The 100 - 7x4 Esperidi

The 100 recensione stagione 7 episodio 4 7×4 Esperidi

The 100 recensione 7×4 episodio 4 stagione 7 Esperidi – Hesperides con Eliza Taylor, Marie Avgeropoulos, Lindsey Morgan, Tasya Teles, Shannon Kook, JR Bourne Shelby Flannery

The 100 e il mito delle Esperidi

Il titolo della quarta puntata di The 100 prende il nome da figure tratte dalla mitologia greca: le Esperidi, ninfe che, secondo il mito, custodivano il giardino dei pomi d’oro della dea Era. In realtà, questa non è la prima volta che la serie utilizza riferimenti mitologici non solo per dare il titolo ad alcuni dei suoi episodi ma anche per raccontare, attraverso speciali lenti narrative, le storie dei nostri sopravvissuti. In questo caso, il mito delle Esperidi, che viene citato nell’episodio stesso, serve per paragonare la vita che hanno vissuto Octavia, Hope e Diyoza, sul pianeta Skyring. Proprio come le ninfe, le tre donne si sono ritrovate a convivere in un posto che non apparteneva loro, quasi a diventare guardiane di quello stesso pianeta. A tal proposito, tramite dei flashback, l’episodio ci racconta cosa è successo alla piccola Hope un paio di mesi dopo il rapimento della madre e di Octavia.

The 100 recensione 7x4 Esperidi
Tasya Teles

La vicenda inaspettata

Come accennato in precedenza, ritroviamo la piccola Hope ormai da sola, alle prese con la vita su Skyring, intenta a tutti i costi nella missione di ricongiungersi con i suoi cari, ma l’effetto sorpresa non tarda ad arrivare. Ecco che un prigioniero dei Discepoli, chiamato Dev, arriva sul pianeta; un uomo che all’inizio suscita un sentimento di diffidenza nei confronti della piccola Hope, un sentimento che però nel tempo, si tramuta in amicizia. La storia purtroppo viene spiegata in breve, ma è grazie a questa amicizia che capiamo qualcosa in più su Hope; e le supposizioni sulla tempra della ragazza svaniscono nel nulla. Con meraviglia si scopre che Hope impara a combattere grazie a quest’uomo e non grazie ad Octavia (sorpresa!). Insieme, infine, pianificano, nei dieci anni successivi, un’imboscata nell’intento di arrivare su Bardo attraverso l’Anomalia per salvare le due donne.

Non tutte le ciambelle vengono con il buco

Assistiamo nel flashback che il piano fallisce e Dev viene ucciso, costringendo Hope a continuare da sola; ed è la morte dell’uomo che segna definitivamente la ragazza, che si incolpa per la sua morte in quanto ha esitato nel salvarlo durante l’imboscata. Intanto nel presente, Gabriel, Echo e Hope si ritrovano costretti ad aspettare il ritorno dei Discepoli; ma nel frattempo fanno la conoscenza del nuovo prigioniero, Orlando. Grazie all’uomo scoprono che i Discepoli credono in qualcosa chiamata la “guerra che porrà fine a tutte le guerre”, tanto profetizzata dal “Pastore” che viene indirizzato da Orlando come il loro dio.

Shelby Flannery e Chuku Modu
Shelby Flannery e Chuku Modu

Il Pastore

Durante la puntata le cose si fanno sempre più interessanti, poiché si gettano le basi per qualcosa di nuovo (finalmente!). Il Pastore, che agli occhi dei suoi discepoli e Orlando sembra una divinità, ai nostri occhi risulta essere un comune uomo ed uno spietato dittatore, uno dei tanti che la serie ci ha insegnato a conoscere. Ad ogni modo, sembra proprio che il Pastore abbia fatto parte della missione sull’Eligius III che aveva scortato i terrestri sopravvissuti lontano da una Terra distrutta dalle fiamme. Chi sia veramente quest’uomo o quale sia la sua vera storia non ci è dato saperlo, almeno non ancora ma la curiosità cresce sempre di più!

