Film in uscita al cinema: Jungle Cruise, Uno di noi, They Talk

Film in uscita al cinema nella settimana del 29 luglio: Jungle Cruise, Uno di noi, They Talk, Possession – L’appartamento del diavolo e le altre uscite

Film in uscita al cinema dal 29 luglio

  1. Jungle Cruise
  2. Uno di noi
  3. They Talk
  4. Possession – L’appartamento del diavolo
  5. Agente Speciale 117 al servizio della Repubblica – Missione Rio
  6. Il viaggio del principe – Rinviato!

Jungle Cruise

Film in uscita: Jungle Cruise
Film in uscita: Jungle Cruise

di Jaume Collet-Serra
scritto da Glenn Ficarra, John Requa, Josh Goldstein
con Dwayne Johnson, Emily Blunt, Edgar Ramírez, Jack Whitehall, Jesse Plemons
Reazioni online: critica 🙂
La recensione di Andrea:

Ritornano gli adattamenti cinematografici di attrazioni Disneyland, genere nato (dopo l’antipasto televisivo del 1997: Tower of Terror con Steve Guttenberg e Kirsten Dunst) nel 2000, con il Mission to Mars di Brian De Palma, e sviluppatosi nel corso di pochi anni con The Country Bears (2002, con Christopher Walken), Pirati dei Caraibi – La maledizione della prima luna (2003, che come sapete contava su Johnny Depp, Keira Knightley e Orlando Bloom) e La casa dei fantasmi (2003, con Eddie Murphy). Negli anni successivi, Disney preferì concentrarsi sull’unico di quei titoli ad avere un buon riscontro di pubblico, finendo per battere il ferro con più sequel di quanti ne fossero necessari, fino a far venire effettivamente a noia il personaggio di Jack Sparrow. Il passato decennio vide molti progetti iniziati e non conclusi (inclusa un’altra casa infestata a cura di Guillermo del Toro), ad eccezione del Tomorrowland di Brad Bird, Damon Lindelof e George Clooney del 2015, che a sua volta non convinse.
Dopo tanti progetti naufragati, sembra una dichiarazione d’intenti (o un’esplicita sfida) voler riprendere il genere con un’imbarcazione, un nuovo progetto natante (proprio come i Pirati).
Semplice crociera fluviale nei parchi Disney, al cinema Jungle Cruise diventa un titolo dall’alto potenziale avventuroso: all’inizio del ventesimo secolo, la dottoressa Lily Houghton (Emily Blunt) e suo fratello MacGregor (Jack Whitehall), da Londra si avventurano in Amazzonia, alla ricerca di un albero dalle capacità miracolose che potrebbe aprire incredibili progressi in campo medico. Per arrivare a destinazione, hanno bisogno di un mezzo fluviale e di una guida in grado di navigare attraverso le giungle del Rio delle Amazzoni: non troveranno nulla di meglio che il capitano Frank Wolff (Dwayne Johnson) ed il suo battello sgangherato.
Tra capitani, maledizioni, esseri soprannaturali e pericoli vari (inclusi Paul Giamatti e un teutonico Jesse Plemons), Jungle Cruise non fa nulla per nascondere la sua ricetta (i Pirati, certo, ma anche molta La Mummia e un po’ di Indiana Jones), ma a giudicare dal trailer sembra avere sufficiente verve per reggersi sulle proprie gambe (il proprio scafo?).
La sceneggiatura porta la firma di Glenn Ficarra e John Requa (Come cani & gatti, Bad Santa, Focus), da una storia di Josh Goldstein.
Dirige Jaume Collet-Serra, regista spagnolo che si è fatto un nome nel cinema horror ad inizio millennio (La maschera di cera, Orphan) prima di diventare uno dei principali fomentatori della carriera action di Liam Neeson (Unknown, Non-Stop, Run All Night, The Commuter). Il suo sodalizio con Dwayne Johnson continuerà con Black Adam.
Una visione che sembra decisamente consigliata sul grande schermo, ma se non potete o non volete avventurarvi al cinema, Jungle Cruise sarà disponibile (con ‘accesso VIP’) su Disney+ a partire dal 30 luglio.

