Cinema News: Star arriva su Disney+ con Boris e Le fate ignoranti, Simone Ashley protagonista della seconda stagione di Bridgerton

Cinema News by Day su MadMass.it

Cinema News – Film e Serie TV

Star arriva su Disney+ con Boris, Le fate ignoranti e The Good Mothers

MadMass.it consiglia by Amazon

Dal 23 febbraio su Disney+ arriva Star, l’incredibile offerta di intrattenimento generale ed adulto, in gran parte ereditato dall’acquisizione di 20th Century Fox, che amplia l’offerta della piattaforma streaming affiancando questo nuovo brand ai preesistenti Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic.
Oltre 400 film e 6000 episodi di serie TV in arrivo in catalogo entro il primo anno, tra cui le attesissime Star Original Big Sky, Helstrom, Godfather of Harlem, Love, Victor e Solar Opposites, e la messa in produzione di dieci produzioni originali Disney/Star con l’ambizioso progetto di arrivare a 50 produzioni in Europa entro il 2024, spaziando dal drama al comedy, dallo sci-fi ai documentari.

Francesco Pannofino e il lancio di Boris su Disney+

E conosciamo già le produzioni italiane: il ritorno di Boris dopo tre stagioni e un film, la serializzazione de Le fate ignoranti di Ferzan Özpetek ed il crime mafia The Good Mothers basato sul libro di Alex Perry e sulla vera storia di tre donne della ‘ndrangheta che si ribellano al clan per costruire un nuovo futuro per i loro figli.
Seguono tra le cinema news i trailer delle nuove serie Star Original disponibili al lancio:

Big Sky: il trailer italiano della serie su Star dal 23 febbraio

Helstrom: il trailer italiano della serie su Star dal 23 febbraio

Godfather of Harlem: il trailer italiano della serie su Star dal 23 febbraio

Love, Victor: il trailer italiano della serie su Star dal 23 febbraio

Solar Opposites: il trailer italiano della serie su Star dal 23 febbraio

Olivia Wilde ha terminato le riprese di Don’t Worry Darling

Sono da poco terminate le riprese della seconda prova alla regia per Olivia Wilde. Don’t Worry Darling, appena entrato in fase di post produzione, è un thriller psicologico ambientato negli anni ’50. Nei mesi scorsi, la scelta di cacciare Shia LeBouef aveva fatto scalpore, ma Olivia Wilde non si è certo lasciata intimidire e per sostituire il famoso attore, ha chiamato il giovane cantante Harry Styles, suo attuale compagno.
Non sono quindi passate inosservate le parole su al miele della regista nei confronti dell’attore che ha pubblicato attraverso un post di Instagram, e che vi proponiamo:

Piccolo fatto noto: molti attori non vogliono girare ruoli di supporto in film con protagoniste femminili. L’industria li ha cresciuti facendogli credere che farlo avrebbe diminuito il loro potere. Non scherzo. È difficile trovare attori che riconoscano perché potrebbe valere la pena permettere a una donna di stare sotto i riflettori.
Entra Harry Styles. Non solo ha intuito l’opportunità di consentire alla brillante Florence Pugh di stare al centro del palco come nostra “Alice”, ma ha infuso ogni scena come di uno sfumato senso di umanità. Lui non si è unito al nostro circo, ma è saltato a bordo con umiltà e grazia, e ci ha ammaliato ogni giorno di più con il suo talento, il suo calore e la sua abilità di guidarci indietro nel tempo.

Queste non sono le uniche dichiarazioni che in questi giorni ha rilasciato Olivia Wilde sul suo profilo. Solo qualche giorno fa, infatti, la regista ha pubblicato un altro lungo post per ringraziare proprio la protagonista del film, Florence Pugh per la sua splendida performance. A questo punto non ci resta che attendere la fine dei lavori prima di poter vedere i risultati di questo lavoro.

Simone Ashely
Simone Ashley (Sex Education e Because The Night) sarà la nuova protagonista di Bridgerton

Simone Ashley sarà la protagonista della seconda stagione di Bridgerton

Cinema news fresca lanciata in esclusiva da Deadline: Bridgerton ha trovato la sua Kate. Il ruolo della protagonista per la seconda stagione della serie più vista di sempre su Netflix ha annunciato di aver trovato la sua protagonista. Simone Ashley, già nota per i suoi ruoli in Sex Education e Because The Night, entra nel cast di Bridgerton per interpretare Kate Sharma, una giovane donna intelligente e testarda che farà perdere la testa del maggiore dei Bridgerton.

La serie continua nel suo sperimentale un rovesciamento delle razze che ha destato tanto scalpore e consentito alla serie di farsi conoscere anche a chi non è avvezzo al dramma in costume. Del resto, a produrre la serie, è Shonda Rhimes con la sua ShondaLand, non certo l’ultima arrivata nel mondo del drama seriale e se c’è qualcuno che sa come toccare le corde del suo pubblico, quella è proprio lei.

Us Again insieme a Raya e l’ultimo drago: Disney torna a produrre un corto animato

Sono passati cinque anni dall’ultima volta che Walt Disney Animation Studios ha prodotto un corto animato. L’ultima volta era stato per l’uscita di Oceania con il corto Testa o Cuore, un simpatico corto sulla lotta intestina fra le ragioni della mente e le ragioni del cuore. Us Again promette di essere un ritorno in grande stile per i corti d’animazione targati Disney. A capo del progetto c’è Zach Parrish, animatore da ormai ben undici anni in Disney, e già animatore capo di progetti come Big Hero 6. Anche la produzione è di altissimo livello: Brad Simonsen (Big Hero 6 e Zootropolis) sarà il produttore, mentre il produttore esecutivo sarà addirittura il capo creativo dei WDAS, Jennifer Lee.

Secondo Disney, dobbiamo aspettarci un ritorno agli antichi fasti dei corti: danza, musica, una narrazione emozionante, ma soprattutto un’animazione ispirata. Il corto uscirà con Raya e l’ultimo drago il 5 marzo e arriverà su Disney+ nel mese di giugno.

Zach Parrish
A Zach Parrish spetta il compito di creare il nuovo corto Disney, “Us Again” a cinque anni di distanza dall’ultimo

Alexandre Desplat racconta come ha lavorato a The Midnight Sky durante la pandemia

Chiudiamo le cinema news con il compositore Alexandre Desplat, candidato ai Golden Globes per la colonna sonora di The Midnight Sky, il film di George Clooney prodotto da Netflix, che si è raccontato al podcast Crew Call. Si è soprattutto soffermato su quanto sia stato provante non poter volare a Londra per dirigere in presenza l’orchestra. Desplat ha raccontato però che Netflix ha smosso mari e monti per riuscire a farlo lavorare direttamente con l’orchestra e alla fine, anche se in remoto, sono riusciti a portare a termine il lavoro con un discreto successo.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli