Padrenostro

Padrenostro recensione film di Claudio Noce [Venezia 77]

Padrenostro recensione film di Claudio Noce con Pierfrancesco Favino, Barbara Ronchi, Mattia Garaci, Francesco Gheghi, Mario Pupella, Eleonora De Luca, Antonio Gerardi e Francesco Colella

In concorso alla 77° edizione della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia è stato presentato Padrenostro, il film diretto da Claudio Noce, al cinema il 24 settembre. Il regista ha realizzato un film personale che porta sullo schermo la sua infanzia vissuta nella paura per l’incolumità della sua famiglia e, in particolar modo, del padre.

Siamo nella Roma del 1976 e la vita di Valerio, un bambino di dieci anni interpretato da un bravissimo Mattia Garaci, viene sconvolta quando il padre Alfonso (Pierfrancesco Favino) resta ferito sotto casa, colpito da numerosi proiettili sparati da un commando di terroristi. Sono gli Anni di Piombo, anni in cui la capitale e l’Italia hanno vissuto momenti drammatici e una violenza brutale. Da quel giorno la paura entra nel cuore e nella testa di tutti i personaggi coinvolti, ma Valerio trova rifugio nell’amicizia sincera e complice con Christian (Francesco Gheghi), un ragazzino di 14 anni con cui passa del tempo dimenticandosi del trauma subito. Il regista gioca con lo spettatore mantenendo questa figura sospesa tra fantasia e realtà per gran parte del film, anche se quando è il momento delle spiegazioni la sceneggiatura inciampa in una struttura leggermente sconnessa.

Pierfrancesco Favino e Mattia Garaci
Pierfrancesco Favino e Mattia Garaci

Padrenostro recensione film di Claudio Noce
Padrenostro di Claudio Noce con Pierfrancesco Favino

Al centro di Padrenostro è il rapporto padre-figlio con Valerio che venera il padre, fermandosi spesso a fissarlo mentre discute con gli amici o con i colleghi di lavoro, o sorride dolcemente a lui o alla moglie nei pochi momenti che passano insieme. Alfonso è un uomo importante che ha delle responsabilità, ma ama anche molto la sua famiglia. Il film di Noce, infatti, non è propriamente un film sugli Anni di Piombo, ma piuttosto un dramma familiare che vuole raccontare l’infanzia di quegli anni, la difficoltà di essere figli in quel clima di pericolo e imprevedibilità. I bambini venivano considerati spettatori impassibili e messi da parte, come se fossero in grado di gestire da soli i traumi derivanti dagli eventi a cui assistevano.

Pierfrancesco Favino
Pierfrancesco Favino

La vera sorpresa di Padrenostro è Mattia Garaci, un giovanissimo attore estremamente espressivo che catalizza l’attenzione e guida la narrazione nei panni di un personaggio in evoluzione che trova una via di uscita al dolore grazie alla presenza di un amico, apparentemente piombato dal nulla. È lui il vero protagonista del film, mentre Favino è un “personaggio ingombrante in assenza che è sempre lì anche se non c’è” come ha affermato lui stesso in conferenza stampa. La sua presenza si percepisce costante grazie al punto di vista del figlio che lo adora in ogni momento. Noce decide di raccontare il film proprio dal punto di vista di quest’ultimo, con una macchina da presa che partecipa emotivamente muovendosi con eleganza e ambizione all’interno dell’inquadratura. In particolare colpiscono le riprese dall’alto in basso nella scena iniziale sui binari della metropolitana e in una delle scene più emozionanti, quando Valerio disegna con il gesso sull’asfalto l’attentato che ha coinvolto il padre, quasi come per esorcizzare la tragedia che ha vissuto attraverso un linguaggio che conosce, il disegno.

La durata di Padrenostro poteva essere sicuramente minore, e questo ha influito sul ritmo del film che è instabile e rallenta troppo nella parte centrale. Come accennato prima, colpa della sceneggiatura a tratti confusa che non soddisfa del tutto alcune scelte narrative. In un certo senso un’occasione sprecata il cui potenziale poteva essere gestito in modo più equilibrato.

Barbara Ronchi
Barbara Ronchi

Il regista Claudio Noce
Il regista Claudio Noce

Sintesi

Claudio Noce porta sullo schermo un dramma familiare sulla difficoltà di essere figli nel clima di pericolo e imprevedibilità degli Anni di Piombo. Rapporto padre-figlio raccontato dal punto di vista del giovanissimo ed estremamente espressivo Mattia Garaci, attraverso una macchina da presa che partecipa emotivamente muovendosi con eleganza e ambizione all'interno dell’inquadratura, Padrenostro disperde tuttavia parte del suo potenziale in una struttura leggermente sconnessa che non soddisfa del tutto la narrazione.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Buon compleanno Pinocchio: l’81esimo anniversario del capolavoro Disney

Buon compleanno Pinocchio: l'81esimo anniversario del capolavoro dell'animazione di Walt Disney tratto dal romanzo di Carlo Collodi Buon compleanno Pinocchio non è il solito articolo...

Tutta colpa di Freud recensione del film di Paolo Genovese con Marco Giallini [Netflix]

Tutta colpa di Freud recensione film di Paolo Genovese con Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Claudia Gerini, Anna Foglietta e Vittoria Puccini Inizia così Tutta colpa...

Cinema News: il cast di The Outfit, i trailer di Natural Light e di A Week Away e Il grande Gatsby serie animata

Cinema News by Day su MadMass.it The Outfit: il cast del film di Graham Moore Natural Light: il trailer del film di Dénes Nagy...

Hanno crocifisso Jared Leto: nuove foto di Gal Gadot & Co. da Zack Snyder’s Justice League e il cameo segreto di un supereroe

Zack Snyder ci mostra alcuni nuovi scatti del dietro le quinte dei reshoot di Justice League, con Gal Gadot, Amber Heard, Ben Affleck e...

Alien recensione film di Ridley Scott con Sigourney Weaver [Disney+ Star]

Alien recensione del film di Ridley Scott, con Sigourney Weaver, Tom Skerritt, John Hurt, Ian Holm, Harry Dean Stanton, Yaphet Kotto e Veronica Cartwright "In...

Cinema News: Ethan Hawke spiega perché ha scelto Moon Knight e Gillian Anderson entra nel cast di First Lady

Cinema News by Day su MadMass.it Ethan Hawke spiega perché ha accettato di girare Moon Knight, la nuova serie Marvel Anche Gillian Anderson si...

Città invisibile recensione serie TV di Carlos Saldanha con Alessandra Negrini e Marco Pigossi [Netflix]

Città invisibile recensione serie TV di Carlos Saldanha con Alessandra Negrini, Marco Pigossi, Jéssica Córes, Julia Konrad, Wesley Guimarães e Fábio Lago Disponibile su Netflix, Città...

Your Honor recensione serie TV di Peter Moffat con Bryan Cranston [Sky Anteprima]

Your Honor recensione serie TV di Peter Moffat con Bryan Cranston, Michael Stuhlbarg, Hope Davis, Hunter Doohan, Carmen Ejogo, Isiah Whitlock Jr., Sofia Black-D'Elia e...

Zack Snyder, non solo Justice League: Army of the Dead e il film su Re Artù

Zack Snyder, non solo Justice League: la data di uscita di Army of the Dead su Netflix e il film su Re Artù Non c'è...

La mappa delle piccole cose perfette recensione film con Kathryn Newton [Amazon Prime Video]

La mappa delle piccole cose perfette recensione film di Ian Samuels con Kathryn Newton, Kyle Allen, Jermaine Harris, Anna Mikami e Jorja Fox Disponibile su...