The Duke

The Duke recensione film di Roger Michell [Venezia 77]

The Duke recensione film di Roger Michell con Jim Broadbent, Helen Mirren, Fionn Whitehead, Matthew Goode e Anna Maxwell Martin

Kempton Bunton sembra un nome inventato” eppure The Duke è un racconto talmente strano e perfetto che non poteva non essere tratto da una storia vera, diventata poi oggetto di leggenda e riemersa soltanto dopo cinquant’anni, occultata da una rete di bugie disseminate dallo stesso Bunton. L’idea arriva direttamente nella casella postale della produttrice Nicky Bentham e il mittente è Christopher Bunton (nipote del protagonista), consapevole che quella storia avrebbe fatto la differenza e realizzato il sogno di Kempton.

Jim Broadbent è Kempton Bunton, simpaticissimo combina guai di mezza età del nord di Londra che di professione fa il tassista, con lui non potevano che vivere una deliziosa moglie (Helen Mirren), un po’ stufa dei continui danni del marito ma troppo innamorata per arrabbiarsi davvero, e i due figli, uno (Jack Bandeira) che ormai vive fuori casa e l’altro (Fionn Whitehead) che invece ha ereditato tutto il gene rocambolesco del papà, diventando reciproci complici e sostenitori.

Il regista Roger Michell
Il regista Roger Michell

La produttrice Nicky Bentham
La produttrice Nicky Bentham

The Duke è un po’ la favola di Robin Hood e un po’ di Don Chisciotte, un uomo comune che parla direttamente al potere incarnando lo spirito inglese della rivoluzione. Qual è la differenza fra rubare e restituire un prestito in ritardo? Cosa distingue un crimine da una buona azione? E fino a che punto il fine giustifica i mezzi?

Roger Michell indaga attraverso questa storia surreale come l’uomo sia portato a ricercare l’aspetto negativo delle cose e lo faccia senza nemmeno concedersi e concedere il beneficio del dubbio. Kempton Bunton spesso supera il limite ma ha un animo buono, ama la sua famiglia e il suo matrimonio ed è determinato a realizzare il suo sogno: scrivere storie autobiografiche che sia per la letteratura, per il teatro o per la televisione.

Jim Broadbent alla Mostra del Cinema di Venezia
Jim Broadbent alla Mostra del Cinema di Venezia

Jim Broadbent in The Duke
Jim Broadbent in The Duke

Con lo sfondo dell’eterno divario tra ricchi e poveri, Kempton Bunton si batte per un maggiore sostegno da parte del governo agli anziani, spesso soli e dimenticati dopo aver dedicato un’intera esistenza ad assicurare il benessere della propria famiglia e delle generazioni a seguire. A partire magari dal canone televisivo gratuito visto come una cura moderna per la loro solitudine.

Seppur penalizzato da qualche split screen di troppo che grava sulla narrazione, Roger Michell con The Duke dirige una commedia fresca, godibile e ben interpretata, facendo leva su un racconto tanto fuori dal comune quanto edificante.

Sintesi

The Duke è un po’ la favola di Robin Hood e un po’ di Don Chisciotte, un uomo comune che parla direttamente al potere incarnando lo spirito inglese della rivoluzione. Roger Michell dirige una commedia fresca, godibile e ben interpretata, facendo leva su un racconto tanto fuori dal comune quanto edificante.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...