Emma.

Emma recensione

Emma. recensione film di Autumn de Wilde con Anya Taylor-Joy, Mia Goth, Bill Nighy, Johnny Flynn, Callum Turner, Tanya Reynolds e Connor Swindells

Questi sono periodi insoliti. Periodi complicati, dolorosi, “nuovi”, in un certo senso. Sono periodi in cui la cultura, nonostante tutto, dimostra di voler continuare a sopravvivere. Tempi di riscoperta, ma anche di scoperta. Di tradizione e innovazione.
E, in queste sfortunate circostanze, il cinema continua comunque a vivere. Le sale sono chiuse, ma questo non ha impedito ad alcuni “intrepidi scommettitori” di arrestare la distribuzione delle proprie opere.
In questi giorni è, infatti, possibile trovare sui principali store digitali molti film che hanno saltato l’uscita nelle sale e sono approdati direttamente all’home video, anche se con una formula particolare, probabilmente un unicum nella storia del cinema.
Queste pellicole (disponibili per il solo noleggio) si trovano, infatti, a un prezzo maggiorato, per prevenire (giustamente) le eventuali perdite e coprire il periodo che avrebbe dovuto coincidere con la loro uscita.
Tra queste opere cinematografiche troviamo anche Emma., un film veramente particolare adattato dal romanzo di Jane Austen, nonché debutto alla regia di una formidabile fotografa, Autumn de Wilde.

MadMass.it consiglia by Amazon

Emma recensione film
Anya Taylor-Joy e Bill Nighy in una scena di Emma.

Emma. (come il romanzo dal quale la pellicola è tratta) è al confine tra il genere sentimentale, la satira e la commedia degli equivoci, in quanto la narrazione, oltre a essere sorretta da relazioni amorose e pungenti critiche allo stile di vita nobiliare, è inframezzata da un susseguirsi di fraintendimenti che portano inevitabilmente a situazioni il più delle volte esilaranti.
Il filo rosso che unisce le vicende nelle quali è coinvolta questa bizzarra quanto verosimile comunità aristocratica dell’Inghilterra di inizio Ottocento è proprio Emma (Anya Taylor-Joy), una giovane ragazza schietta, viziata e, a volte, anche un tantino perfida, ma di un rango tale da essere rispettata e riverita da tutti nella città-personaggio di Highbury.

Anya Taylor-Joy
Anya Taylor-Joy è Emma, protagonista del nuovo adattamento dell’omonimo romanzo di Jane Austen

Protetta dall’ipocondriaco padre (Bill Nighy) e sempre stimolata a battibeccare dal vicino di casa e amico George Knightley (Johnny Flynn), nel giro di qualche mese si troverà ad affrontare diverse situazioni socialmente complicate, corredate anche da più di un fraintendimento con le persone che la circondano; tra tutte, l’amica Harriet (Mia Goth). Ovviamente, durante le sue “avventure”, inizierà a fare i conti con se stessa, con ciò che rappresenta per gli altri e con quello che vuole fare della sua vita.
Un racconto di formazione nel senso più puro del termine. Tuttavia, la vera forza del film non si trova nella narrazione, nonostante sia molto solida e sempre sagace, quanto nella potenza evocativa della messa in scena e del modo di quest’ultima di raccontare molto più di quanto non facciano le parole stesse.

Anya Taylor-Joy e Mia Goth in una scena di Emma.
Anya Taylor-Joy e Mia Goth in una scena di Emma.

Mia Goth e Anya Taylor-Joy
Mia Goth e Anya Taylor-Joy in una scena di Emma.

Nonostante il suo debutto sul grande schermo, Autumn de Wilde sembra essere una navigata regista cinematografica (anche se va detto che questa non è esattamente la prima volta che si trova dietro una macchina da presa, in quanto ha diretto diversi videoclip musicali).
Con evidenti influenze dal mondo della fotografia e della pittura, alcune inquadrature sembrano tableaux vivants, estremamente evocative nella loro staticità. La carriera da fotografa e l’esperienza acquisita con essa sono state riversate in questa pellicola con una maestria impeccabile. Merito anche di una direzione della fotografia soave e perfettamente bilanciata che porta la firma di Christopher Blauvelt, nonché dei vivaci e istrionici costumi di Alexandra Byrne, ben rappresentati dai vertiginosi colletti indossati dagli uomini, che sembrano quasi indicare una competizione in atto per provare il loro “slancio” sociale e l’elevato rango al quale appartengono.

