Storia di un matrimonio

Storia di un matrimonio recensione [Venezia 76]

Storia di un matrimonio recensione del film di Noah Baumbach con Scarlett Johansson, Adam Driver, Laura Dern, Alan Alda, Ray Liotta e Julie Hagerty

Anche quest’anno alla Mostra del Cinema di Venezia il direttore Alberto Barbera ha deciso di non escludere dalla competizione per il Leone d’oro film che verranno distribuiti esclusivamente da piattaforme online. E dobbiamo ringraziarlo perché Storia di un matrimonio, che sarà su Netflix dal 6 dicembre, merita di essere tra i film in concorso.

La storia è molto lineare: è il racconto della fine del matrimonio tra Charlie (Adam Driver) e Nicole (Scarlett Johansson) e di tutti i problemi che ne conseguono, tra gli avvocati che li spingono a screditarsi l’un l’altra per l’affidamento del figlio Henry e il desiderio di non coinvolgere il piccolo in tutto questo.

Storia di un matrimonio
Scarlett Johansson e Adam Driver in Storia di un matrimonio

Sin dall’inizio dell’opera è facile innamorarsi di Charlie e Nicole, provare simpatia per loro come personaggi ma anche come coppia, e capire perché si sono sposati. Con uno stacco netto, si torna però alla realtà: i due si trovano nello studio di un consulente matrimoniale il cui obiettivo è far si che riescano a comunicare mentre attraversano una grave crisi. Risultano subito chiari anche i motivi per cui si stanno separando, e in pochi minuti di film si ha quindi un quadro generale dei caratteri di Charlie e Nicole che permette di concentrarsi sull’evoluzione del loro rapporto, a cui si assiste istante per istante attraverso i numerosi dialoghi e confronti tra i due protagonisti.

Storia di un matrimonio
Laura Dern e Scarlett Johansson in Storia di un matrimonio

Grazie alle ottime interpretazioni di Adam Driver e Scarlett Johansson (ci auguriamo di ritrovarli in lizza per gli Oscar) che mettono in scena sentimenti reali, il film emoziona ma allo stesso tempo diverte con scene più leggere che smorzano il peso del divorzio.

Anche se non c’è più amore, i due protagonisti ci dimostrano che può comunque esserci grande stima, rispetto e affetto: è inevitabile chiedersi cosa sarebbe successo se avessero deciso di non separarsi, e per questo motivo il finale è malinconico.

Marta

Scarlett Johansson, Adam Driver e Laura Dern
Scarlett Johansson, Adam Driver e Laura Dern interpreti del film Marriage Story di Noah Baumbach

Sintesi

Storia di un matrimonio coinvolge ed emoziona mettendo in scena sentimenti reali ed esaltando le grandi interpretazioni di Adam Driver e Scarlett Johansson. Ritratto vivido e malinconico di un amore che finisce, l'opera di Noah Baumbach mostra l'evoluzione di un rapporto sentimentale che muta in un affetto leale, responsabile e rispettoso.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Storia di un matrimonio recensione [Venezia 76]Storia di un matrimonio coinvolge ed emoziona mettendo in scena sentimenti reali ed esaltando le grandi interpretazioni di Adam Driver e Scarlett Johansson. Ritratto vivido e malinconico di un amore che finisce, l'opera di Noah Baumbach mostra l'evoluzione di un rapporto sentimentale che muta in un affetto leale, responsabile e rispettoso.