Terminator: Destino Oscuro recensione

Terminator: Destino Oscuro recensione
Terminator: Destino Oscuro di Tim Miller con Arnold Schwarzenegger, Linda Hamilton, Mackenzie Davis, Gabriel Luna e Natalia Reyes

Terminator: Destino Oscuro recensione del film di Tim Miller con Arnold Schwarzenegger, Linda Hamilton, Mackenzie Davis, Gabriel Luna e Natalia Reyes

Terminator nel 1984 è stato un film di grande impatto, mentre il sequel Terminator 2 – Il giorno del giudizio è considerato uno dei migliori film d’azione e uno dei pochi in grado forse di superare l’originale. Le figure di John Connor, Sarah Connor e il Terminator sono entrate nella storia filmica come il team fantascientifico perfetto. Entrambi i film presentavano tre elementi fondamentali: Linda Hamilton, Arnold Schwarzenegger e James Cameron come deus ex machina. Con l’assenza anche di un solo pezzo di questo triangolo perfetto, abbiamo assistito al contrario a trame confuse e a flop cinematografici.

Terminator: Destino Oscuro è un ritorno alle origini e si dimostra vincente perché replica ciò che ha funzionato in passato. Sebbene sia temporalmente il sesto film della serie è necessario accantonare i precedenti Terminator 3 – Le macchine ribelli (2003), Terminator Salvation (2009) e Terminator Genisys (2015), dal momento che gli eventi narrati in questo film sono collegati soltanto a ciò che è accaduto nei primi due.

Mackenzie Davis e Linda Hamilton
Mackenzie Davis e Linda Hamilton, super donne a confronto
Arnold Schwarzenegger
Arnold Schwarzenegger è tornato a vestire i panni del T-800

Infatti alla fine di Terminator 2 la Cyberdyne Systems, che avrebbe scatenato la furia di Skynet, è stata distrutta insieme ai resti del cyborg iniziale che tentò di uccidere Sarah Connor. Tutto ciò ha impedito quella specifica apocalisse ma non è detto che non se ne possa ripresentare un’altra in futuro, in modo diverso. Un futuro alternativo, ma sempre ineluttabile.

La storia, non innovativa ma nessuno si aspetta il contrario, non nasconde una generosa strizzata d’occhio all’originale. Il futuro è nuovamente dominato dalle macchine, ecco perché i “cattivi” mandano nel passato un Terminator per uccidere il leader ribelle e la Resistenza, di tutta risposta, invia un protettore degli uomini. Un protettore che ha le sembianze di Mackenzie Davis.

Mackenzie Davis e Natalia Reyes
Mackenzie Davis e Natalia Reyes, le nuove eroine della saga Terminator
Gabriel Luna è il Terminator Rev-9
Gabriel Luna è il Terminator Rev-9

Nonostante la storia non sia eccessivamente complessa e la narrazione faccia affidamento su alcuni flashback e flashforward per creare qualche colpo di scena, la trama risulta comunque efficace. La quantità equa di sangue e violenza risulta perfettamente integrata nella sceneggiatura, sia per lo sviluppo narrativo della storia che per il gusto di ritrovare i “nostri” personaggi, ma senza ombra di dubbio Linda Hamilton rimane la regina, il  vero leitmotiv che spingerà i nostalgici ad assistere, ancora una volta, ad una nuova epopea.

Terminator: Destino Oscuro funziona bene perché non rischia, prende lo spettatore e i fan di tutta la vita come “ostaggi della nostalgia”. Fa leva, con qualità, sugli affetti più profondi. Un comfort movie, senza dubbio il miglior sequel dopo Terminator 2, nonostante non abbia la profondità drammatica dell’originale.

Ma finalmente possiamo dirlo: Terminator è tornato.

Gabriela

Terminator: Destino Oscuro recensione
Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton
Linda Hamilton e Natalia Reyes
Linda Hamilton e Natalia Reyes
Natalia Reyes
Natalia Reyes è la nuova eroina della saga
Terminator: Destino Oscuro - Il Poster
Terminator: Destino Oscuro – Il Poster