Anya Taylor-Joy e Johnny Flynn in una scena di Emma.
Anya Taylor-Joy e Johnny Flynn in una scena di Emma.

L’elemento che stupisce maggiormente di questa narrazione per immagini è la capacità di immortalare la comicità, proprio come se si fosse scattata una fotografia di quel particolare momento. La splendida interpretazione di Bill Nighy è senz’altro funzionale alla riuscita di questi momenti di ilarità quasi immotivata, circostanziale agli eventi spesso narrati, tanto da diventare di frequente parte stessa della scenografia.
E proprio questo camuffamento, questa camaleontica rappresentazione di eventi e azioni, corpi e pensieri, denotano una grande sensibilità artistica, nonché un profondo rispetto per il mezzo comunicativo che l’immagine rappresenta.

Emma. il poster
Emma. il poster

Sintesi

Emma. è una questione di colori, di composizione, di parole non dette e azioni celate. Una narrazione per immagini come non se ne vedeva da tempo, dove la comicità è statica, fatta di sguardi e masse corporee. Un'opera prima dalla pregiata fattura (seppur sostenuta da un testo scritto ben più che affermato), delicata, innocente in un certo senso, che attesta senza riserve le straordinarie capacità espositive di Autumn de Wilde, nuovo volto della cinematografia da tenere bene a mente.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articolo precedenteTre volti recensione
Articolo successivoVivarium recensione [Anteprima]

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain e John Malkovich [Netflix]

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain, John Malkovich, Colin Farrell, Common, Geena Davis, Jess Weixler, Diana Silvers e Joan Chen Non chiamare...

I cancelli del cielo recensione film di Michael Cimino con Kris Kristofferson e Isabelle Huppert

I cancelli del cielo recensione del film di Michael Cimino con Kris Kristofferson, Isabelle Huppert, Christopher Walken, Jeff Bridges, John Hurt e Sam Waterston Dalle stelle...

Intervista ad Alessandro Grande regista del film Regina

Intervista ad Alessandro Grande, regista di Regina, film in concorso al 38° Torino Film Festival Lo abbiamo visto e recensito in occasione della 38esima edizione...

Cinema News del 18 gennaio [Rassegna Stampa]

Jane in Love Il secondo film di Michele Vannucci La storia di Laila Bertheussen Flack Il trailer di Fear of Rain Brevissime Cinema News...

WandaVision recensione serie TV con Elizabeth Olsen e Paul Bettany [Disney+]

WandaVision recensione serie TV Disney+ diretta da Jac Shaeffer con Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Kathryn Hahn, Teyonah Parris, Kat Dennings, Randall Park, Debra Jo Rupp...

Cinema News del 17 gennaio [Rassegna Stampa]

Heart of Stone con Gal Gadot su Netflix The Tragedy of Macbeth di Joel Coen con Denzel Washington e Frances McDormand Mortal Kombat:...

L’eredità della vipera recensione film di Anthony Jerjen con Josh Hartnett [Anteprima]

L'eredità della vipera recensione film di Anthony Jerjen con Josh Hartnett, Margarita Levieva, Owen Teague, Bruce Dern, Tara Buck e Chandler Riggs Nessuno può prevedere...

Cinema News del 16 gennaio [Rassegna Stampa]

Cinema italiani chiusi fino al 5 marzo 2021 Bong Joon-ho presidente di Giuria alla Mostra del Cinema di Venezia The Last Of Us:...

Fuori orario recensione film di Martin Scorsese con Griffin Dunne [Flashback Friday]

Fuori orario recensione del film di Martin Scorsese con Griffin Dunne, Rosanna Arquette, Linda Fiorentino, Teri Garr, John Heard, Will Patton e Rocco Sisto Nonostante...

Il Signore degli Anelli: trama e cast della serie TV Amazon Prime Video

Il Signore degli Anelli: Amazon diffonde la trama ufficiale e nuovi dettagli dell'epica serie TV Prime Video ambientata nella Terra di Mezzo: scopriamo trama...