Uno di noi

Film in uscita: Uno di noi
Film in uscita: Uno di noi

di Thomas Bezucha
scritto da Thomas Bezucha dal romanzo di Larry Watson
con Diane Lane, Kevin Costner, Kayli Carter, Lesley Manville, Will Brittain
Reazioni online: critica 😄 – pubblico 🙂

Spostiamoci nel Montana, nel 1961. L’ex sceriffo George Blackledge (Kevin Costner) e sua moglie Margaret (Diane Lane), dopo la morte dell’unico figlio James, trovano consolazione nell’aiutare la nuora, Lorna (Kayli Carter), a crescere il nipotino Jimmy… almeno fino a quando Lorna decide di risposarsi, con il peraltro manesco e irascibile Donnie Weboy (Will Brittain), per poi svanire con neomarito e figlio senza avvisare.
George e Margaret riescono a rintracciarli in Nord Dakota, presso la famiglia di Donnie; l’accoglienza del clan Weboy, ed in particolare della matriarca Blanche (Lesley Manville), è tutt’altro che calorosa: quando appaiono chiare le loro intenzioni di tenersi Jimmy ben stretto, considerandolo ‘uno di loro’, i Blackledge devono trovare un modo per strappare il nipotino alla potente e minacciosa nuova famiglia.
Uno di noi è un adattamento del romanzo di Larry Watson Let It Go, scritto e diretto da Thomas Bezucha, già autore di The Family Stone/La neve nel cuore e co-sceneggiatore del grazioso Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey, nonché regista designato di alcuni dei sei episodi che costituiranno la serie Marvel Secret Invasion.

They Talk

Film in uscita: They Talk
Film in uscita: They Talk

di Giorgio Bruno
scritto da Vinicio Canton e Stefano Ceccarelli
con Jonathan Tufvesson Larsson, Rocío Muñoz Morales, Margaux Billard, Aciel Martinez Poll, Sydney Rae White
Reazioni online: critica 🤨

Il regista catanese Giorgio Bruno, specializzato in horror, propone il suo quarto lungometraggio, They Talk. Protagonista è Alex (l’attore svedese Jonathan Tufvesson Larsson, che in passato ha collaborato con Ruben Östlund), tecnico del suono che, un po’ come John Travolta in Blow Out, trova nei suoi nastri qualcosa di inaspettato: in questo caso si tratta di voci, non umane, che sembrano avvertirlo di qualcosa. Alex si mette così a ricercare il significato di questi ammonimenti.
Nel mettere in scena, seppure con un cast europeo, una storia dell’orrore della provincia americana, Bruno non nasconde i suoi riferimenti: il nome della cittadina nella quale si svolge la vicenda, Twin Lakes, ci porta immediatamente nel Pacific North-West di David Lynch, qui interpretato dalla Sila calabrese, mentre il titolo e svariate scelte scenografiche e registiche esplicitano un omaggio a John Carpenter, e non mancano citazioni da Lucio Fulci.
La sceneggiatura è di Vinicio Canton (co-autore di diverse serie TV, da R.I.S. a La squadra) e Stefano Ceccarelli.

Possession – L’appartamento del diavolo

Film in uscita: Possession - L’appartamento del diavolo
Film in uscita: Possession – L’appartamento del diavolo

di Albert Pintó
scritto da Ramón Campos, Gema R. Neira, Salvador S. Molina e David Orea
con Iván Marcos, Bea Segura, Begona Vargas, Javier Botet, Iván Renedo
Reazioni online: critica 🤨 – pubblico 🤨

