (Credits: Tullio Deorsola/Sky)

Anna Ferzetti
Anna Ferzetti (Credits: Tullio Deorsola/Sky)

Il merito più grande del film è comunque non solo quello di miscelare vari ingredienti (la commedia, la farsa in costume, i dialetti, l’immaginario pop tra passato, presente e futuro) ma soprattutto di saper prestare la cifra autoriale di Veronesi in scenari non propriamente suoi, utilizzando quello che del suo universo serve di più: ovvero, la sensibilità e il gusto che non sbracano mai in soluzioni raffazzonate e che spesso sfumano in una malinconica rassegnazione esistenziale, la leggerezza compositiva e la scorrevolezza narrativa.

Finale che guarda al Butch Cassidy di Roy Hill per rimanere più che aperto.

Resta sempre da capire perché usare così poco un asso come la Buy, straordinaria anche quando fuori ruolo; così come resta un po’ un’incognita la cornice propriamente narrativa nella quale si inseriscono le disavventure dei tre moschettieri straccioni, restando il dubbio sul perché di quegli insert stranianti ambientati in un presente un po’ inutile.

Valerio Mastandrea e Pierfrancesco Favino
Valerio Mastandrea e Pierfrancesco Favino (Credits: Tullio Deorsola/Sky)

Tutti per 1 - 1 per tutti recensione film di Giovanni Veronesi con Pierfrancesco Favino
Tutti per 1 – 1 per tutti recensione film di Giovanni Veronesi (Credits: Tullio Deorsola/Sky)

Sintesi

Il diciottesimo film di Giovanni Veronesi Tutti per 1 - 1 per tutti punta molto sull’estro dei suoi protagonisti miscelando vari ingredienti (la commedia, la farsa in costume, i dialetti, l’immaginario pop tra passato, presente e futuro) attraverso la sensibilità e il gusto del suo autore che spesso sfumano in una malinconica rassegnazione esistenziale, la leggerezza compositiva e la scorrevolezza narrativa.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli