Una storia d'amore e di desiderio

Una storia d’amore e di desiderio recensione film di Leyla Bouzid [Anteprima]

Una storia d’amore e di desiderio recensione film di Leyla Bouzid con Sami Outalbali, Zbeida Belhajamor, Diong-Kéba Tacu, Aurélia Petit e Mahia Zrouki

Presentato come film di chiusura nella sezione della Semaine de la Critique nel 2021, durante la 74° edizione del Festival di Cannes, Una storia d’amore e di desiderio è la sorprendente opera seconda di Leyla Bouzid (classe 1984), che racconta l’incontro tra due ragazzi provenienti da culture ed estrazioni diverse. Il film, distribuito da Cineclub Internazionale, arriva sei anni dopo l’uscita di Appena apro gli occhi – Canto della libertà, l’opera prima della regista tunisina.

Ahmed (Sami Outalbali) è un ragazzo di origine algerina nato in Francia, mentre la bella e riccioluta Farah (Zbeida Belhajamor) proviene dalla Tunisia. Entrambi si conoscono durante le lezioni di letteratura comparata alla Sorbona di Parigi. Tra di loro scatta immediatamente un feeling, ma il loro rapporto non sarà per niente semplice, anche a causa della eccessiva timidezza di Ahmed.

Zbeida Belhajamor
Zbeida Belhajamor (Credits: Cineclub Internazionale)
Zbeida Belhajamor e Sami Outalbali
Zbeida Belhajamor e Sami Outalbali (Credits: Cineclub Internazionale)

Quel che avviene tra Ahmed e Farah è l’incontro tra due persone che imparano piano piano a conoscersi, c’è la scoperta di un sentimento e della sessualità, inizialmente vissuta come un tabù da Ahmed, ma soprattutto avviene l’evoluzione di un rapporto che da amicizia si tramuta in ben altro. La regia di Leyla Bouzid si concentra principalmente sui due ragazzi, ne cattura gli sguardi, le emozioni, descrivendo qualsiasi turbamento, cogliendo ogni sottile sfumatura. La timidezza di Ahmed viene sopraffatta dalla sicurezza di Farah, da cui è fortemente attratto. La sessualità è uno dei temi principali dell’opera della Bouzid, che viene trattata con grande delicatezza raccontando la cultura araba, costituita da abitudini tradizionaliste e conservatrici.

Nulla viene tralasciato in quest’opera, la sceneggiatura scritta dalla stessa Bouzid riesce a regalarci degli ottimi dialoghi, basti citare la famosa scena in cui Farah viene invitata per la cena di Natale a casa di Ahmed, la chiacchierata con i suoi genitori o il dialogo tra Ahmed e suo padre. La visione personale di Ahmed verso il sesso, il suo sentirsi bloccato nel consumare un rapporto sessuale con Farah, ci permettono di conoscere la cultura araba, ma soprattutto ci immergono in un punto di vista completamente diverso da come siamo abituati.

Zbeida Belhajamor e Sami Outalbali
Zbeida Belhajamor e Sami Outalbali (Credits: Cineclub Internazionale)
Una storia d'amore e di desiderio recensione film di Leyla Bouzid
Una storia d’amore e di desiderio film di Leyla Bouzid con Sami Outalbali e Zbeida Belhajamor (Credits: Cineclub Internazionale)

Da segnalare la bravura di Sami Outalbali (Sex Education 2) che riesce a regalarci un’ottima interpretazione, conferendo al suo personaggio quella freddezza e distacco utili a comprendere il suo mondo interiore. Non è un caso che Ahmed si ritrovi attorno a sé tutte figure femminili forti, oltre a Farah, la sua insegnante di letteratura comparata e sua madre, che si può definire colei che porta i soldi a casa, mentre suo padre non lavora. Ed è proprio attraverso la descrizione del mondo femminile che si muove tutta l’opera della Bouzid.

Una storia d’amore e di desiderio si rivela un’opera capace di descrivere con grande delicatezza la differenza tra culture, l’amore adolescenziale e la scoperta della sessualità, grazie ad una solida sceneggiatura e a un cast di attori tutti in parte, che ci permettono attraverso le loro eccellenti interpretazioni di cogliere ogni sottile sfumatura del racconto.

Sintesi

Una storia d'amore e di desiderio è un'opera che riesce a descrivere in maniera egregia la differenza tra due culture, l'amore adolescenziale e la scoperta della sessualità grazie ad una solida sceneggiatura e alla naturalezza degli attori protagonisti, capaci di mostrarci ogni sottile sfumatura della narrazione attraverso i loro personaggi.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Una storia d'amore e di desiderio recensione film di Leyla Bouzid [Anteprima]Una storia d'amore e di desiderio è un'opera che riesce a descrivere in maniera egregia la differenza tra due culture, l'amore adolescenziale e la scoperta della sessualità grazie ad una solida sceneggiatura e alla naturalezza degli attori protagonisti, capaci di mostrarci ogni sottile sfumatura della narrazione attraverso i loro personaggi.