Catalano come Collet-Serra, il regista Albert Pintó al suo secondo lungometraggio si cimenta nell’horror per raccontare la storia della famiglia Olmedo, che nel 1976, in cerca di una vita migliore (come l’intera Spagna, in piena Transición dal regime franchista alla monarchia parlamentare), si trasferisce a Madrid, e precisamente nel quartiere Malasaña (Malasaña 32 è il titolo originale).
Manolo, Candela, i loro tre figli e il nonno Fermín non sanno ancora che la casa appena acquistata, come rivela subito il titolo italiano (Possession – L’appartamento del diavolo) non è esattamente sfitta: oscure presenze rivendicano la proprietà dell’appartamento, avanzando anche qualche pretesa sul figlio più piccolo, Pepe.
Ispirato, come si suol dire, a (non meglio precisati) eventi reali, Possession ha attirato in patria numerosi paragoni con le opere di James Wan.

Agente Speciale 117 al servizio della Repubblica – Missione Rio

Agente Speciale 117 al servizio della Repubblica - Missione Rio
Agente Speciale 117 al servizio della Repubblica – Missione Rio

di Michel Hazanavicius
scritto da Michel Hazanavicius e Jean-François Halin, dai romanzi di Jean Bruce
con Jean Dujardin, Louise Monot, Alex Lutz, Reem Kherici, Rüdiger Vogler
Reazioni online: critica 🙂 – pubblico 🙂

Ritorniamo nella foresta amazzonica, qualche decennio più tardi rispetto a Jungle Cruise, con la seconda avventura dell’agente segreto Hubert Bonisseur de la Bath (del quale vi abbiamo raccontato qualche settimana fa).
Realizzato nel 2009, Agente Speciale 117 al servizio della Repubblica – Missione Rio (OSS 117: Rio ne répond plus) porta infatti OSS 117 (Jean Dujardin) nel 1968, al servizio del generale De Gaulle e del primo ministro Pompidou, in Brasile, con il compito di recuperare un microfilm, posseduto da un ex funzionario nazista, e che contiene i nomi di numerosi collaborazionisti francesi.
Le sue strade si incroceranno con quelle di un’affascinante agente del Mossad israeliano (Louise Monot).
Come per il primo episodio, la regia è di Michel Hazanavicius, co-autore della sceneggiatura con Jean-François Halin.

Il viaggio del principe

Film in uscita: Il viaggio del principe
Film in uscita: Il viaggio del principe

di Jean-François Laguionie e Xavier Picard
scritto da Jean-François Laguionie e Anik Leray
Reazioni online: critica 🙂 – pubblico 🙂

Attenzione: l’uscita de Il viaggio del principe è stata rinviata a settembre dopo la pubblicazione di questo post!
Dalla Francia arriva anche Il viaggio del principe (Le Voyage du Prince), film d’animazione del 2019 di Jean-François Laguionie (Le stagioni di Louise) e Xavier Picard.
Ambientato nello stesso mondo di Scimmie come noi, realizzato dallo stesso Laguionie nel 1999, il film racconta di un anziano principe che si risveglia, perso e disorientato, su una spiaggia. Il giovane Tom lo trova e lo accoglie nella sua famiglia, con entusiasmo dei genitori, studiosi caduti in disgrazia per la loro teoria che sosteneva l’esistenza di altre civiltà. Mentre l’anziano impara a conoscere la nuova società, gli accademici cercano di ripristinare la propria reputazione.

Reazioni online

Il punteggio ‘Reazioni online’ è calcolato sulla base dei punteggi assegnati al film e pubblicati online (quando disponibili) da pubblico e critica, secondo la seguente scala:
☹️ – tremendo
🤨 – non convincente
🙂 – okay
😄 – consigliato
🤩 – da non perdere
Il punteggio è presentato come ulteriore spunto informativo per i lettori e non riflette necessariamente l’opinione della redazione di MadMass.it. L’assenza del punteggio ‘Reazioni online’ non è un giudizio sulla qualità del film, ma semplicemente rispecchia la mancanza di un numero sufficiente di valutazioni al momento della preparazione del post.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli