Gretel e Hansel

Gretel e Hansel recensione [Anteprima]

Gretel e Hansel recensione film di Oz Perkins con Sophia Lillis, Alice Krige, Samuel Leakey, Jessica De Gouw, Fiona O’Shaughnessy e Charles Babalola

Trasformare la di per sé drammatica fiaba dei fratelli Grimm Hänsel e Gretel, che racconta il dramma della povertà di cibo e dell’infanticidio in epoca medioevale, con i due fanciulli che si riscattano agli occhi del padre rubando l’oro della strega dei boschi che voleva cibarsene per continuare ad alimentare i suoi poteri, in una storia di formazione al femminile e dell’orrore terreno ancor prima che sovrannaturale, è un’operazione rischiosa soprattutto se gli intenti sono celati all’interno di una confezione puramente horror, che deluderà il pubblico di genere che da Gretel e Hansel si aspetterà tutt’altro.

L’inversione dei nomi rispetto al titolo della celebre fiaba è molto più simbolica di quanto si possa inizialmente pensare dal nome in cartellone di Sophia Lillis: Gretel e Hansel è la storia dell’emancipazione di Gretel dal ruolo di donna che vive in funzione dei bisogni dell’uomo, sessuali e di accudimento della prole e della casa, e dipende da quest’ultimo per il sostentamento.

Gretel e Hansel recensione
Sophia Lillis in Gretel e Hansel

Samuel Leakey e Sophia Lillis
Samuel Leakey e Sophia Lillis

In un sottile parallelismo tra Medioevo e moderno, la strega dei boschi, interpretata da una paurosa Alice Krige, incalza Gretel sulla necessità che ella si liberi dai suoi pesi che non le permettono di emanciparsi e liberare il suo potenziale: in una società che sceglie di non nutrirsi di benevolenza e generosità bensì di veleno, Gretel deve avvelenarsi del suo stesso veleno per liberarsi di tutte le sue paure e limitazioni.

Se la strega ha scelto il male nutrendosi dei bambini abbandonati per dare libero ed eterno sfogo ai suoi poteri di fattucchiera, Gretel, dotata anch’ella di magia latente e del terzo occhio in grado di percepire realtà invisibili agli uomini come gli spiriti dei defunti, dovrà rompere con il passato e con il suo predestinato ruolo di madre e concubina per dedicarsi esclusivamente a soddisfare i suoi bisogni e desideri, nutrendo soltanto le sue ambizioni.

Gretel e Hansel recensione
Alice Krige è la strega dei boschi

Jessica De Gouw è la strega in sembianze giovanili
Jessica De Gouw è la strega in sembianze giovanili

Il quasi esordiente in campo cinematografico Oz Perkins, su sceneggiatura di Rob Hayes al suo primo copione per il grande schermo, costruisce un’opera ibrida tra dramma e horror dai tempi dilatati che mostra qualche incertezza sulla natura dei suoi personaggi e non riesce a concretizzarsi in un climax memorabile, eppure sorretto dalla stupenda fotografia di Galo Olivares (che ha supportato Alfonso Cuarón nella fotografia di Roma) e dalla sua maestria nel controllo dei movimenti della macchina da presa, tra riprese con la camera a mano e il camera rig per restituire fedelmente il dinamismo e il senso dei movimenti dei protagonisti che passeggiano immersi nella tetralità del bosco, donando alla pellicola spessore artistico e una straordinaria e fotorealistica bellezza visiva.

Le musiche di Robin “Rob” Coudert, come i temi Midnight Bath e Witchcraft, contribuiscono ad arricchire l’atmosfera dark di Gretel e Hansel, horror atipico ed incompiuto seppur dalle grandi potenzialità, impreziosito dalla sua protagonista Sophia Lillis (It, I Am Not Okay with This) che si conferma di produzione in produzione una delle migliori attrici della sua generazione.

Gretel e Hansel recensione
Gretel e Hansel di Oz Perkins

Gretel e Hansel: il poster italiano
Gretel e Hansel: il poster italiano

Sintesi

Horror atipico impreziosito dalle sue protagoniste Sophia Lillis e Alice Krige, Gretel e Hansel trasforma la drammatica fiaba dei fratelli Grimm in una storia di formazione al femminile e dell'orrore terreno ancor prima che sovrannaturale, sorretto dalla stupenda fotografia di Galo Olivares e dalla sua maestria nel controllo dei movimenti della macchina da presa che donano alla pellicola una straordinaria e fotorealistica bellezza visiva.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articolo precedenteGalveston recensione
Articolo successivoCine Rassegna Stampa del 4 agosto

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Divorzio a Las Vegas recensione film con Giampaolo Morelli e Andrea Delogu [Anteprima]

Divorzio a Las Vegas recensione film di Umberto Carteni con Giampaolo Morelli, Andrea Delogu, Ricky Memphis, Grazia Schiavo e Gianmarco Tognazzi Divorzio a Las Vegas è...

Boyhood recensione film di Richard Linklater [Indie]

Boyhood recensione film di Richard Linklater con Patricia Arquette, Ethan Hawke, Ellar Coltrane, Lorelei Linklater, Jessi Mechler e Nick Krause Girato nell'arco di dodici anni,...

Cinema News del 30 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 30 settembre: Barry Jenkins dirige il sequel de Il Re Leone, il trailer di The Craft: Legacy di Blumhouse con Cailee...

Emily in Paris recensione serie TV di Darren Star con Lily Collins [Netflix Anteprima]

Emily in Paris recensione serie TV Netflix di Darren Star con Lily Collins, Lucas Bravo, Philippine Leroy-Beaulieu, Ashley Park, William Abadie, Charles Martins, Camille...

Wes Anderson: indiscrezioni sul prossimo film (forse) italiano

Wes Anderson torna subito al lavoro: non ancora uscito il suo prossimo film, il regista americano è già pronto per un nuovo lungometraggio (forse a Roma)

Work It recensione film con Sabrina Carpenter [Netflix]

Work It recensione film di Laura Terruso con Sabrina Carpenter, Jordan Fisher, Liza Koshy, Indiana Mehta, Michelle Buteau e Drew Ray Tanner Prodotto da Alicia...

Cinema News del 29 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 29 settembre: No Sudden Move di Steven Soderbergh con Benicio Del Toro, Don Cheadle e Jon Hamm, il trailer di Vampires...

Il processo ai Chicago 7 recensione film di Aaron Sorkin [Netflix Anteprima]

Il processo ai Chicago 7 recensione film di Aaron Sorkin con Eddie Redmayne, Sacha Baron Cohen, Frank Langella, Joseph Gordon-Levitt, Mark Rylance, Jeremy Strong,...

Zac Efron: con i piedi per terra recensione miniserie documentario [Netflix]

Zac Efron: con i piedi per terra recensione della miniserie documentario con Zac Efron e Darin Olien disponibile su Netflix Zac Efron parte per un viaggio...

Cinema News del 28 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 28 settembre: i trailer dell'horror italiano Il legame con Riccardo Scamarcio e Mia Maestro e della serie d'animazione da incubo Resident...