Scary stories to tell in the dark

Scary stories to tell in the dark recensione

Il 24 ottobre arriva in sala Scary stories to tell in the dark, il teen horror che coniuga le tematiche di Stranger Things e il mondo mostruoso di Guillermo Del Toro

Scary stories to tell in the dark recensione: dal libro illustrato al film diretto da André Øvredal e prodotto e sceneggiato da Guillermo Del Toro

Quale miglior giorno per raccontare storie spaventose al buio, se non Halloween?

Scary stories to tell in the dark è l’adattamento cinematografico del romanzo omonimo scritto da Alvin Schwartz che raccolse in una serie di libri i racconti popolari più raccapriccianti. Furono un successo strepitoso, grazie anche alle illustrazioni di Stephen Gammell, era diventato un elemento imprescindibile per le giovani generazioni, forse proprio perché furono vietate e trovarle diventatava una missione.

Questa storia non poteva che lasciare affascinato Guillermo Del Toro (La forma dell’acqua) tra i produttori e sceneggiatori del film, mentre la regia è affidata a André Øvredal, autore di Autopsy (2016) e Trollhunter (2010).

Scary stories to tell in the dark parla dell’America del 1968, del Vietnam, di bullismo e di adolescenza. Siamo nella piccola cittadina di Mill Valley uno di quei posti dove sembra che nulla di strano possa mai accadere, invece è proprio lì che si nasconde una terribile storia, quella di Sara Bellows.

Stella, Chuck, Auggie e Scary Stories to tell in the dark
Stella, Chuck, Auggie e Ramon davanti alla casa di Sara Bellows

La dimora della famiglia Bellows adesso è una casa infestata dove la notte di Halloween, Stella (Zoe Margaret Colletti), Chuck (Austin Zajur), Auggie (Gabriel Rush), Ramon (Michael Garza) e Ruth (Natalie Ganzhorn) decideranno di andare a visitarla e a rubare il libro delle storie di Sara.

È Stella che ruberà il libro e quindi farà ripartire il meccanismo delle storie. Stella è una ragazzina introversa, con una storia familiare complicata e il sogno di diventare una scrittrice; è proprio questo ciò che le lega a Sara e che sarà il fulcro della storia: la scrittura, il racconto e le storie che si mischiano con la realtà.

Il libro si scrive da sé, o meglio sarà lo spirito di Sara a scrivere con il sangue le pagine vuote del libro, scriverà storie che contemporaneamente si realizzeranno e sarà quasi impossibile cercare di cambiare il corso della storia.

Natalie Ganzhorn
Natalie Ganzhorn è Ruth in Scary stories to tell in the dark

Tu non leggi il libro. È il libro che legge te

Le vittime saranno i ragazzi che sono entranti in casa e sarà Stella con tutte le sue forze e l’aiuto di Ramon a cercare un modo per mettere fine a tutto questo.

Scary stories to tell in the dark resta un horror per ragazzi, ricco di cliché e perbenismo ma non per questo meno efficace, anzi è un film godibile pur non lasciando il fiato sospeso.

La traccia di Guillermo Del Toro è evidente nella rappresentazione dei mostri, dovevano seguire lo stile dei disegni di Gammell ma sembrare reali, tridimensionali e legarsi con i personaggi. Del Toro e Øvredal si sono affidati alla Spectral Motion di Mike Elizalde, Norman Cabrera e Mike Hill che hanno al meglio conservato la fedeltà alle illustrazioni permettendogli di vivere in un mondo reale.

Per la raffigurazione di The Big Toe hanno scelto Javier Botet (Crimson Peak, Slender man) che con il suo fisico così longilineo ha reso perfettamente il personaggio dello scheletro vivente.

Scary Stories to tell in the dark Javier Botet interpreta The big toe
Javier Botet interpreta The Big Toe

The Pale Lady invece è il “mostro” più affascinante e inquietante, una donna con i capelli neri lunghi che si nutre delle persone quasi con dolcezza.

Scary Stories to tell in the dark
The Pale Lady

Scary stories to tell in the dark porta involontariamente con sé il peso di due grandi prodotti Netflix, Stranger Things per i protagonisti adolescenti e l’ambientazione nel passato e The Haunting of Hill House con cui condivide la casa infestata e la ricerca della sua leggenda, restando un film tecnicamente impeccabile, dalla fotografia alla musica, ma che tendenzialmente si rivolge ad un target specifico, i teenager.

Sintesi

Scary stories to tell in the dark, diretto da André Øvredal e prodotto e sceneggiato da Guillermo Del Toro, è un teen horror ricco di cliché e perbenismo ma non per questo meno efficace, e pur non lasciando il fiato sospeso resta un film godibile e tecnicamente impeccabile grazie alla fotografia e alla rappresentazione realistica dei mostri seguita dalla Spectral Motion.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Le migliori trasposizioni cinematografiche dei grandi classici della letteratura [Throwback Thursday]

Di trasposizioni cinematografiche di romanzi e racconti è pieno il cinema: vediamo insieme le migliori trasposizioni dei grandi classici della letteratura Il cinema ha sempre...

Cinema News del 24 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 24 settembre: Black Widow, Shang-Chi, The Eternals e West Side Story slittano al 2021, il nuovo trailer de Il processo ai...

Burraco fatale recensione film con Claudia Gerini e Angela Finocchiaro [Anteprima]

Burraco fatale recensione film di Giuliana Gamba con Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Paola Minaccioni, Caterina Guzzanti, Mohamed Zouaoui, Loretta Goggi, Michela Quattrociocche e Antonello Fassari Lo...

Endless recensione film con Alexandra Shipp e Nicholas Hamilton [Anteprima]

Endless recensione film di Scott Speer con Alexandra Shipp, Nicholas Hamilton, DeRon Horton, Ian Tracey, Zoë Belkin, Famke Janssen e Patrick Gilmore Endless è un...

Genesis 2.0 recensione documentario di Christian Frei e Maxim Arbugaev [Anteprima]

Genesis 2.0 recensione documentario di Christian Frei e Maxim Arbugaev con Peter Grigoriev, Semyon Grigoriev e George Church In Genesis 2.0, dal 24 settembre al cinema...

Cinema News del 23 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 23 settembre: i trailer di Supernova con Colin Firth e Stanley Tucci, Maestro con Bradley Cooper e Carey Mulligan e il...

The Elephant Man recensione film di David Lynch

The Elephant Man recensione del film di David Lynch con Anthony Hopkins, John Hurt, Anne Bancroft e John Gielgud Da quasi sette anni, il progetto...

Un volto due destini recensione miniserie TV [Sky Anteprima]

Un volto due destini - I Know This Much is True recensione miniserie TV di Derek Cianfrance con Mark Ruffalo, Kathryn Hahn, Melissa Leo,...

Cinema News del 22 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 22 settembre: i trailer di Druk di Thomas Vinterberg, The Glorias sull’attivista americana Gloria Steinem con Alicia Vikander e Julianne Moore...

Small Axe: trailer della serie di film di Steve McQueen con John Boyega in uscita su Amazon Prime Video

Small Axe: il trailer della serie di film Amazon e BBC scritta e diretta da Steve McQueen con John Boyega, Letitia Wright, Malachi Kirby...