Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Cinema News 29 novembre

Addio a “Darth Vader” David Prowse

È venuto a mancare David Prowse, immortale interprete di Darth Vader nella trilogia originale di Star Wars di George Lucas.
Il gigante inglese buono alto quasi due metri, campione di sollevamento di pesi britannico dal 1962 al 1964 – a 50 anni era ancora in grado di sollevare su panca piana circa 320kg, un’autentico fenomeno – e bodybuilder, ha anche interpretato o prestato le sembianze a Frankenstein per tre volte, in Casino Royale (1967), Gli orrori di Frankenstein (1970) e Frankenstein e il mostro dell’inferno (1974).
Ha inoltre girato Arancia meccanica di Stanley Kubrick (1971) e seguito come preparatore atletico Christopher Reeve per trasformarlo in Superman.
È stato anche il supereroe del servizio pubblico britannico Green Cross Code Man per oltre vent’anni, dal 1967 al 1990, insegnando ai bambini ad attraversare la strada attraverso video annunci di pubblica utilità, nominato per questo membro dell’Ordine dell’Impero Britannico.
Ha raccontato che George Lucas gli propose due ruoli: Chewbecca (poi interpretato dal compianto Peter Mayhew) oppure il cattivo principale della saga… senza conoscere alcun dettaglio – compresa la maschera o il pesante costume che avrebbe dovuto indossare – scelse immediatamente e senza dubbi il ruolo che gli avrebbe consegnato l’immortalità.
Nonostante non abbia mai prestato la voce (di James Earl Jones) o il volto (di Sebastian Shaw) di Darth Vader, e sul set abbia ricevuto il supporto di Bob Anderson per le coreografie, David Prowse con il suo body acting ha fatto un lavoro straordinario diventando una leggenda del grande schermo, oltre che il più grande villain della storia del cinema. (The Hollywood Reporter)

David Lynch girerà Wisteria per Netflix

Production Weekly ha lanciato la bomba: David Lynch lavorerà con Netflix sul progetto Wisteria, le cui riprese inizieranno a maggio 2021 ai Calvert Studios di Los Angeles. Produce Sabrina S. Sutherland, su sceneggiatura di Lynch.
Nel frattempo Mark Frost – storico collaboratore e autore con Lynch di Twin Peaks – ha affermato di non essere coinvolto nel progetto, non correlato in alcun modo a Twin Peaks.
Non è ancora chiaro se si tratti di una miniserie o serie TV, meno probabile si tratti di un film. Netflix ha rifiutato di commentare, il che è un buon segno.

I vincitori del Torino Film Festival 38

Il Torino Film Festival ha annunciato i vincitori della 38esima edizione: Botox di Kaveh Mazaheri vince come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) di Fernanda Valadez si aggiudica il Premio Speciale della Giuria e la migliore attrice a Mercedes Hernández, The Last Hillbilly di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe trionfa come miglior documentario internazionale.
Vi rimandiamo al nostro precedente articolo per tutti i dettagli e le recensioni in anteprima.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli