Film in uscita al cinema: Old, Sognando a New York e Snake Eyes

Film in uscita al cinema nella settimana del 22 luglio: Old, Sognando a New York – In the Heights, Snake Eyes: G.I. Joe – Le origini, Tigers e Earwig e la Strega

Film in uscita al cinema dal 21 luglio

  1. Old
  2. Sognando a New York – In the Heights
  3. Snake Eyes: G.I. Joe – Le origini
  4. Tigers
  5. Earwig e la Strega

Old

MadMass.it consiglia by Amazon

Film in uscita: Old
Film in uscita: Old

di M. Night Shyamalan
scritto da M. Night Shyamalan, dalla graphic novel Château de sable di Pierre Oscar Lévy e Frédérik Peeters
con Gael García Bernal, Vicky Krieps, Rufus Sewell, Thomasin McKenzie, Eliza Scanlen

Il fu maestro del colpo di scena M. Night Shyamalan, dopo essersi risollevato da un periodo un po’ buio grazie all’ottimo Split e al meno acclamato Glass, resta nel mondo dei monosillabi con Old, intrigante thriller che racconta la giornata al mare di un gruppo di turisti che adocchia una spiaggia isolata sulla quale rilassarsi.
Dando un nuovo senso alla frase fatta ‘il tempo passa in fretta quando ci si diverte’, i villeggianti scopriranno a proprie spese gli effetti collaterali di questo lido: un rapidissimo invecchiamento, che trasformerà queste poche ore copriranno nell’intera durata delle loro vite.
Come di consueto, il regista de Il sesto senso firma anche la sceneggiatura, questa volta a partire dal fumetto franco-svizzero Château de sable, scritto dal regista di corti e documentari Pierre Oscar Lévy.
Tra i turisti, oltre a Gael García Bernal, Vicky Krieps e Thomasin McKenzie, anche Ken Leung, ad accentuare le atmosfere Lost del film.

Sognando a New York – In the Heights

Film in uscita: Sognando a New York - In the Heights
Film in uscita: Sognando a New York – In the Heights

di Jon M. Chu
scritto da Quiara Alegría Hudes, dal musical di Lin-Manuel Miranda e Quiara Alegría Hudes
con Anthony Ramos, Corey Hawkins, Leslie Grace, Melissa Barrera, Olga Merediz
Reazioni online: critica 🤩 – pubblico 😄

Prima di Hamilton, un giovane – e ancora studente universitario – Lin-Manuel Miranda scrisse il musical In the Heights, realizzandone testi e musiche, supportato da un libretto della commediografa (e successivamente vincitrice del Premio Pulitzer) Quiara Alegría Hudes.
Per Heights si intende la zona di Manhattan più elevata rispetto al livello del mare, ossia il quartiere Washington Heights, collocato nella parte settentrionale dell’isola (a nord di Harlem), che a partire dagli anni ’80 ospitò una numerosissima comunità di immigrati dalla Repubblica Dominicana.
È in questo contesto che vive Usnavi (Anthony Ramos, visto in Hamilton e A Star is Born), così battezzato dalle prime parole che i suoi genitori, Dominicani, lessero al loro arrivo negli Stati Uniti: la scritta ‘U.S. Navy’, dipinta su una nave della Marina statunitense. Cresciuto così a cavallo tra due culture, Usnavi, proprietario di una bodega nel quartiere, sogna di andare a vivere nella terra dei suoi avi, ma allo stesso tempo non sa dire addio alla comunità che l’ha accolto e cresciuto dopo la precoce morte dei suoi.
Tra i vari volti noti del cast, composto principalmente da attori centro-americani, troviamo Melissa Barrera, Corey Hawkins (Straight Outta Compton, Skull Island, BlacKkKlansman), Stephanie Beatriz da Brooklyn Nine-Nine assieme alla sua mamma-nella-sitcom Olga Merediz (vista anche in Orange is the New Black, e che riprende qui il ruolo della matriarca Abuela Claudia, già suo nella versione Broadway del musical), l’altra protagonista di Orange Dascha Polanco, l’inevitabile Jimmy Smits e lo stesso Lin-Manuel Miranda, che si ritaglia il ruolo minore del piragüero (ossia un venditore di piragüa, che forse ereticamente definirei simile alla nostra grattachecca).
La sceneggiatura di Sognando a New York è stata sviluppata per il film dall’autrice originale Quiara Alegría Hudes, mentre la realizzazione è affidata a Jon M. Chu, già regista di Crazy & Rich/Crazy Rich Asians, del secondo Now You See Me, e del G.I. Joe: Retaliation del 2013.

