Teen Spirit - A un passo dal sogno

Teen Spirit – A un passo dal sogno recensione

Teen Spirit – A un passo dal sogno recensione del film di Max Minghella con Elle Fanning, Rebecca Hall, Zlatko Buric, Millie Brady e Elizabeth Berrington

Siamo in un momento storico in cui l’unione tra cinema e musica è tornata fortemente alla ribalta, lo testimoniano il successo nel 2016 di La La Land, l’enorme impatto al botteghino di Bohemian Rhapsody e il recente Rocketman, film su Elton John. Teen spirit – A un passo dal sogno, si inserisce perfettamente in questa nuova tendenza, non a caso è prodotto da Fred Berger, che è stato produttore del già citato La La Land. Diretto da Max Minghella, qui al suo esordio, il film racconta della difficile vita di Violet (Elle Fanning), che sogna un futuro nel mondo della musica ma che vive uno sconfortante presente nella piccola isola di Wight.

Elle Fanning in Teen Spirit - A un passo dal sogno
Elle Fanning in Teen Spirit – A un passo dal sogno

Teen Spirit - A un passo dal sogno
Elle Fanning in Teen Spirit – A un passo dal sogno

Per quanto il plot possa sembrare già visto o banalotto, Minghella compie scelte funzionali per staccarsi dalla classica estetica da teen movie, filone a cui il film appartiene. In primis tutta la prima parte, utile ad entrare in empatia con la protagonista, è giocata sull’oscurità: la città, la casa, persino il volto di Violet sembrano sempre avvolti da un velo opaco, l’unica cosa rosa e illuminata è “teen spirit”, ossia il sogno e la possibilità di allontanarsi da quella vita opprimente. Inoltre il regista gioca molto con i campi ristretti, non solo per sfruttare il talento della Fanning, ma anche per comunicare un senso di oppressione e di prigionia vissuti dalla protagonista.

Violet, aiutata dal discutibile ma di buon cuore manager Vlad (Zlatko Burić), compie un vero e proprio viaggio di formazione (o deformazione?) nel quale le tappe sono scandite dalle esibizioni sul palco, in cui non solo la sentiamo cantare e la vediamo ballare, ma entriamo nella sua mente e nella sua anima in cui i ricordi e le sensazioni vengono a galla per caricare sempre di più la performance. La magia di fatto si spezza quando il mondo dei talent si scopre per quello che è, composto da personaggi falsi e case discografiche pronte a sfruttare il personaggio del momento.
“Noi siamo un bozzolo e tu sei un bruco, magari insieme possiamo dar vita ad una farfalla”, metafora del successo effimero da talent show.

Teen Spirit - A un passo dal sogno
Elle Fanning e Ruairi O’Connor

Elle Fanning
Elle Fanning

Guardando il film è difficile non pensare a The Neon Demon, non solo per l’attrice protagonista, ma anche per la trama simile al film del 2016. Purtroppo Teen spirit non ha né la forza estetica né l’espressività, ma forse non è interessato ad averle, del grande film di Refn, ma alcune citazioni ed echi rimangono, come la scena della prima audizione o quella nel club. Infatti quella di Elle Fanning è una scelta riuscita, anche se questa non è la sua miglior interpretazione, l’attrice americana torna nei panni di una timida ed ingenua ragazza catapultata in un mondo più grande di lei; quel suo volto in bilico tra l’essere candido e l’essere ribelle si sposa bene con il personaggio e rappresenta tutta una generazione di millennials sognanti e pronti a cambiare le proprie opache vite.

Il film si porta dietro tutti i limiti del genere, ma riesce nel suo intento nel parlare la lingua dei teenager disilludendoli e mettendoli in guardia soprattutto sul luccicante mondo della televisione.

Andrea P.

Sintesi

Max Minghella, alla sua opera prima, in Teen Spirit - A un passo dal sogno compie scelte funzionali per staccarsi dalla classica estetica da teen movie. Accomunato nei temi a The Neon Demon, non ne possiede né la forza estetica né l'espressività, riuscendo comunque a parlare la lingua dei teenager disilludendoli e mettendoli in guardia sul luccicante mondo della televisione. Elle Fanning si conferma interprete straordinaria che, con quel suo volto in bilico tra il candido e il ribelle, rappresenta la generazione dei millennials sognanti e pronti a cambiare le proprie opache vite.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...