Il sorpasso

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio GoraLuciana Angiolillo

Il cinema italiano del dopoguerra, si sa, ha partorito alcuni dei titoli più famosi e brillanti in assoluto, fonte d’ispirazione per innumerevoli cineasti esteri. Tra questo, una menzione speciale la merita Il sorpasso di Dino Risi (I mostri), una sorta di road movie all’italiana che esamina i confronti generazionali nel bel mezzo della giornata di vacanza estiva per eccellenza: Ferragosto.

MadMass.it consiglia by Amazon

Tuttavia questo capolavoro, malgrado il coinvolgimento del mattatore per antonomasia Vittorio Gassman (I soliti ignoti), non è sempre stato l’antesignano dei lungometraggi sull’Italia del boom da più o meno tutti amato; l’iniziale ricezione critica fu molto tiepida, se non addirittura negativa, con ben pochi studiosi del linguaggio filmico a cogliere le sottigliezze celate da Risi dietro il “macchiettismo” della commedia di costume. Bisognò aspettare un assai tardivo Leone d’Oro alla Carriera del regista affinché venisse fatta giustizia, e il film è risorto dalle proprie ceneri come una fenice, scavalcando così lo snobbismo imperante tra molti addetti ai lavori.

Jean-Louis Trintignant e Vittorio Gassman
Jean-Louis Trintignant e Vittorio Gassman

Il sorpasso: sinossi

Bruno (Vittorio Gassman) è un romano spaccone e motorizzato che, alla vigilia di ferragosto, fa casualmente la conoscenza del timido studente di giurisprudenza Roberto (Jean-Louis Trintignant). Caricato il giovane a bordo della sua Lancia Aurelia Sport nuova di zecca, i due si lanciano in un viaggio on the road tra varie località della provincia capitolina, invase da turisti che ostentano il proprio benessere economico.

L’avventura dei due amici si sussegue a rotta di collo tra piccoli episodi di goliardia e incontri tra i più disparati. Affascinato dalla presuntuosa personalità di Bruno, Roberto inizia a realizzare quanto la sua esistenza sia stata triste e passiva fino a quel momento, e decide di riprendere in mano la propria vita in uno slancio di emulazione del compagno di viaggio. Ma la sorte ha in serbo ben altre, più amare, sorprese per lui.

Catherine Spaak e Vittorio Gassman
Catherine Spaak e Vittorio Gassman

La quint’essenza del boom

La sceneggiatura scritta dal regista assieme a Ettore Scola e Ruggero Maccari vanta un egregio equilibrio di commedia all’italiana classica e dramma a venature sociali, curatissimo nell’introspezione dei personaggi come dei sottotesti offerti dalla narrazione. Lo strabordante Gassman abbina il suo istrionismo mimico ad una fisicità per lui quasi inconsueta, e incarna magistralmente quei caratteri di squallido opportunismo che nell’Italia post-bellica era di casa. Splendidamente introverso è invece Jean-Louis Trintignant (Il grande silenzio), il cui personaggio viene spesso sottovalutato in uno sminuente paragone con il compagno di viaggio. Roberto è in realtà la figura più complessa del film, archetipo di giovane insicuro e spaventato dal futuro che, come raramente successo nel cinema italiano posteriore, è così finemente caratterizzato da riuscire a veicolare i disagi provati dal ragazzo.

Il viaggio di Bruno e Roberto offre momenti di divertimento oltre a una bella fotografia delle principali località turistiche estive del Lazio di quegli anni, ma Dino Risi dà priorità al ritratto di determinate incoerenze mascherate dalla spensieratezza: la borghesia italiana segue la corsa al consumo del futile, iniziano a venire meno stabilità e serietà dei legami familiari, si intravede un timido accenno di lotta per la parità di genere. Il sorpasso coglie i segni premonitori dei grandi cambiamenti sessantottini a ritmo di twist e sulle note del cacofonico, famosissimo, clacson di Bruno, regalando alla memoria cinefila un vortice di sensazioni visive e spunti riflessivi straordinari.

