Il trailer di Juliet, Naked

Juliet, Naked
Juliet, Naked - Tutta un’altra musica tratto dal romanzo di Nick Hornby

I romanzi di Nick Hornby hanno avuto un discreto successo al cinema (a partire dall’ottimo High Fidelity con John Cusack, che lanciò la moda delle top 5 per qualsiasi cosa e ci fece scoprire Jack Black, poi il gradevole About a Boy con Hugh Grant e il meno fortunato The Long Way Down con Pierce Brosnan e Toni Collette). È venuto anche il momento di Juliet, Naked (in italiano: Tutta un’altra musica), diretto da Jesse Peretz e scritto da sua sorella Evgenia Peretz (i due sono gli autori di My Idiot Brother) insieme a Jim Taylor (Oscar per Sideways) e sua moglie Tamara Jenkins (nominata all’Oscar per The Savages). Il titolo si ispira al ‘Let It Be… naked’ che, nel 2003, regalò ai fan dei Beatles una nuova versione del classico album del 1970, remixata e spogliata di tutta la melassa orchestrale che… ma mi sto facendo trasportare. ’Juliet, Naked‘ è in questo caso la versione bootleg acustica di ‘Juliet’, un album del celeberrimo musicista americano (inventato) Tucker Crowe, che il superfan inglese Duncan (Chris O’Dowd) recensisce sul suo blog dedicato all’artista, con lo spiccato senso critico che caratterizza alcuni appassionati.
La sua ragazza Annie (Rose Byrne), dopo aver ascoltato il disco, reagisce come molti reagirono all’uscita del nuovo Let It Be* scrivendo un post che lo denuncia come una bieca operazione commerciale. Duncan non apprezza e lo scontro finisce per causare la dissoluzione della coppia. Chi invece approva il contenuto del post è Tucker Crowe stesso (Ethan Hawke), che contatta Annie via email, iniziando così un’amicizia epistolare che lo porterà ad andare a trovare la donna in Inghilterra…