This Above All – una storia di religioni e Twitter

Marc Webb (foto di Gage Skidmore)

Se tuo nonno avesse fondato una setta e tutta la famiglia vi partecipasse attivamente, probabilmente anche tu ti sentiresti parte di una sparuta minoranza di persone destinate al Paradiso. Anche quando tutto il resto del mondo vi addita come portatori d’odio e non vuole avere nulla a che fare con voi. Ma può capitare che una serie di fattori tra i quali un mondo che cambia, Twitter, e la prematura morte di Brittany Murphy, a poco a poco comincino ad erodere la certezza di essere i portatori di Verità, fino al momento in cui, per dirla con una frase molto da trailer, « dimentichi tutto ciò che credi di sapere » e provi a guardare il mondo con occhi nuovi.

A grandi linee, questa è la storia di Megan Phelps-Roper e della sua esperienza nella Chiesa Battista di Westboro. La storia che verrà raccontata in This Above All da Marc Webb, regista di (500) giorni insieme e degli Amazing Uomini Ragno, e Nick Hornby, sceneggiatore di An Education e soprattutto autore dei libri Alta Fedeltà (se non l’avete mai guardato, fatemi sapere e vi presto il Dvd) e di 31 Songs (che tanti spunti ci ha dato all’epoca in cui eravamo blogger squattrinati… all’epoca in cui eravamo già blogger squattrinati).

Il film è appena stato annunciato e non c’è ancora un cast. Se però vuoi già sapere come va a finire, puoi leggere il lungo articolo del New Yorker, sul quale l’adattamento cinematografico si basa.

Ad ogni modo, This Above All sarà un film molto diverso da quello liberamente ispirato a tuo nonno, quel Red State con cui Kevin Smith ha cominciato a non essere preso più tanto sul serio.