Ratched

Ratched recensione serie TV Netflix [Anteprima]

Ratched recensione serie TV Netflix di Ryan Murphy e Evan Romansky con Sarah Paulson, Finn Wittrock, Cynthia Nixon, Judy Davis e Sharon Stone

Salva una vita e sei un eroe.
Salva cento vite… e sei un’infermiera.
(Sarah Paulson in Ratched)

Ken Kesey con la sua icona anticonformista Randle McMurphy, protagonista del romanzo Qualcuno volò sul nido del cuculo del 1962 e del cult cinematografico omonimo di Miloš Forman – vincitore dei cinque maggiori premi Oscar al miglior film, regista, attore (Jack Nicholson), attrice (Louise Fletcher alias Mildred Ratched) e sceneggiatura non originale (scritta dallo stesso Kesey) – dipinge un quadro devozionale della libertà e dello spirito umano, sdoganando un argomento tanto triste quanto delicato: la malattia mentale, i suoi risvolti culturali, etici e sociali e gli atti criminali compiuti nei confronti dei “matti”, dagli abusi farmacologici alle violenze fisiche e psicologiche fino alle torture dell’elettroshock e alle sevizie della lobotomia.

Da uno dei maggiori successi della storia del cinema – soltanto tre film nella storia degli Oscar hanno vinto i 5 Oscar principali – Evan Romansky crea una serie televisiva che vede protagonista Mildred Ratched, la controparte femminile di Randle McMurphy in Qualcuno volò sul nido del cuculo, infermiera rigida, severa ed intransigente che, rivelandosi nel profondo crudele e avversa ai malati psichiatrici, si spinge fino a perpetrare atrocità disumane nei loro confronti.

Sarah Paulson e Cynthia Nixon
Sarah Paulson e Cynthia Nixon

Ratched recensione serie TV Netflix
Finn Wittrock è Edmund Tolleson

Non è giocare a Dio decidere che ci sono sentimenti giusti e sentimenti sbagliati?
(Ratched)

Diretta e prodotta da Ryan Murphy (Hollywood) con protagonista Sarah Paulson nel ruolo che consegnò l’Oscar a Louise Fletcher per il suo inquietante personaggio, Ratched raffigura una versione di Mildred ben differente rispetto a quella filmica, differenza di caratterizzazione che dunque non va presa in considerazione ai fini del giudizio sulla serie.

La serie di MurphyRomansky sembra almeno inizialmente riprendere le tematiche custodite dall’opera originale, con accenni al primo intervento di lobotomia da parte dello psichiatra e neurochirurgo portoghese António Egas Moniz nel 1936 e la tragedia delle vittime, anche giovanissime, martoriate e devastate fisicamente e mentalmente soltanto perché irrequiete, ansiose, malinconiche (depresse), affette da demenza o addirittura perché omosessuali, abbandonate ad un destino atroce e alle torture della “scienza medica” dalle loro stesse famiglie.

Sarah Paulson è Mildred Ratched
Sarah Paulson è Mildred Ratched

Ratched recensione serie TV Netflix
Judy Davis è Betsy Bucket

Dicono che fantastichi troppo, ma che male può fare l’immaginazione?
(Ratched)

Ratched diventa tuttavia ben presto un torture porn privo di morale ed illogico, una vacua celebrazione della violenza gratuita dove la terapia, mai verbale o strutturata, è solo un mero pretesto per mostrare torture gratuite, non per affrontare la diversità e libertà sessuale e di genere, men che meno per riprendere ed attualizzare le tematiche cruciali di Qualcuno volò sul nido del cuculo, dalle implicazioni dei disturbi mentali all’eutanasia.

Difficile francamente intercettare le motivazioni che hanno spinto gli autori ad indugiare così platealmente su un continuo sfogo di perversioni estreme e violenze fisiche e psicologiche fini a se stesse, dallo splatter delle mutilazioni all’incesto, dalla fulminazione della sedia elettrica a continue efferatezze povere di significato.

