Diavoli - Episodi 1 e 2

Diavoli recensione serie TV Sky Episodi 1-2

il romanzo di Guido Maria Brera "I diavoli" diventa una serie tv con Patrick Dempsey e Alessandro Borghi: la nostra recensione dei primi due episodi.

Diavoli recensione serie TV di Nick Hurran e Jan Maria Michelini con Patrick Dempsey, Alessandro Borghi, Lars Mikkelsen, Kasia Smutniak, Laia Costa, Pia Mechler, Sallie Harmsen e Malachi Kirby

Tratto dal romanzo di Guido Maria Brera I diavoli, arriva sul piccolo schermo la tanto attesa serie TV Sky Original sul misterioso mondo della finanza, trasmessa su Sky Atlantic sia via satellite che in streaming su Now TV.

Protagonisti Patrick Dempsey, star del medical drama Grey’s Anatomy che interpreta Dominic Morgan, CEO della NYL, New York – London Investment Bank, e il suo fedele collega, l’head of trading Massimo Ruggero, interpretato da Alessandro Borghi, attore più amato nel panorama italiano degli ultimi anni.

Patrick Dempsey in Diavoli
Patrick Dempsey in Diavoli

Alessandro Borghi Interpreta Massimo Ruggero in Diavoli
Alessandro Borghi Interpreta Massimo Ruggero in Diavoli

In queste prime due puntate a dominare la scena è proprio il personaggio di Massimo: giovane studente che da un’umile famiglia del sud Italia lascia casa per studiare a economia a Londra fino a raggiungere un notevole successo nel mondo della finanza, un team di cui è leader e un garage pieno di Ferrari.

A mancargli è l’amore; sua moglie Carrie (Sallie Harmsen) lo ha lasciato per una passione più grande, quella per le droghe. È proprio questa perdita che in un primo momento sembra essere la debolezza di Massimo, mostrando che nemmeno i grossi investimenti finanziari valgono più della donna amata.

Dominic Morgan è un uomo tutto d’un pezzo, che difficilmente perde la testa o mostra i suoi sentimenti. Non versa una lacrima alla commemorazione del figlio morto in Iraq e non si arrabbia quando percepisce che Massimo gli nasconde qualcosa.
A unire Massimo e Dominic non è solo il lavoro, ma anche Nina (Kasia Smutniak), infelice moglie di Dominic e complice di Massimo.

Patrick Dempsey e Alessandro Borghi
Patrick Dempsey e Alessandro Borghi

Diavoli recensione serie TV
Kasia Smutniak in Diavoli

I primi due episodi di Diavoli mostrano come mixare elementi drammaturgici noti con un tema meno noto, quello della finanza. Per quanto l’argomento non sia conosciuto alla maggioranza, difficilmente uno spettatore può sentirsi ignorante, perché i meccanismi narrativi fanno passare in “secondo piano” i dettagli economico/finanziari.

Purtroppo però la scrittura non sembra avere nulla di originale o indimenticabile: il rapporto di amici, nemici, colleghi e rivali di Massimo e Dominic non è dissimile da quello fra Gennaro Savastano (Salvatore Esposito) e Ciro Di Marzio (Marco D’Amore) in Gomorra.

La relazione tra Massimo e la giornalista Sofia Flores (Laia Costa) ricorda quello tra Frank Underwood (Kevin Spacey) e Zoe Barnes (Kate Mara) in House of Cards. Infine, lo studente prodigio Oliver Harris (Malachi Kirby) conosce e usa le regole del linguaggio del corpo, proprio come Lie to me ha già fatto.

A spiccare è la regia ritmata e moderna di Nick Hurran, che pone le basi per un serial di prospettiva, dagli spunti interessanti e ben confezionato.

Sintesi

Diavoli mette a nudo intrighi di potere e relazionali nel mondo della finanza in un serial di prospettiva che, se da un lato patisce elementi di scrittura non originali, dall'altro offre spunti interessanti e si dimostra ben confezionato grazie alla regia ritmata e moderna di Nick Hurran e ad un ottimo cast impreziosito da Patrick Dempsey e Alessandro Borghi.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...