Transformers - Il Risveglio

Transformers Il Risveglio recensione film di Steven Caple Jr. con Anthony Ramos [Anteprima]

Transformers – Il Risveglio recensione film di Steven Caple Jr. con Anthony Ramos, Dominique Fishback, Tobe Nwigwe, Peter Cullen, Ron Perlman, Peter Dinklage, Michelle Yeoh, Liza Koshy e Pete Davidson

Maximal, massimizzatevi!
(Optimus Primal in Transformers – Il Risveglio)

Un reboot inatteso, fresco e sorprendente nella sua capacità di non disperdere la storia e i valori del franchise nè i suoi trascorsi cinematografici, unendo al tempo stesso sensazioni e ambientazioni diverse, dalla suspense nel buio minaccioso di un museo all’avventura esotica alla ricerca di reperti archeologici extraterrestri, dall’intensità spirituale di una celebrazione folkloristica in Perù al fragore accecante di uno scontro a fuoco di proporzioni gigantesche.

Inatteso e sorpredente, sì, perchè dopo la fasa di stanca degli ultimi due capitoli della saga di Michael Bay, sempre più mastodontici e visivamente impressionanti ma con una componente umana e narrativa sempre meno rilevante, e il deludente teen movie low budget Bumblebee, grazie a Steven Caple Jr. il franchise Transformers al cinema si risveglia in punta di piedi, lasciandosi seppur con reverenza alle spalle in un battito di ciglia il passato, omaggiato soltanto con un riferimento alla Charlie di Hailee Steinfeld (Bumblebee) e con l’ingresso in scena di Optimus Prime, sempre sospirato ed ancora una volta accompagnato dall’epico tema musicale di Steve Jablonsky, seppur sostituito nella composizione della soundtrack da Jongnic Bontemps.

Optimus Primal, Cheetor, Wheeljack e Arcee in Transformers - Il Risveglio
Optimus Primal, Cheetor, Wheeljack e Arcee in Transformers – Il Risveglio (Credits: Hasbro/Paramount Pictures/Skydance)
Optimus Primal
Optimus Primal (Credits: Hasbro/Paramount Pictures/Skydance)

Gli effetti speciali visivi di MPC e Weta FX non hanno la portata eccezionale delle pellicole di Michael Bay curate da Industrial Light & Magic, ma sono assolutamente gradevoli nel loro bilanciare le diverse necessità produttive ed artistiche e non ci fanno certamente rimpiangere i giocattoloni visti su Cybertron nel prologo di Bumblebee, dove soltanto il main character ha ricevuto le dovute attenzioni da parte di ILM.

Non si può non cedere al fascio di Optimus Prime che condivide la scena con Optimus Primal, l’esordio del ciclo narrativo di Beast Wars con i Maximal e le nemesi Decepticon riunite nel gruppo dei Terrorcon, l’avvento di Arcee e la solida, oscura rappresentazione della minaccia planetaria Unicron, divoratore di mondi alla stregua dei character Marvel Doom e Galactus.

Anthony Ramos e Dominique Fishback in Transformers - Il Risveglio
Anthony Ramos e Dominique Fishback in Transformers – Il Risveglio (Credits: Hasbro/Paramount Pictures/Skydance)
Bumblebee
Bumblebee (Credits: Hasbro/Paramount Pictures/Skydance)

Transformers – Il Risveglio ci restituisce la genesi dell’incontro-scontro tra umani e alieni nelle loro somiglianze e reciproche diffidenze, si interroga sulle non ancora del tutto forgiate capacità di leadership da Prime di Optimus, su cosa significhi essere un reduce di colore bisognoso negli Stati Uniti e sul dovere e senso di responsabilità nel proteggere la propria famiglia, offrendoci diversità ed inclusione ispirati e funzionali alla narrazione, non costruite semplicemente nella sala dei bottoni ed impreziosite dalle ottime interpretazioni dei protagonisti Anthony Ramos e Dominique Fishback.

Paramount Pictures chiude col botto nei titoli di cosa anticipandoci un crossover leggendario tra celebri personaggi Hasbro tutto da scoprire al cinema – seppur nato su fumetto nel 1987 -, con la duplice speranzosa promessa di preservare e rinnovare il mito dei Transformers e di rendere giustizia ad un altro franchise che invece al cinema è stato maltrattato, o meglio trattato con troppo poco amore.

Mirage
Mirage (Credits: Hasbro/Paramount Pictures/Skydance)
Unicron e Scourge in Transformers - Il Risveglio
Unicron e Scourge in Transformers – Il Risveglio (Credits: Hasbro/Paramount Pictures/Skydance)

Sintesi

Un reboot inatteso, fresco e sorprendente nella sua capacità di non disperdere la storia e i valori del franchise nè i suoi trascorsi cinematografici, unendo al tempo stesso sensazioni e ambientazioni diverse e offrendoci diversità ed inclusione ispirati e funzionali alla narrazione, con la duplice speranzosa promessa di preservare e rinnovare il mito dei Transformers e di rendere giustizia ad un altro franchise che invece al cinema è stato trattato con troppo poco amore.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da sei anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli