Booksmart, Good Boys – due film Superbad

Supponiamo più per coincidenza che per pianificazione, nella giornata di ieri sono stati pubblicati i trailer di due film che chiaramente contengono il DNA di Superbad, il film del 2007 scritto da Seth Rogen ed Evan Goldberg, con Michael Cera e Jonah Hill che, alla fine delle superiori e prima di andare al college, cercano di partecipare ad una festa e, diciamo così, ‘diventare uomini’.

Booksmart riprende all’incirca lo stesso tema, ma al femminile: Amy (Kaitlyn Dever) e Molly (Beanie Feldstein), studentesse modello, prima di dividersi per andare all’università cercano di dimostrare a sé stesse di poter essere divertenti e sfrenate (Feldstein assomiglia anche marcatamente a Jonah Hill; non è un caso: è sua sorella).
Booksmart è il primo film da regista di Olivia Wilde, vista recentemente in La vita in un attimo e prima in Rush, Tron:Legacy, Cowboys and Aliens, eccetera. La sceneggiatura è di Susanna Fogel (Il tuo ex non muore mai), Emily Halpern e Sarah Haskins, Katie Silberman. Nel cast troviamo anche Jason Sudeikis (marito di Olivia Wilde nella vita) con Lisa Kudrow e Will Forte nel ruolo dei genitori di Amy.

Jason Sudeikis e Olivia Wilde

In Good Boys, l’idea di Superbad viene riportata indietro di qualche anno: tre ragazzini delle medie si preparano ad una festa nella quale potrebbero avere l’opportunità del primo bacio; nel tentativo di non arrivare impreparati al fatidico momento, si mettono nei guai.
Nel trailer, il produttore Seth Rogen (che non appare nel film) ammonisce i protagonisti (Jacob Tremblay – che era il protagonista di Room, Brady Noon e Keith L. Williams) che, dato il contenuto ‘adulto’ del promo, non potranno guardarlo – nonostante abbiano recitato in quelle stesse scene.

Il film è scritto da Lee Eisenberg e Gene Stupnitksy (autori di Anno Uno) e diretto da quest’ultimo, e prodotto da Rogen e Goldberg. Di nuovo, Will Forte interpreta il padre di uno dei protagonisti.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli