Stardust, il biopic su David Bowie con Johnny Flynn

David Bowie nel 1971
David Bowie nel 1971

Abbiamo iniziato la giornata con un documentario del 1970 dedicato ad una delle più grandi band della storia, la chiudiamo con un film che racconta il 1971 di uno dei maggiori artisti musicali della nostra epoca. Sulla scia di Bohemian Rhapsody, del prossimo Rocketman e dell’annunciato film su John & Yoko, arriva Stardust, nel senso di Ziggy, nel senso di David Bowie.

Stardust sarà diretto da Gabriel Range (autore di Death of a President, ‘documentario’ sull’omicidio di George W. Bush – tranquilli, è normale essere confusi) e scritto da Chris Bell, e racconterà la prima visita di David Bowie negli Stati Uniti: un viaggio che sarà particolarmente formativo e che ispirerà al musicista il personaggio di Ziggy Stardust, che sarà il suo alter ego nei primi anni settanta.

Il ruolo del futuro Duca Bianco è affidato a Johnny Flynn, musicista e già protagonista qualche anno fa di Song One (con Anne Hathaway) e, più recentemente, di Beast (se siete appassionati di Game of Thrones, Johnny sta attualmente calcando le scene a Londra assieme a Kit Harington/Jon Snow, ed è fratello di Jerome Flynn). Jena Malone (Donnie Darko, Hunger Games: La ragazza di fuoco, Animali notturni) interpreterà Angie Barnett, la prima moglie di Bowie – nonché madre di Duncan Jones.

Il film verrà girato a partire dal prossimo giugno.