Jodie Foster e Jake Gyllenhaal copiano l’Europa

Jodie Foster, Jake Gyllenhaal
Jodie Foster sarà regista e protagonista di Woman at War

Hollywood non smette di cercare nuove idee, laddove per ‘nuove idee’ si intendono riadattamenti e nuove messe in scena di vecchi film. Nel caso più artistico, si occupa di rifacimenti di film da altri continenti. Oggi arrivano notizie fresche di due remake di produzioni europee.

Jodie Foster sarà regista e protagonista di Woman at War, che per i nostri lettori più attenti dovrebbe essere un titolo familiare: è infatti il titolo inglese di La donna elettrica/Kona fer I strid, in uscita sui nostri grandi schermi questa settimana e candidato islandese come Miglior Film Straniero agli Oscar.

Il film originale di Benedikt Erlingsson racconta di Halla, insegnante di musica che nel tempo libero compie azioni di sabotaggio ai danni delle multinazionali che minacciano lo splendore ecologico del suo Paese, e che dovrà riconsiderare i suoi comportamenti alla luce del fatto che presto riceverà una bimba ucraina in adozione.

L’altro titolo annunciato, che avrà come protagonista Jake Gyllenhaal, è un remake del film danese The Guilty, a sua volta proposto dalla Danimarca per gli Academy Awards e candidato a tre European Film Awards (Miglior sceneggiatura, miglior attore e Premio Fipresci).

La pellicola, realizzata dal debuttante Gustav Möller, segue alcune ore di un agente di polizia sottoposto a una procedura disciplinare, e pertanto declassato al ruolo di operatore di call center. Durante il suo turno, l’uomo riceve una chiamata da una donna che è stata rapita: quando la conversazione viene bruscamente interrotta, l’agente si lancia alla ricerca, sfruttando il suo intuito, le sue conoscenze e la rete telefonica – dal momento che non può allontanarsi dal call center.

(Empire e Variety)