Sharon Stone è Lenore Osgood
Sharon Stone è Lenore Osgood

I dottori? Onestamente… a chi servono!
(Judy Davis in Ratched)

Animato da personaggi poco attraenti tra i quali l’unico interessante è la Lenore Osgood di Sharon Stone in versione Boxing Helena, Ratched non intende affrontare in maniera tangibile le implicazioni dei disturbi mentali o l’eutanasia, né la missione di angeli di carità degli infermieri, mostrando gravi carenze nella costruzione di un racconto colmo di sangue e sevizie ma povero di contenuti, aggravato da una conclusione forzata se non ridicola che apre le porte ad una seconda stagione di mostri, non nati ma creati, sul piccolo schermo.

Ratched recensione serie TV Netflix
Sophie Okonedo e Jon Jon Briones

Sharon Stone è Lenore Osgood
Sharon Stone è Lenore Osgood

Sintesi

Torture porn in salsa d'autore, Ratched si dimostra una vacua celebrazione della violenza gratuita indugiando platealmente su perversioni estreme e violenze fisiche e psicologiche fini a se stesse, in un racconto colmo di sangue e sevizie ma povero di significato, animato da personaggi poco attraenti.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini [TFF 38]

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini, Marcelo Alonso, Davide Iacopini, Anita Caprioli e Paolo Pierobon al Torino Film Festival Parla...

Antidisturbios recensione serie TV di Rodrigo Sorogoyen e Isabel Peña Episodi 1-2 [TFF 38]

Antidisturbios recensione miniserie TV di Rodrigo Sorogoyen e Isabel Peña con Vicky Luengo, Raúl Arévalo e Álex García al Torino Film Festival 38 Sono stati presentati...

Mi chiamo Francesco Totti recensione film documentario di Alex Infascelli [Sky Now TV]

Mi chiamo Francesco Totti recensione documentario di Alex Infascelli scritto da Francesco Totti con Paolo Condò disponibile su Sky e Now TV Alex Infascelli nella sua...

Il talento del calabrone recensione film di Giacomo Cimini con Sergio Castellitto e Anna Foglietta [Amazon Prime Video]

Il talento del calabrone recensione film di Giacomo Cimini con Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, Anna Foglietta e Marina Occhionero su Prime Video La storia raccontata da...

Logan – The Wolverine recensione film di James Mangold con Hugh Jackman

Logan - The Wolverine recensione del film di James Mangold, con Hugh Jackman, Patrick Stewart, Dafne Keen, Boyd Holbrook e Stephen Merchant Da un paio d'anni il...

Cinema News del 23 novembre [Rassegna Stampa]

Black Panther 2 inizierà le riprese a luglio Weekend su Amazon Prime Video a dicembre L’Associazione delle Film Commission Europee mette in palio...

The Salt in Our Waters recensione film di Rezwan Shahriar Sumit [TFF 38]

The Salt in Our Waters recensione film di Rezwan Shahriar Sumit con Fazlur Rahman Babu, Shatabdi Wadud e Titas Zia al Torino Film Festival 38 Si...

Mickey on the Road recensione film di Mian Mian Lu [TFF 38]

Mickey on the Road recensione film di Mian Mian Lu con Pao-Wen Yeh, Ya-Ling Chang, Ke-Li Miao, Yu Chieh Hsu presentato al Torino Film...

The Disaster Artist recensione film di e con James Franco

The Disaster Artist recensione del film diretto e interpretato da James Franco con Dave Franco, Alison Brie e Seth Rogen Nell'ormai lontano 2003, per la promozione del...

A Shot Through The Wall recensione film di Aimee Long con Kenny Leu [TFF 38]

A Shot Through The Wall recensione film di Aimee Long con Kenny Leu, Ciara Renée, Tzi Ma, Fiona Fu e Lynn Chen Fuori Concorso al...