Spider-Man: Homecoming

Spider-Man: Homecoming recensione

Recensione del film Spider-Man: Homecoming di Jon Watts con Tom Holland, Robert Downey Jr., Michael Keaton e Zendaya.

Dopo averlo visto bambino coraggioso mascherato da Iron Man in Iron Man 2 e ragazzino eccitato in costume in Captain America: Civil War, mina vagante in una sfilata di supereroi che si fronteggiano aspettando un climax che non arriva, continuano gli incroci tra l’ultimo Spider-Man Marvel (col benestare Sony Pictures) ed Iron Man in Spider-Man: Homecoming.

Marvel sceglie di accendere i riflettori sui giovanissimi plasmando un Peter Parker iperattivo e logorroico, videoblogger selfie-dipendente, dall’entusiasmo frenetico verso supereroi, scienze e ragazze.

Viene il dubbio che Tom Holland interpreti se stesso sul grande schermo, a tal punto da spingere Disney a stare al gioco (o a crearlo) pubblicizzando il ragazzo come un adorabile, ingenuo ciarlone che chiacchiera troppo e rivela anzitempo i segreti dei prossimi film Marvel, a tal punto da rendere necessario escluderlo dalla lettura anticipata delle sceneggiature.

Spider-Man Homecoming
Una delle scene più intense di Spider-Man: Homecoming.

Tom Holland alias Peter Parker rappresenta per Disney il quindicenne nerd in cui tutti i coetanei si rivedranno, soprattutto se è l’idolo dei giovanissimi Zendaya ad impersonare Mary Jane, MJ o giù di lì (smentite a parte).

A chiudere il cerchio portando gli appassionati dell’universo cinematografico Marvel al cinema ci pensa Robert Downey Jr. alias Tony Stark, nel ruolo un po’ stucchevole e poco consistente di tutor, padre spirituale e confidente di Peter Parker.

Jon Watts dirige un film piuttosto lineare ed un po’ trascurabile, se non fosse per il costume da Ragno che attraversa lo schermo.
A proposito del costume, apprezzabile è la crescita del protagonista, inversamente proporzionale alla bellezza e potenza della divisa da supereroe che indossa, tale che Peter Parker avrà bisogno di spogliarsi della sua maschera per scoprirsi Spider-Man.

Michael Keaton nelle vesti di Vulture, l’Avvoltoio, rappresenta la parte della migliore della pellicola, non soltanto per la grandezza dell’attore che Hollywood ha fortunatamente ripreso con sè quanto per la presenza di un villain vero e cazzuto in un universo supereroistico Marvel povero di cattivi di spessore.

Sintesi

Jon Watts dirige un film piuttosto lineare ed un po' trascurabile, se non fosse per il costume da Ragno che attraversa lo schermo.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...