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman
Il sorpasso di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant e Catherine Spaak

L’amarezza della vita

Il sorpasso va letto anche come romanzo di formazione e presa di coscienza, con il personaggio di Roberto a fare da perno emotivo e intellettuale per tutte le sottotracce “politiche” del racconto. Il giovane universitario rifiuta inconsciamente l’uniformità sociale che lo sta poco a poco soffocando, e l’avventura con Bruno ha scoperchiato il vaso di Pandora della vita, dove tutto è passeggero, gioia e tristezza comprese. Il vero messaggio, però, è quello dell’imprevedibilità stessa della vita, che mille opportunità dà e altrettante ne toglie.

Lo sconvolgente finale, un cambio di rotta improvviso poco apprezzato all’epoca, chiude coerentemente il discorso, ed è lì a introdurre nel canovaccio della commedia all’italiana un lugubre realismo che avvicina Il sorpasso a La grande guerra di Monicelli, altro titolo segnante di una stagione ricca e coraggiosa per la cinematografia del Belpaese, di quelli per i quali si nutre puntuale e sentita nostalgia.

Il sorpasso di Dino Risi: la locandina
Il sorpasso di Dino Risi: la locandina

Sintesi

Il sorpasso è ancora oggi uno straordinario ritratto dell'Italia del boom economico, dei suoi vizi e delle sue (vere o presunte) virtù. Il confronto generazionale tra Gassman e Trintignant dà vita a una contrapposizione curatissima e brillante, che offre un quadro insieme divertente e amaro di una borghesia opportunista, ipocrita.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

21° Anniversario American Beauty [Throwback Thursday]

Ventuno anni fa usciva nelle sale italiane American Beauty: ricordiamo insieme l'acclamato film premio Oscar di Sam Mendes con Kevin Spacey Il 21 gennaio del...

L’inferno di cristallo recensione film con Paul Newman e Steve McQueen

L'inferno di cristallo recensione del film diretto da John Guillermin e Irwin Allen con Paul Newman, Steve McQueen, Faye Dunaway, William Holden, Fred Astaire...

Cinema News del 21 gennaio [Rassegna Stampa]

Lei mi parla ancora Il primo giorno della mia vita meravigliosa Heartstopper Brevissime Cinema News 21 gennaio Lei mi parla ancora Arriva su Sky Cinema l’8...

Cinema News del 20 gennaio [Rassegna Stampa]

Wonka Quello che non ti uccide/Boss Level Fate: The Winx Saga Libra Nikolaj Coster-Waldau vs Il Ghiaccio The Walled City La miniserie su...

Cinema News del 19 gennaio [Rassegna Stampa]

La prima immagine di Luca James Gunn inizia le riprese di Peacemaker Matt Damon apparentemente in Thor: Love and Thunder Brevissime Il Martin Luther...

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain e John Malkovich [Netflix]

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain, John Malkovich, Colin Farrell, Common, Geena Davis, Jess Weixler, Diana Silvers e Joan Chen Non chiamare...

I cancelli del cielo recensione film di Michael Cimino con Kris Kristofferson e Isabelle Huppert

I cancelli del cielo recensione del film di Michael Cimino con Kris Kristofferson, Isabelle Huppert, Christopher Walken, Jeff Bridges, John Hurt e Sam Waterston Dalle stelle...

Intervista ad Alessandro Grande regista del film Regina

Intervista ad Alessandro Grande, regista di Regina, film in concorso al 38° Torino Film Festival Lo abbiamo visto e recensito in occasione della 38esima edizione...

Cinema News del 18 gennaio [Rassegna Stampa]

Jane in Love Il secondo film di Michele Vannucci La storia di Laila Bertheussen Flack Il trailer di Fear of Rain Brevissime Cinema News...

WandaVision recensione serie TV con Elizabeth Olsen e Paul Bettany [Disney+]

WandaVision recensione serie TV Disney+ diretta da Jac Shaeffer con Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Kathryn Hahn, Teyonah Parris, Kat Dennings, Randall Park, Debra Jo Rupp...