Glass

Glass recensione del film di M. Night Shyamalan

Glass: recensione del film di M. Night Shyamalan con James McAvoy, Bruce Willis, Samuel L. Jackson, Anya Taylor-Joy, Sarah Paulson, Spencer Treat Clark, Charlayne Woodard

M. Night Shyamalan conclude la sua trilogia supereroistica con Glass, attesissimo seguito ed epilogo di Unbreakable e Split che esalta lo spirito autentico e l’immaginario della letteratura illustrata incentrata sulle storie di supereroi, narrazioni di uomini e donne in possesso di poteri straordinari che vivono in mezzo alla gente comune.

In Unbreakable Elijah Price (Samuel L. Jackson), l’uomo di vetro dall’infanzia drammatica e dalle condizioni di vita critiche, mette a servizio del male il suo straordinario intelletto, e da villain emblematico trova anzi crea il suo completamento in David Dunn.

Così come Joker completa Batman, nei fumetti, a differenza che al cinema, i cattivi non sono mai figurine anonime apposte per soddisfare l’ego dei buoni.

Glass di M. Night Shyamalan
L’Unbreakable David Dunn (Bruce Willis)

Glass di M. Night Shyamalan
David Dunn (Bruce Willis) affronta La Bestia (James McAvoy)

David Dunn (Bruce Willis) ci ricorda che i super poteri non sono un sontuoso abito da indossare per attirare l’ammirazione del prossimo, sono capacità pericolose che implicano grandi responsabilità, in un mondo autodistruttivo che va salvato nonostante non riesca a prendersi cura di sé.

David porta con sè il fardello della sua indistruttibilità, celandosi interamente dietro ad un impermeabile, con lo sguardo carico di sofferenza nel percepire le emozioni negative e la violenza di sconosciuti abbandonati al male.

Elijah ha disperatamente cercato e creato David, e senza di lui la sua vita non ha più senso, tale da abbandonarsi ad uno stato catatonico di frustrazione ed indifferenza.

Glass di M. Night Shyamalan
Samuel L. Jackson è Elijah Price/Mr. Glass. ‘Glass’ Film – 2019. Photo by J Kourkounis/Universal/Kobal/REX/Shutterstock

Glass di M. Night Shyamalan
L’Orda (James McAvoy) e Casey (Anya Taylor-Joy)

Elijah ritrova una ragione di vita al cospetto dell’Orda governata dalla Bestia (uno straordinario James McAvoy), dipinto in Split come figura instabile e malvagia che vuole rivelarsi al mondo per dimostrare di cosa è capace.

La rivelazione è la chiave di Glass e dell’intera trilogia di M. Night Shyamalan: dopo aver creato David, adesso Elijah può rivelarlo attraverso la Bestia, dando forma e significato alla sua ossessiva ricerca sull’evoluzione umana.

Non più semplici storie di svago ed intrattenimento, ma prove della reale superiorità per intelletto, capacità sensoriali, forza fisica, resistenza, sorprendenti testimonianze dell’evoluzione biologica che i supereroi rappresentano.

Glass di M. Night Shyamalan
La Bestia (James McAvoy) vs David Dunn (Bruce Willis)

Glass di M. Night Shyamalan
David Dunn (Bruce Willis) affronta La Bestia (James McAvoy)

Rispetto ad Unbreakable e Split la Bestia non è più il malvagio da combattere, nè Elijah un semplice burattinaio, o David l’eroe da ammirare.
I tre non sono protagonisti di una Limited Edition, bensì gli autori di una Origin Story.

La grandezza di Glass, insospettabile e svelata nell’ultimo tratto della pellicola in un deciso crescendo di emozioni rivelatorie, sta nel ribaltamento del punto di vista dal supereroe alla gente comune, e nella chiave di lettura che offre di un mondo governato da persone senza scrupoli che fanno squadra, le cui azioni avvalorano l’esigenza dei buoni di vivere nell’ombra e celare le proprie potenzialità.

I primi X-Men di Singer ed il Superman di Zack Snyder si accomunano in qualche modo alle riflessioni che Glass inaspettatamente ci sbatte in faccia, in una svolta che diventa prestigio nell’ultima magia di M. Night Shyamalan.

Glass ci ricorda che i veri cattivi sono tra di noi, potremmo essere noi stessi, ma, anche quando sembra non esserci più speranza, a fare la differenza saranno sempre i veri eroi che scegliamo di essere.

Sintesi

La grandezza di Glass sta nel ribaltamento del punto di vista dal supereroe alla gente comune, in una svolta che diventa prestigio nella Origin Story che M. Night Shyamalan ci rivela a completamento della sua memorabile trilogia.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...

Strange Days recensione film di Kathryn Bigelow [Flashback Friday]

Strange Days recensione del film di Kathryn Bigelow con Ralph Fiennes, Angela Bassett, Juliette Lewis, Vincent D'Onofrio, William Fichtner e Tom Sizemore Dopo Point Break -...

Cinema News del 27 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a Daria Nicolodi I progetti di Alex Garland Álex de la Iglesia e la Veneciafrenia La Radioscopie di Claire Denis Les promesses...

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...

Black Friday Amazon 2020: LEGO offerte Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney e Batman

Black Friday Amazon 2020: in offerta i set LEGO di Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney, Batman, The Mandalorian, Harry Potter e Fast &...

Cinema News del 26 novembre [Rassegna Stampa]

Mads Grindelwald Clifford il grande cane rosso The Mauritanian Amore e malattia in Life in a Year Amore e malattia in Little Fish ...

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...