Nuovi discepoli e nuovi piani

Su Skyring, Orlando, ormai diventato parte integrante del gruppo formato da Gabriel, Echo e Hope, decide di addestrarli come Discepoli nell’intento di aiutarli ad entrare su Bardo; e nei successivi cinque anni insieme ai ragazzi pianifica un imboscata ai soldati. Il piano sembra avere successo stavolta, ma un piccolo imprevisto mette Echo in pericolo di vita e costringe Hope ad intervenire uccidendo un nemico senza nessuna esitazione. Orlando è in lacrime, per lui quelli uccisi non sono soldati cattivi adepti di una setta ma fratelli e sorelle che condividono con lui un credo. Echo, a tal proposito, non si fida e decide di cambiare il piano originario. La ragazza si rifiuta di fidarsi ancora di Orlando e decide di abbandonarlo a Skyring; portando l’uomo successivamente a commettere il suicidio.

Lindsey Morgan, Shannon Kook e Eliza Taylor
Lindsey Morgan, Shannon Kook e Eliza Taylor

The 100: Le trame si intrecciano

Su Sanctum ritroviamo Raven, ancora perseguitata dalle morti che ha causato. La ragazza non riesce a perdonarsi e sembra davvero avvilita. Clarke al suo arrivo le affida un nuovo compito per distrarla: studiare l’armatura di un Discepolo. Ma qualcosa o meglio qualcun’altro entra in scena. Un gruppo di Discepoli sono arrivati su Sanctum e chiedono di Clarke, la quale secondo loro possiede la chiave per vincere “la guerra che porrà fine a tutte le guerre”. La ragazza accetta senza esitazione a patto di riavere indietro i suoi amici scomparsi. Ma quando tutto sembra filare liscio, Raven scopre che i Discepoli hanno pianificato un attentato alla vita di Clarke, così decide di usare l’armatura ed intervenire, salvando i suoi amici.

Tati Gabrielle e Sachin Sahel
Tati Gabrielle e Sachin Sahel

Anche questa volta però, la ragazza ha dovuto uccidere pur di sopravvivere; che sia la svolta per Raven nel diventare una killer spietata? staremo a vedere. Poco dopo, la ragazza porta Clarke, Jordan, Niylah e Miller attraverso l’Anomalia per cercare i loro amici scomparsi; ma da quale pianeta iniziare? nessuno di loro ha idea su quale pianeta si trovino i ragazzi scomparsi. Così Raven sceglie un pianeta a caso e tutti si ritrovano in un luogo completamente ghiacciato. Inoltre, senza pietra dell’Anomalia non possono andarsene. Intanto, Gaia rimane su Sanctum per avvisare tutti gli altri e tenerli pronti nel caso di un altro attacco. Ma quest’ultimo non tarda ad arrivare e la donna viene rapita da un Discepolo sopravvissuto che disattiva la Pietra dell’Anomalia e trascina Gaia con sé. E adesso chi avviserà gli altri? Staremo a vedere.

Esperidi è il vero punto di partenza di questa settima e conclusiva stagione, segnando l’inizio di una storia davvero avvincente grazie ad un episodio che merita il massimo dei voti. Chissà se presto torneremo tutti a viaggiare attraverso nuovi mondi!
Continuate a seguirci su MadMass.it per scoprire il destino dei nostri sopravvissuti…

Sintesi

Esperidi è il vero punto di partenza della settima e conclusiva stagione di The 100, segnando l'inizio di una storia davvero avvincente evocata attraverso il mito delle Esperidi ed un intreccio sempre più teso e coinvolgente.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...

Strange Days recensione film di Kathryn Bigelow [Flashback Friday]

Strange Days recensione del film di Kathryn Bigelow con Ralph Fiennes, Angela Bassett, Juliette Lewis, Vincent D'Onofrio, William Fichtner e Tom Sizemore Dopo Point Break -...

Cinema News del 27 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a Daria Nicolodi I progetti di Alex Garland Álex de la Iglesia e la Veneciafrenia La Radioscopie di Claire Denis Les promesses...

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...