Snake Eyes: G.I. Joe – Le origini

Snake Eyes - G.I. Joe Le Origini
Film in uscita: Snake Eyes – G.I. Joe Le Origini

di Robert Schwentke
scritto da Evan Spiliotopoulos, Anna Waterhouse e Joe Shrapnel
con Henry Golding, Andrew Koji, Úrsula Corberó, Samara Weaving, Haruka Abe

Henry Golding, protagonista di Crazy & Rich/Crazy Rich Asians, è il nuovo volto di Snake Eyes in G.I. Joe – Le origini (Snake Eyes: G.I. Joe – Origins), uno spin-off/re-boot/prequel che lascia da parte Ray Park, Dwayne Johnson, Channing Tatum e tutti gli altri interpreti dei due film precedenti, per raccontare la genesi del solitario Snake Eyes: un guerriero che viene accolto da un potente clan giapponese, gli Arashikage, che gli sono grati per aver salvato la vita del loro erede, e che lo istruiranno nell’arte e nelle tecniche dei ninja. Il misterioso passato dell’uomo però torna a tormentarlo, rischiando di rovinare i legami di fiducia che ha faticosamente costruito.
Al fianco di Golding troviamo Samara Weaving (Scarlett), Iko Uwais (Hard Master) e la protagonista de La casa di carta Úrsula Corberó (nel ruolo della Baronessa).
La regia è del Tedesco Robert Schwentke, che dopo un apprezzato inizio di carriera con Flightplan, Un amore all’improvviso/The time traveler’s wife e REDS, è reduce da una parabola discendente cominciata con R.I.P.D. – Poliziotti dall’aldilà e proseguita con il fallimento dell’incompiuta tetralogia di Divergent, della quale aveva diretto il secondo e terzo film.
La sceneggiatura è stata preparata dal team Joe Shrapnel e Anna Waterhouse (co-autori del Rebecca di Ben Wheatley) e da Evan Spiliotopoulos (co-autore dell’Hercules con Dwayne Johnson, del La Bella e la Bestia live-action, e del recente Charlie’s Angels).

Tigers

Film in uscita: Tigers
Film in uscita: Tigers

di Ronnie Sandahl
scritto da Ronnie Sandahl, dall’autobiografia di Martin Bengtsson I skuggan av San Siro/In the Shadow of San Siro
con Erik Enge, Alfred Enoch, Frida Gustavsson e Liv Mjönes

Il regista di Borg McEnroe, lo Svedese Ronnie Sandahl, torna a raccontare storie sportive dei suoi connazionali con Tigers, storia del calciatore Martin Bengtsson, classe 1986, acquistato nel 2003 dall’Inter, solo per ritornare a casa dopo nove mesi, schiacciato dalle aspettative e dalla solitudine.
Bengtsson è interpretato da Erik Enge, affiancato da Alfred Enoch (che ricordiamo per la serie Le regole del delitto perfetto/How to Get Away with Murder, nonché per aver partecipato a svariati Harry Potter), Liv Mjönes (vista in Midsommår) e Frida Gustavsson.
Qui di seguito il trailer, accompagnato dalla caratteristica tarantella milanese.

Earwig e la Strega

Earwig e la Strega
Film in uscita: Earwig e la Strega

di Gorō Miyazaki
scritto da Keiko Niwa ed Emi Gunji, dal romanzo di Diana Wynne Jones
Reazioni online: critica 🤨 – pubblico 🤨

Con Earwig e la strega (Âya to majo), Gorō Miyazaki porta il leggendario Studio Ghibli di babbo Hayao nel mondo della computer graphics, senza rinunciare all’inconfondibile stile della casa d’animazione.
Il film adatta Earwig and the Witch, l’ultimo romanzo della scrittrice inglese Diana Wynne Jones (peraltro autrice del libro Il castello errante di Howl, già adattato da Hayao Miyazaki), che racconta dell’orfana inglese Earwig, adottata suo malgrado da una bizzarra famiglia composta dalla strega Bella Yaga, il demoniaco Mandrake ed il gatto Thomas.
La sceneggiatura è firmata da Keiko Niwa (già co-autore per Ghibli de La collina dei papaveri, Quando c’era Marnie e Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento) ed Emi Gunji, al suo debutto.

Reazioni online

Il punteggio ‘Reazioni online’ è calcolato sulla base dei punteggi assegnati al film e pubblicati online (quando disponibili) da pubblico e critica, secondo la seguente scala:
☹️ – tremendo
🤨 – non convincente
🙂 – okay
😄 – consigliato
🤩 – da non perdere
Il punteggio è presentato come ulteriore spunto informativo per i lettori e non riflette necessariamente l’opinione della redazione di MadMass.it. L’assenza del punteggio ‘Reazioni online’ non è un giudizio sulla qualità del film, ma semplicemente rispecchia la mancanza di un numero sufficiente di valutazioni al momento della preparazione del post.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli