Birba – Micio Combinaguai recensione

Birba - Micio Combinaguai
Birba - Micio Combinaguai film d'animazione diretto da Gary Wang e prodotto da Light Chaser Animation Studios

Birba – Micio Combinaguai recensione del film d’animazione diretto da Gary Wang e prodotto da Light Chaser Animation Studios

Non lasciatevi ingannare dal nome, ma Birba – Micio Combinaguai è una davvero perla dell’animazione orientale, prodotta dallo studio cinese Light Chaser Animation Studios.

Questa fiaba moderna è destinata a tutta la famiglia e offre diversi spunti di riflessione per i genitori ma anche per i bambini in sala, oltre che molte sorprese inaspettate.

Birba è un giovane gatto, orfano di madre, che vive con il padre Oscar in un bellissimo appartamento, insieme alla loro padrona. Nonostante la sua giovane età è molto intelligente, energico e dinamico e trascorre le sue giornate giocando, mentre suo padre preferisce vivere pigramente dormendo tutto il giorno.

Birba - Micio Combinaguai
Il film d’animazione prodotto da Light Chaser Animation Studios

Tutto questo almeno finché non arriverà la pappagallina Mac, che racconterà loro della magica terra di Miciolandia: un luogo paradisiaco per i gatti. Oscar aveva sentito di questo posto leggendario anni prima, e stenta a credere che esista veramente, ma Birba è assolutamente convinto di ritrovare sua madre a Miciolandia.

Così il nostro piccolo protagonista costruisce un razzo a propulsione di bibite gassate (proprio come Chicken Little) e si lancia alla volta della montagna al di là del lago, scoprendo un’isola verdeggiante, piena di trappole. Preoccupato dalla sparizione del figlio, Oscar e Mac si lanciano alla volta di Birba, lanciandosi dal loro palazzo, evitando automobili e passanti, viaggiando clandestinamente in una cella frigorifera.

Birba - Micio Combinaguai
Il film d’animazione prodotto da Light Chaser Animation Studios
Birba - Micio Combinaguai
Birba – Micio Combinaguai

Nel frattempo Birba scopre che la montagna è controllata dal Vetraio, un folle artista che ha perso anni prima la sua ispirazione, e dal suo esercito di procioni, e ora rapisce animali per usarli come stampi per le sue opere d’arte. Il Vetraio cattura anche Birba, Oscar e Mac che finiscono in una prigione, destinati a diventare statue di vetro alla fine di ogni mese.

La situazione si fa drammatica, le vite dei prigionieri dipendono da Birba, così assemblando un lungo braccio di metallo, i nostri riescono ad aprire le gabbie e a fuggire su una barca/sommergibile a propulsione di ossigeno.

Finalmente i protagonisti raggiungono Miciolandia, meravigliosa e perfetta come Birba l’aveva immaginata, ma non ha ancora ritrovato sua madre. Così riparte alla scoperta del mondo, sapendo che casa sua non è lì, ma ovunque sarà il suo cuore. Quanto a Oscar, ora che ha trovato Miciolandia e suo figlio è andato per la sua strada, potrebbe riposare e fermarsi, ma realizza che non conosce ancora bene il mondo e comincia così il suo viaggio.

Birba - Micio Combinaguai
Birba – Micio Combinaguai

Le scene animate di Birba – Micio Combinaguai hanno colori molto accesi, le sequenze dove è rappresentata la prigionia e lo sfruttamento degli animali da parte dell’uomo invece hanno colori molto più freddi e metallici, si può quasi sentire il freddo di quelle gabbie. Nota di merito anche al volto degli animali, assolutamente espressivi e carichi di emozioni.

La morale del film ci mostra che per quanto sia agiata la vita in famiglia ci esorta a trovare la nostra strada, ad uscire dalla confort zone e a trovare la nostra indipendenza, portando la nostra famiglia con noi.

Marco R.